Autore Topic: Triangolazione per localizzazione radio.  (Letto 11293 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

krapac

  • Visitatore
Triangolazione per localizzazione radio.
« il: 10 Agosto 2009, 22:17:44 »
Quanto è fattibile localizzare una radio con il sistema di triangolazione del segnale emesso?

http://www.visivagroup.it/showthread.php?t=25043
« Ultima modifica: 10 Agosto 2009, 22:21:19 da krapac »


Offline poseidone

  • 1RGK260
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1022
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • l'esperienza non è altro che un mucchio di errori!
    • Mostra profilo
    • www.eraparcodellemadonie.it
    • E-mail
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #1 il: 10 Agosto 2009, 22:21:14 »
certo che è fattibile, si mette l' rf gain a minimo e si effettano le prove, sicuramente ci vuole un o di tempo e la cosa risulta semplice se si tratta di una stazione fissa e si hanno a disposizione più radio per effettuare la ricerca. la cosa più semplice è avere una piccola direttiva è un oscilloscopio!
1rgk260 op. Fabio   -    IT9AXV - www.eraparcodellemadonie.it

Offline Fennec

  • 1RGK327
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1508
  • Applausi 12
  • Sesso: Maschio
  • Valle Trompia - prov. di Brescia
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #2 il: 10 Agosto 2009, 22:22:23 »
Quanto è fattibile localizzare una radio con il sistema di triangolazione del segnale emesso?

...secondo me localizzare una stazione trasmittente con il metodo della triangolazione è piuttosto difficile.  :rool:

Forse è molto meglio impugnare una direttiva con un ricevitore e vedere in che direzione il segnale più forte, rincorrendolo per poi arrivare fino alla fonte...

...tipo stile Capitan Ventosa di Strisia  :up:

73
Yaesu FT.857 - Yaesu FT.7900 - Yaesu VR.120 - Kenwood TH.F7E - Alan 78 M.Plus - Sirio "Turbo 2000" - Sirio "CB 27 U" - http://xoomer.alice.it/fennec/


Offline poseidone

  • 1RGK260
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1022
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • l'esperienza non è altro che un mucchio di errori!
    • Mostra profilo
    • www.eraparcodellemadonie.it
    • E-mail
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #3 il: 10 Agosto 2009, 22:28:09 »
Quanto è fattibile localizzare una radio con il sistema di triangolazione del segnale emesso?

...secondo me localizzare una stazione trasmittente con il metodo della triangolazione è piuttosto difficile.  :rool:

Forse è molto meglio impugnare una direttiva con un ricevitore e vedere in che direzione il segnale più forte, rincorrendolo per poi arrivare fino alla fonte...

...tipo stile Capitan Ventosa di Strisia  :up:

73
sicuramente con direttiva e ricevitore è un medodo ma sempre molto casalingo, perchè non è sensibilissimo come un oscilloscopio, ma si può fare ci vuole solo più tempo...
1rgk260 op. Fabio   -    IT9AXV - www.eraparcodellemadonie.it

krapac

  • Visitatore
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #4 il: 10 Agosto 2009, 22:29:56 »
e a titolo scientifico, e per vedere quanto e possibile rompere le scatole a quei alcolizzati che si mettono su i ponti radio a rompere le balle.

Pietro


Offline Franz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 365
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #5 il: 10 Agosto 2009, 22:41:34 »
per vedere quanto e possibile rompere le scatole a quei alcolizzati che si mettono su i ponti radio a rompere le balle.

Pietro

Ottima iniziativa hi !
Da solo è un po problematico... dovreste essere almeno in due.
Necessita una direttiva facile da muovere e da tenere in mano e con discreta direzionalità... una sette elementi  potrebbe essere
utile.
Si dovrebbe comunque procedere per gradi e ci vuole "un' esca". Qualcuno cioè che tiene occupati i disturbatori stando al loro gioco
mentre voi due / tre fate le prime triangolazioni.
Prima trinagolazione cercare di individuare quanto meno la "zona" da dove proviene il segnale del disturbatore. 
Diciamo due misurazioni ( una te ed una il tuo amico ) identificano un certo punto ( dove si incrociano le due direzioni ).
Poi una seconda misurazione da una postazione diversa che "conferma" la prima misurazione.

Poi si passa ad una misurazione più da vicino con lo stesso sistema. Qui le cose possono cambiare radicalmente a causa delle
riflessioni del segnale.
Un attenuatore di segnale sarebbe utile. Ci vuole del tempo. Se il disturbatore è in sede fissa ci sono buone probabilità di beccarlo
ma bisogna essere veloci... fare buone misurazioni e rispettare il SILENZIO RADIO.
Non confidare troppo sulla direttività delle antenne a 144 Mhz.  La cosa è fattibile comunque.
Un' alternativa una volta arrivati nella "zona" è quella di utilizzare antenne a loop per i 144 Mhz. Sono dei "cerchi" di pochi centimetri di diametro che hanno una fortissima attenuazione se posti a 90 gradi rispetto al TX. Li attacchi al bnc della radio e tenendo conto
che a 90 gradi praticamente azzerano il segnale....

Cerca anche sul web loop 144 Mhz
Anche una quattro elementi per i due metri
poi risulterebbe utile. E' facile da tenere in mano e non pesa nulla. Puoi tenerla dentro l' auto e smontare al volo tirandola fuori.
Non è ingombrante...
Se siete in tre a triangolare si fa molto prima. Si fanno le misure poi uno si sposta rapidamente mentre gli altri affinano la misurazione.
La radiocaccia è divertentissima...  :grin: :grin: :grin: :grin:
73 Franz
Resistere, Resistere, Resistere !!!

krapac

  • Visitatore
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #6 il: 10 Agosto 2009, 22:56:16 »
Puo diventare uno sport con tanto di localizzazione satellitare e divulgazione delle coordinate in web, chi si aggrega e ben accetto, mi sto costruendo una logaritmica 15 elementi, può tornare utile. penso che appena la finisco qualche prova la faccio.

Davvero è uno strazio sentire i ponti.

notte a tutti.

Pietro


Offline Fennec

  • 1RGK327
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1508
  • Applausi 12
  • Sesso: Maschio
  • Valle Trompia - prov. di Brescia
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #7 il: 10 Agosto 2009, 23:00:29 »
Per la miseria, se avessi un po' di tempo libero mi aggregherei subito  :-D ....mi divertirei davvero un CASINOOO  :grin:  :grin:  :grin:

radiocaccia dei 2 metri o 70 cm, mentre ci si tiene in contatto tra i "triangolatori" con il baracchino in 11 m...

praticamente alla Starsky e Hutch  :grin:  :abballa:  :abballa: :grin:
« Ultima modifica: 10 Agosto 2009, 23:05:44 da Fennec »
Yaesu FT.857 - Yaesu FT.7900 - Yaesu VR.120 - Kenwood TH.F7E - Alan 78 M.Plus - Sirio "Turbo 2000" - Sirio "CB 27 U" - http://xoomer.alice.it/fennec/

Offline Franz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 365
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #8 il: 10 Agosto 2009, 23:06:29 »
Per la miseria, se avessi un po' di tempo libero mi aggregherei subito  :-D ....mi divertirei davvero un CASINOOO  :grin:  :grin:  :grin:

Ribadisco... è divertentissimooooooo  :grin: :grin: :grin:

Fennec ... posizionati su un bel promontorio in faccia alla pianura. Antenna direttiva e comincia a prendere le misurazioni.

Poi le passi a Krapac che dalla sua zona le interseca con le tue. Hi.
E avete già individuato una possibile zona di "caccia alla volpe".  Fuori i segugi e fiato ai corni.. inizia la cacciaaa!!! coppola

Altro che Captain Ventos_a

Tenetici informati !!

73 Franz
Resistere, Resistere, Resistere !!!


Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16465
  • Applausi 421
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #9 il: 10 Agosto 2009, 23:47:28 »
73 a tutti,la parola magica si chiama ARDF http://www.ardf.info/regol/statuto2004.html se poi si cerca in rete c'è pure chi lo fà con radiogogniometri e sistemi a doppler,ma è tutto da vedere quanto è utile la cosa,certamente ad aver voglia di bruciare un pò di benzina (nei motori mi raccomando...) fornire i dati di una localizzazione accurata per poi presentare una denuncia alle autorità aiuta,farlo per sapere dove stà il disturbatore e basta a parte che costa non serve a nulla se molto probabilmente chi distrurba è fuori di testa e nemmeno si vergogna,cito ad esempio il Paolino che disturbava e disturba i camionisti di mezza lombardia,concordo che se si vuol fare qualcosa non si deve parlarne in pubblico e tanto meno scriverlo nel forum,il nemico ti legge oltre ad ascoltare... comunque a parte gli scherzi imparare la tecnica della triangolazione è utile per esempio anche con distrubi generici,per esempio tutto il qrm che si ascolta nelle bande radioamatoriali se ha un'origine conosciuta magari si può attenuare o eliminare,non sarebbe una novità che si scopre un'antifurto o il filo perimetrale di un'allevamento che disturba la radio,una volta accertata l'origine si può anche tentare una via amichevole per risolvere il qrm o passare a vie legali e denunce, io  più che scovare disturbatori in questo periodo lo userei per cercare il punto di atterraggio dei palloni sonda,ma questo non è certamente di interesse generale,però forse può essere interessante anche per altri,e allora la triangolazione è necessaria...

Offline iz8fsl

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 90
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • rapportoradio
    • E-mail
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #10 il: 10 Agosto 2009, 23:53:15 »
ho avuto modo di assistere a una triangolazione e non è cosi difficile.
Ne esiste anche una piu casereccia basta un antenna con un ottima direzionalità un auto e i famosi di punti AB si tracciano 2 linee su una mappa e vi assicuro che si becca con estrema facilità
il tuttoprovato
--
Best 73
IZ8FSL Salvatore Zaccone
Redattore RapportoRadio
http://www.rapportoradio.org/
email:iz8fsl@gmail.com
Messenger iz8fsl@gmail.com
Skype iz8fsl


Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16465
  • Applausi 421
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #11 il: 11 Agosto 2009, 00:07:27 »
73 a tutti dipende,nella migliore condizione cioè avere l'antenna trasmittente a vista e ben libera (una bella collineare su un traliccio alto e libero...) l'indicazione sulla carta è veritiera,se però il trasmettitore è portatile con il gommino diventa molto più difficile perchè il segnale viene riflesso dagli ostacoli vicini (cemento armato ecc...) e non è affatto semplice quando si è vicino capire la posizione esatta,chi fà le gare di caccia alla volpe conferma che è più difficile scoprire la volpe a pochi metri che a 100mt,quando si è molto vicini le antenne pescano anche dai lobi secondari e il segnale passa nel ricevitore scavalcando antenna e attenuatore,per questo si usano misuratori di campo dalla sensibilità minima,adatti propio a scoprire la volpe che magari è appoggiata al terreno che ne distorce il lobo d'irradiazione...

Offline LuckyLuciano®

  • 1RGK075
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 18815
  • Applausi 135
  • Sesso: Maschio
  • Cb Luciano TIGRE- Paesano 100%
    • Mostra profilo
    • http://www.elaborare.com
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #12 il: 11 Agosto 2009, 08:16:53 »
73 a tutti,la parola magica si chiama ARDF http://www.ardf.info/regol/statuto2004.html se poi si cerca in rete c'è pure chi lo fà con radiogogniometri e sistemi a doppler,ma è tutto da vedere quanto è utile la cosa,certamente ad aver voglia di bruciare un pò di benzina (nei motori mi raccomando...)


Azz fanno pure delle gare!  8O
Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere®
La stanchezza passa, le ferite guariscono, la gloria...è eterna©
Homines, dum docent, discunt™


krapac

  • Visitatore
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #13 il: 11 Agosto 2009, 14:29:09 »
73 a tutti,la parola magica si chiama ARDF http://www.ardf.info/regol/statuto2004.html se poi si cerca in rete c'è pure chi lo fà con radiogogniometri e sistemi a doppler,ma è tutto da vedere quanto è utile la cosa,certamente ad aver voglia di bruciare un pò di benzina (nei motori mi raccomando...) fornire i dati di una localizzazione accurata per poi presentare una denuncia alle autorità aiuta,farlo per sapere dove stà il disturbatore e basta a parte che costa non serve a nulla se molto probabilmente chi distrurba è fuori di testa e nemmeno si vergogna,cito ad esempio il Paolino che disturbava e disturba i camionisti di mezza lombardia,concordo che se si vuol fare qualcosa non si deve parlarne in pubblico e tanto meno scriverlo nel forum,il nemico ti legge oltre ad ascoltare... comunque a parte gli scherzi imparare la tecnica della triangolazione è utile per esempio anche con distrubi generici,per esempio tutto il qrm che si ascolta nelle bande radioamatoriali se ha un'origine conosciuta magari si può attenuare o eliminare,non sarebbe una novità che si scopre un'antifurto o il filo perimetrale di un'allevamento che disturba la radio,una volta accertata l'origine si può anche tentare una via amichevole per risolvere il qrm o passare a vie legali e denunce, io  più che scovare disturbatori in questo periodo lo userei per cercare il punto di atterraggio dei palloni sonda,ma questo non è certamente di interesse generale,però forse può essere interessante anche per altri,e allora la triangolazione è necessaria...

Ora mi spieghi come fai a sapere tutte ste cose, non finisci mai di meravigliarmi, hehehe ma sai che sei davvero forte, questa mi mancava, cercare le radio sonde? molto interessante di piu che cercare un idiota che disturbano i ponti.

Pero davvero e triste sentire la gente dover cambiare ponte per fare 2 chicchere.

Ma in pratica come si fa la triangolazione ce qualche sito che lo spiega? o libro.

Pietro


Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16465
  • Applausi 421
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #14 il: 11 Agosto 2009, 15:52:45 »
73 a tutti,non hai idea di quanto è potente la radio,la possibilità di ricevere segnali lontani e o particolari mi ha sempre interessato,sono più di 25 anni che traffico con cb e radio di tutti i tipi e anche  dopo tutto questo tempo trovo segnali mai ascoltati o riconosciuti,internet poi è di grande aiuto per scovare informazioni e poi i conti tornano quasi sempre...c'è sempre un lato "magico" ma è tutto basato su leggi fisiche precise e una volta capito il meccanismo diventa tutto più chiaro o almeno meno confuso,le sonde sono solo l'ulitmo di una serie di passioni momentanee,prima i fax,poi i satelliti e ora le sonde,mi mancano ancora i radiocollari e altri utilizzi minori ma si và propio sul difficile visto le deboli potenze in gioco e la distanza,dopo tutto il bello è scoprire  cose nuove e ce ne sono sempre...
ps:per la triangolazione nel vecchio sito ardf ricordo che era spiegato con delle gif animate molto chiare,non sò se c'è ancora,comunque come già detto  servono almeno due misurazioni per trovare la posizione su una cartina geografica,se per esempio da milano orienti l'antenna a nord e da bergamo è lo stesso vuol dire che il segnale arriva da nord sia per milano che per bergamo,ma se da milano orienti a est e a bergamo orienti a sud vuol dire che il trasmettitore si trova tra milano e bergamo,se poi aggiungi un'altra misura fatta per esempio da brescia che rileva il segnale verso ovest cioè milano hai già la certezza che il segnale è  in provincia di bergamo perchè le tre linee tracciate dalle misure formano un piccolo triangolo posizionato sulla cartina abbastanza definito,se si usano antenne molto direttive che per esempio hanno 10° d'apertura  invece di avere un triangolo grande hai un punto molto più definito,qualche centinaio di metri contro diversi chilometri se si usano antenne meno direttive,ma per comodità invece di usare antenne enormi basta spostare e rifare le misure in più punti e ad ogni traccia il triangolo si perfeziona e dopo molte rivelazioni hai la stessa precisione che con antenne molto direttive,chi fà la caccia alla volpe spesso usa antenne direttive piccole propio per praticità e usa più rilevamenti,poi una volta definito il triangolo si passa al setaccio con misuratore di campo (ricevitore attenuato prima e poi con il campo vicino è necessario un sistema passivo) e li possono parlare i radioamatori che fanno le gare,ognuno ha la sua tecnica,a spirale a rastrello o zigzag ecc... però vedereli trovare la volpe in pochi minuti o secondi è da restare a bocca aperta ma lo fanno,basta guardare le classifiche da veri atleti... questi  disegni spiegano l'esempio che  dicevo tra MI-BG-BS con antenne a bassa direttività (3-4elementi)  e altra direttività(20 o più elementi) e si capisce benissimo che con le antenne molto direttive circoscrivi la zona molto meglio che è poi quello che si fà con i radar e sistemi di localizzazione...



però se invece di  3 riferimenti  se ne usano 10 o più  ottieni la stessa superfice rilevata con 3 antenne molto direttive, più o meno come in questo disegno che indica la direzione e non il lobo d'irradiazione dell'antenna perchè altrimenti non si capiva nulla...

« Ultima modifica: 11 Agosto 2009, 15:56:05 da r5000 »


krapac

  • Visitatore
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #15 il: 11 Agosto 2009, 16:57:35 »
Ho capito, un bel sistema, io lo avevo pensato quando andavo a scuola (il motivo e che le donnine mi filavano poco, dovevo pur distrarmi per non piangere) e qualcuno lo ha fatto, hahahah, e da quando vado a scuola che ci pensavo e non credevo fosse cosi facile tra virgolette fare una localizzazione del genere.

grazie come al solito sei stato gentilissimo e chiaro. Mi faro una cultura con i palloni sonda, mi hai stuzzicato un po la fantasia.

Ti voglio dire una cosa r5000, meno male che ci sono ancora persone come te ;)

Pietro

Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16465
  • Applausi 421
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #16 il: 11 Agosto 2009, 17:30:22 »
73 a tutti bene,allora non ti passo il link dove c'è tutto e di più sui palloni sonda,così lo trovi da solo e c'è più gusto...  usa la funzione ricerca...


Offline scienziato

  • 1rgk093
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3301
  • Applausi 7
  • Sesso: Maschio
  • IT9BDM - 1RGK093
    • Mostra profilo
    • IT9BDM
    • E-mail
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #17 il: 11 Agosto 2009, 19:06:25 »
Ho capito, un bel sistema, io lo avevo pensato quando andavo a scuola (il motivo e che le donnine mi filavano poco, dovevo pur distrarmi per non piangere) e qualcuno lo ha fatto, hahahah, e da quando vado a scuola che ci pensavo e non credevo fosse cosi facile tra virgolette fare una localizzazione del genere.

grazie come al solito sei stato gentilissimo e chiaro. Mi faro una cultura con i palloni sonda, mi hai stuzzicato un po la fantasia.

Ti voglio dire una cosa r5000, meno male che ci sono ancora persone come te ;)

Pietro
hey krapac t vengono ceret idee hihihi non sarebbe male piazzare dei piccoli tx da qualke milliwatt nascosti tra le boscaglie si potrebbe organizzare una gara !!!
mi piacciono ste cose !!  :up: :up: :up: :up: :up: :up: :grin: :grin: :grin: :grin:
Yaesu ft 1000MP YAGI 7 ELEMENTI 10-15-10 FULL SIZE , 3 el 50 mhz home made, yaesu ft817, yaesu ft100d Kenwood ts140
dipoli 40-80 full size amplificatore fl2100b
YAGI 9 +9  ELEMENTI VHF- 9+19 V-UHF PER SAT

krapac

  • Visitatore
Re: Triangolazione per localizzazione radio.
« Risposta #18 il: 11 Agosto 2009, 20:28:24 »
Suggerisco di farlo con un portatile da qualche parte cosi uniamo l'utile al diluente, e ci facciamo anche una camminatina, che male non ci fà. :dance:

Pietro