Autore Topic: Ministero ed omologazioni  (Letto 11998 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Dr3m53

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 19
  • Applausi 0
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Ministero ed omologazioni
« Risposta #125 il: 10 Gennaio 2019, 21:29:42 »
Già ma lo dicevo perché tra le richieste c'era anche il certificato di omologazione..


inviato M6 using rogerKapp mobile
per essere sincero il termine esatto non lo ricordo, mi sembra che l'ha chiamato certificato di conformità, allena ne ho la certezza ve lo dico, scusate se ho risposto citandovi uno per volta ma non so farlo in una unica risposta


Offline Paperino

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 540
  • Applausi 100
    • Mostra profilo
Re:Ministero ed omologazioni
« Risposta #126 il: 10 Gennaio 2019, 21:50:43 »
Nessun problema..
Si allora è un'altra cosa..
Comunque lo chiese anche a me per l'uso di un apparato ma sono convinto che non è come dice lui..
Lo deve sapere lui,magari informandosi ai piani alti se il tale apparato può essere usato o no in base alla eventuale conformità!!
E poi sta cosa dei moduli aggiunti alla dichiarazione mi sembra che c'è solo qua..

inviato M6 using rogerKapp mobile


Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2670
  • Applausi 292
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • l blog del Pietricello
    • E-mail
  • Nominativo: IU2DLC
Re:Ministero ed omologazioni
« Risposta #127 il: 11 Gennaio 2019, 09:47:10 »
Non so se l'avevo gia detto ma il discorso è (come sempre) di difficile interpretazione. Per quanto ne so l'omologazione del MISE (P.T. non esiste da anni) è richiesta per apparati CB/PMR che hanno le loro restrizioni (numero di canali, potenza, antenna caso PMR inamovibile) lato radioamatori tutto questo non sussiste perchè avendo una licenza che mi autorizza ad usare fino a 500W io mi posso costruire anche la radio da solo che quindi ed ovviamente essendo pezzo unico non può essere "omologata" :-)
Ovvio che Watt a parte ci sono normative per le quali emissioni spurie, deviazioni in frequenza etc. devono essere entro certi criteri, ma solo a controlli strumentali si può verificare il tutto e nel 100% dei casi se e ma questi controlli avvengono solo se disturbi altre utenze in RF. A parte l'autocostruzione penso che tutti gli apparati, cinesi compresi, abbiano un certificato di conformità alle norme europee in base ad emissione,spurie,deviazione,potenza etc. sennò non potrebbero vendere in Italia o Europa. In due parole malgrado esista il DB del MISE con la lista degli apparati omologati ci farei riferimento solo nel caso di CB/PMR propio per le limitazioni scritte prima.
Saluti,
Pietro.