Lineare jumbo aristocrat

Aperto da Razdegan, 03 Giugno 2023, 13:40:55

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Razdegan

Ho un problema con questo apparecchio quando inserisco il preamplificatore d'antenna aumenta il segnale ma' si sente parecchio rumore di alternata, i condensatori di alimentazione sono stati sostituiti i 2 dell'anodica da 100 mf 500v e 1 da 100 mf 25v che dovrebbero essere per alimentare il preampli d'antenna, non so'  cosa può  dipendere....

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile



r5000

Citazione di: Razdegan il 03 Giugno 2023, 13:40:55Ho un problema con questo apparecchio quando inserisco il preamplificatore d'antenna aumenta il segnale ma' si sente parecchio rumore di alternata, i condensatori di alimentazione sono stati sostituiti i 2 dell'anodica da 100 mf 500v e 1 da 100 mf 25v che dovrebbero essere per alimentare il preampli d'antenna, non so'  cosa può  dipendere....

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile
73 a tutti, non ho lo schema sotto mano ma escludo che l'alimentazione del preampli dipende dal circuito ad alta tension per l'anodica,  più facile che utilizza un secondario separato o la tensione di filamento ma in ogni caso bisogna  vedere se il rumore è dovuto al preampli o a disturbi pescati dall'antenna, prima di tutto  và provato in ricezione senza antenna con una resistenza come carico fittizio, così escludi disturbi esterni e dipende dal preamplificatore, poi schema alla mano si verifica il circuito se corrisponde e come è alimentato, non è da escludere un'interferenza sull'alimentazione dovuta a qualche altro alimentatore  che  si sovrappone all'alimentazione del preampli ma prima và provato senza antenna e poi si prosegue nella ricerca...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

AZ6108

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

Razdegan

Si lo schema e'  quello, l'alimentazione e fornita da un altro secondario, viene raddrizzata con un solo diodo 4007 e condensatore 100 mf 25v, con il carico  fittizio, si sente questo rumore.
Proverei a sostituire tutti i diodi, ed condensatori elettrolitici, ma,' non saprei se' il problema e quello.
Una domanda, con un solo diodo e condensatore, non e' troppo poco, il taglio della semionda, e basso filtraggio, per il preampli?
Se' gli mettessi un alimentatore a parte??

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile



AZ6108

potresti provare ad aggiungere un regolatore 78Lxx e qualche. condensatore al preamp
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

Geremia

Io, se fossi in te, ricontrollerei tutte le saldature sulla schedina del premplificatore e, quando scrivo tutte, significa tutt
e, vista l'eta' e le temperature raggiunte all'interno. Per aiutarti ti lascio l'immagine della scheda :

Poi, sempre vista l'eta', per sicurezza, sostituirei i  condensatori A.T con atri di qualita' con basso ESR della Facon e, visto che ci sei alche il condensatore C3 da 1000uF/25V. Dopo tanti anni l'elettrolita puo' essersi seccato parzialmente.

S = k * log W


Razdegan

Citazione di: Geremia il 03 Giugno 2023, 16:41:29Io, se fossi in te, ricontrollerei tutte le saldature sulla schedina del premplificatore e, quando scrivo tutte, significa tutt
e, vista l'eta' e le temperature raggiunte all'interno. Per aiutarti ti lascio l'immagine della scheda :

Poi, sempre vista l'eta', per sicurezza, sostituirei i  condensatori A.T con atri di qualita' con basso ESR della Facon e, visto che ci sei alche il condensatore C3 da 1000uF/25V. Dopo tanti anni l'elettrolita puo' essersi seccato parzialmente.
Non trovo il c3 da 1000mf vorresti dire 100 mf 25v?


inviato SM-N960F using rogerKapp mobile



Amleto

Buonasera "Razdegan" per te e per tutti i partecipanti e presenti.

Concordo con tutte le indicazioni fornite dai valenti colleghi che mi hanno preceduto ed assolutamente senza  sovrappormi vorrei aggiungere qualche altra mia personale considerazione.

Per completezza d'informazione da parte tua sarebbe stato interessante sapere se, la presenza di Ronzio di Alternata ("Ripple") che stai segnalando, si sia manifestata gradualmente nel tempo oppure sia comparsa all'improvviso dopo un'accensione e da allora sia rimasta presente.

Sono due diverse condizioni di manifestazione del difetto e la differenza tra le due, a prescindere dalla vetustà del dispositivo in argomento, può indirizzare più agevolmente l'analisi di chi s'impegna nell'aiutare e consigliare soluzioni mirate verso una delle due diverse origini, infatti:

- La gradualità in crescendo nel tempo del Ronzio ("Ripple") è il chiaro sintomo
  dell'invecchiamento progressivo delle forti Capacità Elettrolitiche di Filtro del "Ripple"
  (C1/C2 2x100mF/500V) poste a valle del Ponte Diodi di Raddrizzamento (1N4007x8 / 1A-1000V), sul
  Secondario ad Alta Tensione ed anche della Capacità di Filtro del "Ripple" (C3-100mF 25V) a
  valle del Diodo D9 (1N4007) sul Secondario a Bassa Tensione.

  La soluzione più semplice ed intuitiva è il Controllo e la sostituzione delle Capacità
  Elettrolitiche che da sempre, essendo più soggette ad invecchiamento, sono all'origine di anomalie
  come quella che hai segnalato.
  Poi, verificato il risultato della sostituzione, passare in conseguenza alla ricerca di possibili
  altre cause.


- L'improvvisa comparsa del Ronzio "Ripple" all'accensione porta a pensare che, per le
  ripetute Accensioni/Spegnimenti, basta che sia avvenuto il cedimento (Cortocircuito, Interruzione,
  Basso Isolamento) anche di uno soltanto degli Otto Diodi del Ponte in Alta Tensione; infatti, in
  questo caso verrebbe introdotta una maggiore quota di "Ripple" sulla Corrente AT Raddrizzata
  che, attraverso il nodo di collegamento alla Massa Comune lo "0" (Negativo) dell'intero
  circuito
e quindi anche in arrivo nel circuito del sensibile MOSFET MEM564C
  Amplificatore in Ricezione  .

  Questa è l'anomalia più subdola ed imprevedibile che comporta il controllo dei Diodi e la
  sostituzione di quelli in Perdita e/o in Corto circuito soprattutto in considerazione delle Elevate
  Tensioni di Lavoro.

  Inoltre, a margine, mi pare corretto anche aggiungere che i Diodi impiegati nei Ponti di
  Raddrizzamento in Alta Tensione, durante il ciclo di commutazione, al cambio di polarità delle
  Semionde, sono soggetti per qualche nanosecondo a forte stress per picchi di tensione inversa e
  quindi, per proteggerli, è consigliabile adottare in parallelo ad ognuno di essi un Condensatore
  Ceramico da 0.1nF/1KV con il beneficio aggiuntivo di una riduzione dei disturbi parassiti dovuti
  alla rumorosità di commutazione complessiva del Ponte di Raddrizzamento.
  (Questi sono costi aggiuntivi che, purtroppo, non tutti i produttori sono disponibili ad accettare)

 
Come sempre saluto ed auguro successo nella speranza di essermi reso comunque utile alla discussione.

AMLETO 
 
 
Il "DUBBIO", "Metodico" ("Cartesiano") ed "Iperbolico" ("Amletico"), se CONTROLLATI, si possono Positivamente considerare definizioni alternative di "Curiosità" e/o "Libero Arbitrio" ;  doti che, animando l'Essere Umano, hanno contribuito allo sviluppo della Civiltà e della Conoscenza .
Se INCONTROLLATI, tragicamente purtroppo, sono i prodromi di "Crisi di Panico" o di "Pazzia".

r5000

73 a tutti, concordo, da schema il condensatore c3 è da 100µF ed è plausibile visto il basso assorbimento del preamplificatore, di regola con l'oscilloscopio alla mano si misura il ripple e se presente và controllato l'assorbimento ma visto che parliamo di lineare a valvole con tensioni di lavoro molto pericolose non metterci le mani se non sai bene come fare,  la soluzione di cambiare gli elettrolitici  (e i diodi...) senza fare misure in questo caso è preferibile propio per la pericolosità nel fare le misue, altra soluzione è di scollegare il trasformatore e alimentare solo il preampli con un'altro alimentatore  giusto per capire se il rumore arriva dall'alimentazione o è un problema del preamplificatore (scarsa schermatura, autooscillazioni, sovraccarico da segnali broadcasting ecc... ) che potrebbe anche non avere guasti ma con i disturbi attuali di fatto è inutilizzabile...
ps:qualsiasi cosa vuoi provare considera sempre che c'è alta tensione e si devono mantenere distanze e isolamenti adeguati all'alta tensione rf, fili che passano vicino alle valvole ecc... plastica che si scioglie con il calore ecc... sono da valutare prima di scoprire che ha preso fuoco qualcosa perchè non era adatto e sembrerà eccessivo ma ne ho visto di tutti i colori , ad esempio nastro isolante che sbandiera e scarica  a massa perchè quando è sporco di polvere l'arco parte e la plastica brucia come carta con il fiammifero, le potenze in gioco non sono banali e il rischio di far danni è concreto e vanno prese tutte le precauzioni del caso...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

Razdegan

Voglio precisare che l'apparecchio in questione è stato preso usato, e non conosco la sua storia, noto ché i condensatori sono stati sostituiti,  non so' da quanto tempo, ma non sono gli originali.
Ho un po' di difficoltà a trovare i 100mf 500v, se'  gli mettessi 2 x  200mf 350 v  in serie, andrebbero ugualmente bene?

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile


r5000

#10
Citazione di: Razdegan il 05 Giugno 2023, 10:27:58Voglio precisare che l'apparecchio in questione è stato preso usato, e non conosco la sua storia, noto ché i condensatori sono stati sostituiti,  non so' da quanto tempo, ma non sono gli originali.
Ho un po' di difficoltà a trovare i 100mf 500v, se'  gli mettessi 2 x  200mf 350 v  in serie, andrebbero ugualmente bene?

invisato SM-N960F using rogerKapp mobile
73 a tutti, a naso quei condensatori sono comunque datati, se durante il funzionamento si scaldano o con il tester segnano un esr elevato vanno sostituiti, se ne metti due in serie uguali ok ma per andare sul sicuro ci và una resistenza in parallelo ad ogni condensatore per bilanciarli e  bisognerebbe calcolare la capacità per compensare il ripple dovuto al consumo delle resistenze, anche la potenza e il valore delle resistenze vanno calcolate in base alla tensione anodica , senza misure direi 470 kohm 5 watt per ogni resistenza  ma se la tensione supera i 500 volt direi 820 kohm da 5 watt... 
Ps: sul discorso tensione di lavoro c'è sempre il rischio che se un condensatore và in corto l'altro lavora a tensione anodica e usare condensatori da 350 volt  a 500 volt non è una buona idea, la resistenza in parallelo al condensatore  se cortocircuita dal condensatore  non esiste più e il botto è assicurato,  quindi se non si trovano i condensatore di ad alta tensione e bisogna metterli in serie è buona regola usarne tanti di capacità maggiore ma se uno và in corto gli altri sopportano la tensione di lavoro maggiore, quindi invece di due condensatori è meglio usare 4 condensatori , infatti negli amplificatori grossi usano batterie di condensatori , vuoi per l'elevata tensione di lavoro (2-5kv o più) e per limitare i danni in caso di guasti...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

AZ6108

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin




AZ6108

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

Razdegan

Citazione di: AZ6108 il 05 Giugno 2023, 23:16:19va bene, ma sei tu ad aver scritto di aver difficoltà a trovarli, li hai trovati, bene
Stranamente,  nella ricerca, sul web sono apparsi da un venditore, proprio gli originali facon

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile


Geremia

#16

Ecco C3 da 1000uF/25V.
Per i condensatori da 100uF/500V consiglio i Facon assiali e non altri verticali vista la disposizione sulla scheda.
S = k * log W

Razdegan

Citazione di: Geremia il 06 Giugno 2023, 11:11:49
Ecco C3 da 1000uF/25V.
Per i condensatori da 100uF/500V consiglio i Facon assiali e non altri verticali vista la disposizione sulla scheda.
Su un altro schema il c3 risulta da 100 mf 25v ,.... non si capisce... perché

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile


Geremia

Visto che fa da tank per i 12V, C3 io lo metterei da 1000uF. Male non fa'.
S = k * log W


AZ6108

Citazione di: Geremia il 06 Giugno 2023, 14:33:12Visto che fa da tank per i 12V, C3 io lo metterei da 1000uF. Male non fa'.

anche perché gli schemi di vari lineari dell'epoca (e non solo CTE) esistono in varie versioni, e dipendono dal periodo di produzione
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

Razdegan

Effettivamente i valori sono diversi, chi mi da una copia il pdf del vecchio modello jumbo ??
Vorrei stamparlo e tenerlo tra i schemi

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile


AZ6108

Citazione di: Razdegan il 06 Giugno 2023, 17:09:57Effettivamente i valori sono diversi, chi mi da una copia il pdf del vecchio modello jumbo ??
Vorrei stamparlo e tenerlo tra i schemi

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile

vedi se questo



corrisponde al tuo

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

Razdegan

Citazione di: AZ6108 il 06 Giugno 2023, 17:17:54vedi se questo



corrisponde al tuo
Si,  sembra questo, grazie.

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile


Razdegan

Oggi mi sono arrivati i Facon da 100 mf 500v originali, speriamo bene!!

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile


AZ6108

Valuta anche la sostituzione di C3 e D9
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

Razdegan

Citazione di: AZ6108 il 07 Giugno 2023, 19:36:08Valuta anche la sostituzione di C3 e D9
Si, il C3 da 1000 mf  lo si trova facilmente, quello assiale devo faticare un po' con un giro di telefonate, i 4007 ho il cassetto pieno

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile



AZ6108

Citazione di: Razdegan il 07 Giugno 2023, 21:59:51Si, il C3 da 1000 mf  lo si trova facilmente, quello assiale devo faticare un po' con un giro di telefonate, i 4007 ho il cassetto pieno

ottimo ! Se poi ti servisse un wattmetro (e rosmetro) più preciso dei soliti, dai un'occhiata qui

http://electronics-diy.com/electronic_schematic.php?id=952
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

Razdegan

Citazione di: AZ6108 il 06 Giugno 2023, 14:41:57anche perché gli schemi di vari lineari dell'epoca (e non solo CTE) esistono in varie versioni, e dipendono dal periodo di produzione
Si' però  da 100 mf a 1000mf,  2 schemi diversi, entrambi per alimentare il preamplificatore,  mi sembra poco probabile il 100 mf.

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile


AZ6108

Citazione di: Razdegan il 09 Giugno 2023, 14:35:24Si' però  da 100 mf a 1000mf,  2 schemi diversi, entrambi per alimentare il preamplificatore,  mi sembra poco probabile il 100 mf.

ci sta anche che una versione dello schema contenga un errore di stampa...
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

Razdegan

Un'altra, cosa la regolazione del compensatore c20, che dovrebbe essere una sorta di neutralizzazione, tra la El 34, e le finali El519, da dove si effettua, non vedo dove infilare un cacciavite......

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile



Geremia

#30
Ma cosa mi tocca leggere !.
C20 e L7 costituiscono un circuito parallelo che serve per accordare l'uscita della EL34 con l'ingresso di catodo delle due EL519.
Altro che neutralizzazione, in questo circuito con entrata di catodo non esiste neutralizzazione da fare. Diverso sarebbe se si entrasse di griglia.
Non esiste neutralizzazione in quanto la potenza in ingresso si somma a quella amplificata dai tubi.
Pout = Pin x (1+A) dove A e' il fattore di amplificazione del tubo.
Inoltre la neutralizzazione si fa sul tubo e non fra un tubo e l'altro e serve per annullare le capacita' parassite introducendone un'altra in opposizione in modo da cancellare la probabilita' di un'autoscillazione che distruggerebbe il tubo.

C20 e' in profondita'.
Una lettura del manualino "radiotecnica per radioamatori" di Nerio Neri sarebbe auspicabile.

S = k * log W

Razdegan

Citazione di: Geremia il 10 Giugno 2023, 13:39:10Ma cosa mi tocca leggere !.
C20 e L7 costituiscono un circuito parallelo che serve per accordare l'uscita della EL34 con l'ingresso di catodo delle due EL519.
Altro che neutralizzazione, in questo circuito con entrata di catodo non esiste neutralizzazione da fare. Diverso sarebbe se si entrasse di griglia.
Non esiste neutralizzazione in quanto la potenza in ingresso si somma a quella amplificata dai tubi.
Pout = Pin x (1+A) dove A e' il fattore di amplificazione del tubo.
Inoltre la neutralizzazione si fa sul tubo e non fra un tubo e l'altro e serve per annullare le capacita' parassite introducendone un'altra in opposizione in modo da cancellare la probabilita' di un'autoscillazione che distruggerebbe il tubo.

C20 e' in profondita'.
Una lettura del manualino "radiotecnica per radioamatori" di Nerio Neri sarebbe auspicabile.
questo ovviamente va' regolato per la massima potenza?


inviato SM-N960F using rogerKapp mobile


AZ6108

Citazione di: Razdegan il 11 Giugno 2023, 11:55:10questo ovviamente va' regolato per la massima potenza?

prima accordi lo stadio di uscita con i variabili sul frontale, poi aggiusti l'accoppiamento tra pilota e finali ed infine aggiusti l'accoppiamento tra ingresso e pilota, il tutto con le necessarie pause "di raffreddamento" e, possibilmente, su carico fittizio


Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

Razdegan

Restyling con i nuovi condensatori

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile


Geremia

#34
Si, fai il passaggio 2 o 3 volte in quanto quando accordi il pi-greco di uscita puo' variare l'accordo di ingresso. Mi raccomando usa un cacciavite totalmente isolato perche' sulla vite trovi la tensione anodica dell'EL34 e non devi fare cortocircuiti con la scatola.
S = k * log W

r5000

Citazione di: Geremia il 11 Giugno 2023, 14:36:50Si, fai il passaggio 2 o 3 volte in quanto quando accordi il pi-greco di uscita puo' variare l'accordo di ingresso. Mi raccomando usa un cacciavite totalmente isolato perche' sulla vite trovi la tensione anodica dell'EL34 e non devi fare cortocircuiti con la scatola.
73 a tutti, esatto, solo cacciaviti in plastica o fibra di vetro e mai in metallo con il manico isolato, non basta, se scarica a massa l'anodica come minimo ti brucia l'impedenza ma facilmente si bruciano anche i diodi e di conseguenza anche gli elettrolitici nuovi, il tutto prima che  il fusibile salta.... quando parte un arco rf le conseguenze sono imprevedibili ma senza resistenze di protezione è sicuro che i danni sono più veloci dei fusibili che alla fine saltano ma solo per non bruciare anche il trasformatore...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

AZ6108

si può ricavare un cacciavite anche da una bacchetta di plastica "da ristorante cinese" basta solo pazienza ed un minimo di manualità
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

1vr005

Citazione di: AZ6108 il 11 Giugno 2023, 15:52:12si può ricavare un cacciavite anche da una bacchetta di plastica "da ristorante cinese" basta solo pazienza ed un minimo di manualità
Sospetto che per toccare parti ad alta tensione sia meglio utilizzare prodotti commerciali garantiti e di nota affidabilità. L'autocostruzione è una bella cosa ma senza sapere esattamente quali siano le proprietà del materiale utilizzato si rischia. Ad esempio, se sono nere e il colore è ottenuto tramite particelle di carbonio nella mescola? Sarà isolante quanto spero e quanto basta per non finire al camposanto o lasciarci due dita carbonizzate?

Geremia

#38
Il problema e' che la taratura va fatta con amplificatore acceso e quindi se per caso con un dito tocchi l'anodica  non e' come la scarica di un condesatore AT, il trasformatore continua a pompare corrente e tu ci puoi rimenere attaccato nel peggiore dei casi. A me e' capitato, quando ero giovane e riparavo gli amplificatori CB a valvole esattamente questo nel tarare l'accordo tra due tubi driver e lo stadio finale a 6 tubi. Avevo un cacciavite isolato ma mi e' scivolata la mano e il dito indice e' venuto a contatto con i 1000V dell'anodica presenti sull'accordo intermedio. Sono stato molto fortunato, dalla botta sono volato dall'altra parte della stanza, la lingua si era ingrossata e non riuscivo a parlare e tutti i peli del braccio destro erano completamente bruciati. Ripeto che sono stato molto fortunato perche' il trasformatore continuava a erogare energia ad alta tensione rischiando di rimanerci attaccato. I fusibili sulla 220Vac non sono intervenuti e nemmeno il magnetotermico di rete. Quindi, usare anche guanti isolanti. Parliamo del 1973 e ancora adesso  porto i segni del contatto con un buco sul dorso del dito indice .
Non si scherza, si rischia la vita !
S = k * log W

r5000

Citazione di: 1vr005 il 11 Giugno 2023, 16:04:45Sospetto che per toccare parti ad alta tensione sia meglio utilizzare prodotti commerciali garantiti e di nota affidabilità. L'autocostruzione è una bella cosa ma senza sapere esattamente quali siano le proprietà del materiale utilizzato si rischia. Ad esempio, se sono nere e il colore è ottenuto tramite particelle di carbonio nella mescola? Sarà isolante quanto spero e quanto basta per non finire al camposanto o lasciarci due dita carbonizzate?
73 a tutti, giusta riflessione, con l'alta tensione non si scherza , in particolare quando la potenza in gioco è elevata, se parliamo di alta tensione ma circolano al massimo pochi mA ci si può permettere di toccare anche 50kv per esempio con un trasformatore di Tesla ma quando ci sono alimentatori da centinaia di watt e la tensione supera i 100 volt diciamo che vanno prese tutte le precauzioni e uno sbaglio può costare caro, sul discorso cacciavite in plastica o vetronite (più facile da costruire e più robusto se i variabili sono duri da muovere...) si comprano già fatti ma se serve subito o non si trova  in vendita l'autocostruzione si può fare a patto di sapere esattamente cosa fare e poi si testa in sicurezza se quanto costruito funziona correttamente, quindi se serve un cacciavite si costruisce con una striscia di circuito stampato senza tracce di rame e poi lo si testa con un multimetro e un generatore di alta tensione,  se con  i 30 kv di un trasformatore eat il multimetro non misura nulla è sicuro anche con  2-3 kv di anodica, l'importante è non improvvisare senza aver testato in modo sicuro il cacciavite...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

cimabue

è gia stato detto molte volte, ma ricordarlo non fa mai male.
Per lavorare su apparecchiature sotto tensione, in questo caso alta tensione, bisogna adottare una doppia protezione,
quindi guanti isolati e attrezzi isolati.
In questo caso, classe di protezione 0 (zero) che è al limite dell'utilizzo esendo 1000 volt.

Razdegan

Citazione di: cimabue il 12 Giugno 2023, 00:28:40è gia stato detto molte volte, ma ricordarlo non fa mai male.
Per lavorare su apparecchiature sotto tensione, in questo caso alta tensione, bisogna adottare una doppia protezione,
quindi guanti isolati e attrezzi isolati.
In questo caso, classe di protezione 0 (zero) che è al limite dell'utilizzo esendo 1000 volt.
Sono un tecnico tv  dal 1975 ad oggi non sono deceduto, ho lavorato con tensioni prossime ai 25kv, non preoccupatevi!!

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile


Razdegan

Citazione di: AZ6108 il 11 Giugno 2023, 12:14:05prima accordi lo stadio di uscita con i variabili sul frontale, poi aggiusti l'accoppiamento tra pilota e finali ed infine aggiusti l'accoppiamento tra ingresso e pilota, il tutto con le necessarie pause "di raffreddamento" e, possibilmente, su carico fittizio
Questa non l'ho  capita,... tra ingresso e' pilota, che cosa significa, cosa devo regolare??

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile


AZ6108

#43
Citazione di: Razdegan il 12 Giugno 2023, 22:39:47Questa non l'ho  capita,... tra ingresso e' pilota, che cosa significa, cosa devo regolare??

L4 con il rosmetro tra tx e lineare, fa parte del pi greco per l'accordo di ingresso, giusto come nota, considera che la EL34 ha un fattore di amplificazione pari circa ad 11 ed una dissipazione di placca di 25W, quindi evita di sovrapilotarla


Ad ogni modo... come va ora il preamp ?


Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

r5000

Citazione di: Razdegan il 12 Giugno 2023, 22:36:11Sono un tecnico tv  dal 1975 ad oggi non sono deceduto, ho lavorato con tensioni prossime ai 25kv, non preoccupatevi!!

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile
73 a tutti, anch'io ho avuto a che fare con i 25 kv staccando la ventosa dal cinescopio e sono ancora quì a scrivere ma un conto è l'energia che può dare un trasformatore eat e un conto è l'anodica di un'amplificatore da 500 watt,  non lo racconti se ti scarichi addosso i condensatori carichi...  mai sottovalutare e prendere alla leggera  il rischio è reale, poi se hai già lavorato con le tv a valvole un'idea te la sei fatta vedendo i buchi e le bruciature che l'alta tensione faceva nei trasformatori , cavi e ventose, con l'umidità erano tra i guasti più comuni...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

Amleto

Buongiorno per tutti i presenti e partecipanti.

Mi sia consentito di completare tutto il discorso speso sui richiami all'attenzione verso i rischi di operare con le Tensioni Elevate e con tutto il rispetto dovuto anche verso l'esperienza operativa per motivi di lavoro, dichiarata da "Razdegan" poiché penso, infatti, che "calzi a pennello" e vada sempre adottato l'antico adagio : "Repetita Juvant".

Piuttosto, ciò che mi pare emerga dalla ultima serie d'interventi di "Razdegan" è che non sia stato ancora acquisito con chiarezza il concetto che, per il corretto funzionamento del Lineare in discussione, sia estremamente importante che si debbano effettuare più volte e progressivamente, in sequenza, per il massimo rendimento, gli accordi delle tre sezioni:

1) Sezione d'Ingresso tra Trasmettitore e Lineare con la Bobina "L4" portando al minimo il Valore del
   R.O.S.;

2) Sezione Centrale tra la Preamplificatrice "EL34" e le due "Finali EL509/519" con la rete
   "C20","L7" operando sul "C20" e portando il valore di potenza in uscita progressivamente al miglior
   valore;

3) Sezione Finale di Uscita, da regolare sul Carico Finale (Antenna) con la configurazione del Pi
   Greco
"L10","L11" e "C26,"C27" azionando, per la Massima Potenza, le Manopole sul frontale dell'apparato.

Spero mi sia perdonata la presunzione ma, le perplessità emerse leggendo certe considerazioni, mi hanno spinto a questo intervento con l'idea di fare maggior chiarezza sulla "sequenza" e sul "perché" di certe operazioni da effettuare.

Sia gradito un cordiale e sentito saluto.

AMLETO
Il "DUBBIO", "Metodico" ("Cartesiano") ed "Iperbolico" ("Amletico"), se CONTROLLATI, si possono Positivamente considerare definizioni alternative di "Curiosità" e/o "Libero Arbitrio" ;  doti che, animando l'Essere Umano, hanno contribuito allo sviluppo della Civiltà e della Conoscenza .
Se INCONTROLLATI, tragicamente purtroppo, sono i prodromi di "Crisi di Panico" o di "Pazzia".

Razdegan

Citazione di: AZ6108 il 12 Giugno 2023, 23:39:13L4 con il rosmetro tra tx e lineare, fa parte del pi greco per l'accordo di ingresso, giusto come nota, considera che la EL34 ha un fattore di amplificazione pari circa ad 11 ed una dissipazione di placca di 25W, quindi evita di sovrapilotarla


Ad ogni modo... come va ora il preamp ?
Ora con il 1000 mf 40v in preampli  è  silenzioso.

inviato SM-N960F using rogerKapp mobile


AZ6108

Citazione di: Razdegan il 13 Giugno 2023, 19:01:48Ora con il 1000 mf 40v in preampli  è  silenzioso.

ottimo, quindi il problema lamentato è stato risolto
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin