Scatole per circuiti

Aperto da 1vr005, 12 Giugno 2023, 09:06:36

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 3 Visitatori stanno visualizzando questa discussione.

1vr005

Buondì a tutti. Ultimamente ho il pallino di assemblare un paio di frequenzimetri usando dei moduli cinesi da 10 euro a 6 cifre come questi.
modulo_frequenzimetro.png
Una volta nei negozi di elettronica locali vedevo esposte delle scatole, sia di metallo sia di plastica per circuiti elettronici, con appositi fori di aerazione che ora non trovo più sugli scaffali. Vorrei chiedere qualche consiglio su dove reperire scatole di quel tipo e usando quali termini di ricerca. Con le ricerche che ho effettuato non mi è uscito niente che mi paia idoneo. Ma esistono ancora?
Circa come prelevare le frequenze da misurare, preferisco evitare i due pl sul frequenzimetro e provare a usare le 5 spire avvolte attorno a un wire con polo caldo come nello Zetagi C57 o una bobina in aria vicina a uno dei connettori ma sul lato interno in modo che catturi qualcosa, ma anziché forare tutte le radio, penso di mettere il tutto nei vari rosmetri/wattmetri che ho in giro per casa, con connettore rca femmina sul retro. Alla fine, ho sempre un rosmetro in linea, mentre gli apparati variano, e la cosa più sensata mi sembra questa. Anziché una ventina di radio, buco tre rosmetri. Infatti mi basta misurare la frequenza in fase di trasmissione.


AZ6108

#1
già visto qui ?

https://www.teko.it/

p.s.

per prelevare la RF se proprio vuoi usare una sonda induttiva, potresti costruirne una usando un toroide, uno spezzone di coassiale ed un paio di connettori, qualcosa di simile a quanto visibile qui

 http://electronics-diy.com/electronic_schematic.php?id=952

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

1vr005

Citazione di: AZ6108 il 12 Giugno 2023, 09:34:57già visto qui ?

https://www.teko.it/

p.s.

per prelevare la RF se proprio vuoi usare una sonda induttiva, potresti costruirne una usando un toroide, uno spezzone di coassiale ed un paio di connettori, qualcosa di simile a quanto visibile qui

 http://electronics-diy.com/electronic_schematic.php?id=952
OK grazie. A quanto vedo questi non fanno dettaglio. Ma mostrano un bel repertorio di cose per interpretare gli annunci online. Dalle foto dei prodotti online infatti non si capisce quanto pesano, quale sia la rigidità eccetera.
Circa prelevare il segnale, prima di tutto provo a replicare la costruzione interna del frequenzimetro che ho, nel quale ci sono due so-239 fissati alla scatola metallica e un filo di rame unisce internamente i due poli caldi. C'è un filo isolato che parte dal circuito, fa 5 giri stretti attorno a quel filo fra i due poli caldi e torna al circuito. Se ci sono spazi e connessioni abbastanza lunghe, mi sembra molto semplice replicare questa cosa nei vari rosmetri/wattmetri, sempre se poi il modulo cinese è abbastanza sensibile da produrre risultati con i livelli di segnale che si ottengono in quel modo.
Prevedo che il 99,9% delle difficoltà saranno di carattere più pratico, ad esempio come tagliare nella scatola una finestra per il display del frequenzimetro facendo tagli dritti e senza sbavature e angoli a 90 gradi, come fissare internamente il modulo in modo che il display vada dritto di fronte all'apertura, e come fissare internamente un modulino lm7809 (se necessario) in modo che stia fermo e non vada di qua e là, come far passare un cavetto di alimentazione senza dover comprare 20 euro di pressacavi per usarne uno e tenermi gli altri 49 per i prossimi 40 anni eccetera.

AZ6108

Citazione di: 1vr005 il 12 Giugno 2023, 10:22:04OK grazie. A quanto vedo questi non fanno dettaglio. Ma mostrano un bel repertorio di cose per interpretare gli annunci online. Dalle foto dei prodotti online infatti non si capisce quanto pesano, quale sia la rigidità eccetera.
Circa prelevare il segnale, prima di tutto provo a replicare la costruzione interna del frequenzimetro che ho, nel quale ci sono due so-239 fissati alla scatola metallica e un filo di rame unisce internamente i due poli caldi. C'è un filo isolato che parte dal circuito, fa 5 giri stretti attorno a quel filo fra i due poli caldi e torna al circuito. Se ci sono spazi e connessioni abbastanza lunghe, mi sembra molto semplice replicare questa cosa nei vari rosmetri/wattmetri, sempre se poi il modulo cinese è abbastanza sensibile da produrre risultati con i livelli di segnale che si ottengono in quel modo.
Prevedo che il 99,9% delle difficoltà saranno di carattere più pratico, ad esempio come tagliare nella scatola una finestra per il display del frequenzimetro facendo tagli dritti e senza sbavature e angoli a 90 gradi, come fissare internamente il modulo in modo che il display vada dritto di fronte all'apertura, e come fissare internamente un modulino lm7809 (se necessario) in modo che stia fermo e non vada di qua e là, come far passare un cavetto di alimentazione senza dover comprare 20 euro di pressacavi per usarne uno e tenermi gli altri 49 per i prossimi 40 anni eccetera.

tieni i fili CORTI ed usa un coassiale o una tratta di stampato per mantenere la corretta impedenza, evita gli esempi come quello che hai citato

Per quanto riguarda teko ti basta trovare un rivenditore

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin


r5000

Citazione di: 1vr005 il 12 Giugno 2023, 09:06:36Buondì a tutti. Ultimamente ho il pallino di assemblare un paio di frequenzimetri usando dei moduli cinesi da 10 euro a 6 cifre come questi.
modulo_frequenzimetro.png
Una volta nei negozi di elettronica locali vedevo esposte delle scatole, sia di metallo sia di plastica per circuiti elettronici, con appositi fori di aerazione che ora non trovo più sugli scaffali. Vorrei chiedere qualche consiglio su dove reperire scatole di quel tipo e usando quali termini di ricerca. Con le ricerche che ho effettuato non mi è uscito niente che mi paia idoneo. Ma esistono ancora?
Circa come prelevare le frequenze da misurare, preferisco evitare i due pl sul frequenzimetro e provare a usare le 5 spire avvolte attorno a un wire con polo caldo come nello Zetagi C57 o una bobina in aria vicina a uno dei connettori ma sul lato interno in modo che catturi qualcosa, ma anziché forare tutte le radio, penso di mettere il tutto nei vari rosmetri/wattmetri che ho in giro per casa, con connettore rca femmina sul retro. Alla fine, ho sempre un rosmetro in linea, mentre gli apparati variano, e la cosa più sensata mi sembra questa. Anziché una ventina di radio, buco tre rosmetri. Infatti mi basta misurare la frequenza in fase di trasmissione.
73 a tutti, in rete si trovano ancora molti produttori e venditori on line, il problema è il costo ( è sempre stato così, anche 30 anni fa' costava di più il mobile dell'amplificatore in kit...) e capire senza vederlo sul bancone del negozio se è come sembra  dal PC... mi è capitato di prendere delle scatoline da AliExpress esteticamente sono uguali precise a quelle prese in negozio ma  gli spessori sono inferiori  e anche se vanno bene per tenerci gli SMD  dubito che dureranno come quelli che ho preso 10 anni fa' in c&d... Comunque per i miei circuiti recupero tutto il possibile, scatole di decoder, router ecc... sono più che adatti, se serve una scatola schermata le immancabili scatolette del tonno si tagliano e saldano a misura, certamente non hanno l'estetica dei contenitori hifi2000 ma costano solo lo stagno per costruirli... per la sonda una ferrite a clips sul cavo rg58 che dall'apparato và al rosmetro  con un paio di spire pesca abbastanza segnale da misurare cosa trasmetti ma considera sempre un errore di misura dovuto a interferenze ecc... che non puoi eliminare se non collegando direttamente il frequenzimetro...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

AZ6108

Citazione di: AZ6108 il 12 Giugno 2023, 10:33:20tieni i fili CORTI ed usa un coassiale o una tratta di stampato per mantenere la corretta impedenza, evita gli esempi come quello che hai citato

Per quanto riguarda teko ti basta trovare un rivenditore

https://www.teko.it/it/distributori

 [emoji13]
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin


1vr005

Grazie. Ora ho qualche dritta da tenere in mente.
Non avevo pensato al recupero di scatole di vecchi gingilli già in giro per casa. In effetti ho la carcassa di una vecchia radiosveglia. Se la finestra del display corrispondesse almeno approssivamente, potrei riutilizzarla. Da qualche parte ho anche un paio di router in cui ci potrebbero stare diverse cose. Potrebbe non essere necessario utilizzare una scatola apposita per kit.


1vr005

Circa quella pagina dei distributori, non ne esce una lista ma bisogna inviare un messaggio a non si sa chi fornendo i propri dati. Se ci fosse un elenco e me li contatto io lo farei, ma così non mi piace. Ho già abbastanza call center che mi chiamano minimo quattro volte al giorno malgrado app di blocco, black list e registro delle opposizioni.  [emoji1]

ik2cnf

Io avevo anni fa comprato dei contenitori metallici della Fischer alla Reichelt.
Hanno varie marche (anche la Teko) e un bel catalogo consultabile online o scaricabile come pdf (sono 1996 pagine, solo in tedesco). Vale la pena di sfogliarlo per la marea di materiale che hanno.

Per le scatole devi cercare sotto le voci Componenti -> Componenti, meccanici -> Custodie, la pagina di partenza  è questa.

73 Maurizio

1vr005

Costa veramente una follia quella roba.
Credo che, in sostituzione, userò una scatola di legno da market cinese. [emoji1]

AZ6108

#10
Citazione di: 1vr005 il 14 Giugno 2023, 17:21:33Costa veramente una follia quella roba.
Credo che, in sostituzione, userò una scatola di legno da market cinese. [emoji1]

una follia ?

https://www.reichelt.de/it/it/alloggiamenti-serie-cabina-134-x-129-x-47-mm-teko-011-p34070.html?&trstct=pol_4&nbc=1

coperchi in ABS, pannello frontale e posteriore in alluminio...

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

1vr005

Citazione di: AZ6108 il 14 Giugno 2023, 21:53:27una follia ?

https://www.reichelt.de/it/it/alloggiamenti-serie-cabina-134-x-129-x-47-mm-teko-011-p34070.html?&trstct=pol_4&nbc=1

coperchi in ABS, pannello frontale e posteriore in alluminio...
In termini assoluti non è un granché, ma come segnalava r5000, costa più del circuito che ci dovrei inserire. Ma è mai possibile che anche nei prodotti commerciali paghiamo 45 di prodotto e 55 di involucro? Dubito proprio. Curioso comunque. Vada la scatola di legno cinese. Costa un paio di euro e se sbaglio qualcosa nel taglio dell'apertura per il display non mi mordo le dita. [emoji1]
In questa cosa non ho nessuna esigenza di rappresentanza e mi va bene una cosa che svolga semplicemente la funzione.

r5000

Citazione di: 1vr005 il 14 Giugno 2023, 22:14:42In termini assoluti non è un granché, ma come segnalava r5000, costa più del circuito che ci dovrei inserire. Ma è mai possibile che anche nei prodotti commerciali paghiamo 45 di prodotto e 55 di involucro? Dubito proprio. Curioso comunque. Vada la scatola di legno cinese. Costa un paio di euro e se sbaglio qualcosa nel taglio dell'apertura per il display non mi mordo le dita. [emoji1]
In questa cosa non ho nessuna esigenza di rappresentanza e mi va bene una cosa che svolga semplicemente la funzione.
73 a tutti, concordo, se non serve per mostrare foto da laboratorio tutto bello ordinato con il banco tirato a lucido ecc... l'importante è che funziona, la scatola secondo me serve per non mettere in corto qualcosa come succede con i circuiti provvisori volanti se poi di recupero o grezza funziona uguale...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599


fab0656

Ciao
Trovi contenitori per elettronica su Aliexpress a partire da 3€ con spese di spedizione irrisorie
73 de IU1GJK

inviato WAS-LX1A using rogerKapp mobile

73 de IU1GJK

denis751

Ciao,

forse lo avrai già detto....
Come hai realizzato le scritte ?
Sia sul frequenzimetro che sul BF amplifier sopra ?
I cimiteri sono pieni di quelli che portano la pistola senza colpo in canna....

fab0656

Citazione di: denis751 il 21 Giugno 2023, 07:55:57Ciao,

forse lo avrai già detto....
Come hai realizzato le scritte ?
Sia sul frequenzimetro che sul BF amplifier sopra ?
Ciao, io uso Autocad ma si può usare qualsiasi programma di CAD. Stampo su carta adesiva, la plastifico e poi la incollo sul frontale, tagliando con cutter da modellismo i fori. Quando uso i display, realizzo i frontali in plexiglass tagliando dal pannello in carta la finestra necessaria.
Puoi fare il tutto anche a colori

inviato WAS-LX1A using rogerKapp mobile

73 de IU1GJK

AZ6108


Giusto come idea alternativa per i pannelli, questi si possono anche realizzare utilizzando piastre per circuiti stampati, tanto per avere un'idea, questo ricevitore in kit

http://www.4sqrp.com/ozarkpatrol.php

usa tale sistema per il pannello frontale che nel caso in oggetto ha due funzioni (pannello e circuito)

http://www.4sqrp.com/kits/ozarkpatrol/ozarkpatrol_photopage.html

ovviamente nulla vieta di usare l'idea per realizzare pannelli, basta che le dimensioni corrispondano a quelle del pannello originale del contenitore [emoji1]

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

1vr005

Citazione di: r5000 il 12 Giugno 2023, 10:36:2173 a tutti, in rete si trovano ancora molti produttori e venditori on line, il problema è il costo ( è sempre stato così, anche 30 anni fa' costava di più il mobile dell'amplificatore in kit...) e capire senza vederlo sul bancone del negozio se è come sembra  dal PC... mi è capitato di prendere delle scatoline da AliExpress esteticamente sono uguali precise a quelle prese in negozio ma  gli spessori sono inferiori  e anche se vanno bene per tenerci gli SMD  dubito che dureranno come quelli che ho preso 10 anni fa' in c&d... Comunque per i miei circuiti recupero tutto il possibile, scatole di decoder, router ecc... sono più che adatti, se serve una scatola schermata le immancabili scatolette del tonno si tagliano e saldano a misura, certamente non hanno l'estetica dei contenitori hifi2000 ma costano solo lo stagno per costruirli... per la sonda una ferrite a clips sul cavo rg58 che dall'apparato và al rosmetro  con un paio di spire pesca abbastanza segnale da misurare cosa trasmetti ma considera sempre un errore di misura dovuto a interferenze ecc... che non puoi eliminare se non collegando direttamente il frequenzimetro...
Ciao. Ho provato a mandarti un mp ma non ci riesco. Potresti avere la casella piena.
Potresti spiegarmi meglio come potrei prelevare il segnale con una ferrite senza andare a forare i rosmetri e attorcigliare il filo del sensore del frequenzimetro attorno al polo caldo (a mo' di ZetaGi c57) come pensavo di fare io?

Prendere un toroide, su un lato fare due-tre spire di rg-58 tra l'apparato e il rosmetro e sul lato opposto avvolgere la coppia di fili che vanno al frequenzimetro ma saldandone i capi insieme anziché lasciarli separati come escono di fabbrica?

Nel tuo post che sto quotando hai parlato di ferrite a clip ma non ho capito come intendi che dovrei operare.

Sto provando un frequenzimetro cinese come quello di cui ho mostrato l'immagine in questo topic e semplicemente attorcigliando i due fili di ingresso segnale attorno all'rg-58 del rosmetro, mi ci vogliono 40 watt in fm per misurare la frequenza corretta e che resti stabile, decisamente troppo.

AZ6108

#18
Citazione di: 1vr005 il 07 Agosto 2023, 20:29:13Ciao. Ho provato a mandarti un mp ma non ci riesco. Potresti avere la casella piena.
Potresti spiegarmi meglio come potrei prelevare il segnale con una ferrite senza andare a forare i rosmetri e attorcigliare il filo del sensore del frequenzimetro attorno al polo caldo (a mo' di ZetaGi c57) come pensavo di fare io?

Prendere un toroide, su un lato fare due-tre spire di rg-58 tra l'apparato e il rosmetro e sul lato opposto avvolgere la coppia di fili che vanno al frequenzimetro ma saldandone i capi insieme anziché lasciarli separati come escono di fabbrica?

Nel tuo post che sto quotando hai parlato di ferrite a clip ma non ho capito come intendi che dovrei operare.

Sto provando un frequenzimetro cinese come quello di cui ho mostrato l'immagine in questo topic e semplicemente attorcigliando i due fili di ingresso segnale attorno all'rg-58 del rosmetro, mi ci vogliono 40 watt in fm per misurare la frequenza corretta e che resti stabile, decisamente troppo.

la sonda con la ferrite "clip" è come quella usata per l'amperometro RF

https://www.iz2uuf.net/wp/index.php/2016/01/24/amperometro-rf/

altro strumento utile che TUTTI dovrebbero avere ed usare

per quanto poi riguarda il procurarsele

https://www.amazon.it/s?k=ferrite+clip

considera che 15 o più ferriti, piazzate su un coassiale ravvicinate, funzionano bene come choke (anche se quelle avvolte su toroide #43 funzionano MOLTO meglio)

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin


1vr005

Citazione di: AZ6108 il 07 Agosto 2023, 21:03:09la sonda con la ferrite "clip" è come quella usata per l'amperometro RF

https://www.iz2uuf.net/wp/index.php/2016/01/24/amperometro-rf/

altro strumento utile che TUTTI dovrebbero avere ed usare
Ah, grazie. Questo è chiaro.
Credo di avere un po' di quelle ferriti in giro per casa. [emoji106] [emoji106]
Se mi permette di leggere la frequenza con non più di 3-4 watt mi va bene. Immagino che i capi dei due fili che vanno al frequenzimetro vadano saldati insieme.

r5000

Citazione di: 1vr005 il 07 Agosto 2023, 20:29:13Ciao. Ho provato a mandarti un mp ma non ci riesco. Potresti avere la casella piena.
Potresti spiegarmi meglio come potrei prelevare il segnale con una ferrite senza andare a forare i rosmetri e attorcigliare il filo del sensore del frequenzimetro attorno al polo caldo (a mo' di ZetaGi c57) come pensavo di fare io?

Prendere un toroide, su un lato fare due-tre spire di rg-58 tra l'apparato e il rosmetro e sul lato opposto avvolgere la coppia di fili che vanno al frequenzimetro ma saldandone i capi insieme anziché lasciarli separati come escono di fabbrica?

Nel tuo post che sto quotando hai parlato di ferrite a clip ma non ho capito come intendi che dovrei operare.

Sto provando un frequenzimetro cinese come quello di cui ho mostrato l'immagine in questo topic e semplicemente attorcigliando i due fili di ingresso segnale attorno all'rg-58 del rosmetro, mi ci vogliono 40 watt in fm per misurare la frequenza corretta e che resti stabile, decisamente troppo.
73 a tutti, strano che non ricevo messaggi privati, ho la casella al 70% comunque segui la costruzione dell'amperometro rf di Davide e funziona, chiaramente se lo usi per le correnti di modo comune è molto sensibile mentre ce ci provi un carico fittizio non hai grandi segnali a meno che separi la calza dal centrale e metti l'amperometro rf solo sulla calza o centrale, però il frequenzimetro dovrebbe essere abbastanza sensibile da segnare la frequenza anche con pochi watt e se non succede mi viene da pensare che quel frequenzimetro vuole più segnale o il tuo cavo non è un comune rg58 ma qualcosa di ben più schermato e quindi la sonda non rileva segnale a sufficienza,  infatti se proviano un cavo tipo l'ut141 fatto con un tubetto di rame come calza esterna non si misura nessuna dispersione mentre con i cavi poco schermati (rg58 classico...) quel poco di segnale che viene irradiato dal cavo viene rilevato dalla sonda induttiva, in pratica è un trasformatore dove il campo magnetico disperso dal cavo è sufficiente per essere rilevato dal frequenzimetro o dall'oscilloscopio, senza inserire dentro al rosmetro o all'apparato una sonda (spira induttiva o antennino capacitivo) con un frequenzimetro duro da pilotare bisogna amplificare il segnale oppure aggiungere questo attenuatore che risolve, l'attenuazione passante è minima e la presa attenuata la colleghi al frequenzimetro... https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=855886  https://www.rogerk.net/forum/index.php?action=dlattach;attach=80221
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

1vr005

#21
Citazione di: r5000 il 08 Agosto 2023, 01:04:3773 a tutti, strano che non ricevo messaggi privati, ho la casella al 70% comunque segui la costruzione dell'amperometro rf di Davide e funziona, chiaramente se lo usi per le correnti di modo comune è molto sensibile mentre ce ci provi un carico fittizio non hai grandi segnali a meno che separi la calza dal centrale e metti l'amperometro rf solo sulla calza o centrale, però il frequenzimetro dovrebbe essere abbastanza sensibile da segnare la frequenza anche con pochi watt e se non succede mi viene da pensare che quel frequenzimetro vuole più segnale o il tuo cavo non è un comune rg58 ma qualcosa di ben più schermato e quindi la sonda non rileva segnale a sufficienza,  infatti se proviano un cavo tipo l'ut141 fatto con un tubetto di rame come calza esterna non si misura nessuna dispersione mentre con i cavi poco schermati (rg58 classico...) quel poco di segnale che viene irradiato dal cavo viene rilevato dalla sonda induttiva, in pratica è un trasformatore dove il campo magnetico disperso dal cavo è sufficiente per essere rilevato dal frequenzimetro o dall'oscilloscopio, senza inserire dentro al rosmetro o all'apparato una sonda (spira induttiva o antennino capacitivo) con un frequenzimetro duro da pilotare bisogna amplificare il segnale oppure aggiungere questo attenuatore che risolve, l'attenuazione passante è minima e la presa attenuata la colleghi al frequenzimetro... https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=855886  https://www.rogerk.net/forum/index.php?action=dlattach;attach=80221
Buondì,
ieri ho scritto un messaggio e all'atto di inviarlo o visualizzare l'anteprima compariva a video un messaggio di errore con l'invito a notificare l'amministratore.
Ho trovato diverse di quelle ferriti a clip in casa, di misure varie, e conto di provare presto. Semplicemente avvolgendo i due fili del frequenzimetro al cavo coassiale ci vuole troppa potenza e ci vuole qualcosa di più efficiente che consente maggior sensibilità. Ora devo procurarmi il filo smaltato, che non ho. Magari con la mola disco potrei recuperare un po' di avvolgimento dal trasformatore di una vecchia radiosveglia. Dubito che il negozio di elettronica locale ne abbia.

Tornando per un attimo al topic delle scatole per circuiti, ne ho trovata una a 4 euro spedita di 12x8x4 cm e confidando che andasse bene la ho ordinata. Va bene solo mettendo lo strumento con il display disposto nel lato lungo.
Tentando di metterlo nel lato corto (come i pomelli in un cb) non ci entra neanche il più piccolo frequenzimetro con display a matrice di punti come questo

il problema è che dentro ci sono dei vani, dei cilindri predisposti per le viti e compromettono parte dello spazio disponibile all'interno. Per farci stare aggeggini così piccoli ci vogliono scatole grandi e praticamente vuote. O limare via quelle predisposizioni per le viti e chiuderle con la colla o mettendo altre viti in altri modi.


1vr005

Con questo accrocco fatto al volo avvolgendo quattro spire di filo rigido estratto da un cavetto telefonico e che va direttamente al frequenzimetro con i suoi due fili non schermati non mi legge bene la frequenza neanche con 40 watt. Sul canale 20 esce 27.20x,x e poi le ultime due cifre non stanno ferme.
Però la ferrite non si richiude bene e devo tenerla chiusa con due fascette ben serrate.
Ora ho altre cose in lista d'attesa da portare avanti ma conto di venirne a capo. Prima o poi.

r5000

73 a tutti, per recuperare il filo smaltato và bene tutto dai motori agli alimentatori dei telefonini, ovviamente c'è da rompere, segare ecc... per liberare il filo dalle bobine o avvolgimenti ma se non hai un rocchetto già pronto ci si arrangia anche perchè non ne serve molto, pochi metri li recuperi ovunque, qualsiasi trasformatore che non sia resinato ( non vale la pena tribolare tanto quando lo recuperi da altri elettrodomestici guasti...) se invece ti capita a tiro una lavatrice ci trovi gli avvolgimenti già pronti nel motore a induzione della pompa di scarico e nelle elettrovalvole (se non sono resinate...) con un centinaio di metri di filo buono anche per le antenne ma torniamo alle scatole, quando ci sono le guide e perni per fissare i circuiti e non ci stà quello che ti serve l'unica è limare via le parti che danno fastidio, conviene usare il trapanino con le frese e si fà velocemente, se non c'è il trapanino và bene anche con la punta vecchia del saldatore ma và fatto all'esterno, i fumi della plastica non sono da respirare...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

1vr005

#24
Aggiornamento.
Ho tolto una spira all'avvolgimentino sulla ferrite e sono bastati 30 watt (e non più 40 come prima) per far agganciare il frequenzimetro. Allora ne ho tolta ancora una lasciandone solo due e sono bastati 13-15 watt. Allora ne ho lasciata solo una, arrivando a visualizzare la frequenza senza tentennamenti con 4 watt circa. Avrei preferito farcela con ancora un paio di watt in meno ma posso accontentarmi.
Teniamo conto che non uso ancora cavo schermato dal frequenzimetro alla ferrite, e mettendoci un po' di rg174 la cosa potrebbe migliorare.
Ho osservato anche che il punto di cavo coassiale dove colloco la clip fa la differenza. Se uso il cavetto del rosmetro, più vicino all'apparato vado, meglio aggancia, mentre se attacco la clip alla tratta di cavo che dal rosmetro va verso l'antenna, aggancia con minor potenza se la allontano dal rosmetro. In teoria con 11 metri di lunghezza d'onda le differenze di correnti di modo comune non dovrebbero essere macroscopiche su spostamenti di qualche decina di centimetri come avviene in UHF. Sospetto che questo effetto dipenda proprio da come si dispongono i due fili che dalla clip vanno al frequenzimetro: più allontano la clip dal frequenzimetro più i due fili stanno stesi e paralleli. Devo provare con l'rg174.