Autore Topic: Proteggere un condensatore e la sua linea  (Letto 2708 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline qrm assoluto

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 163
  • Applausi 23
    • Mostra profilo
Re:Proteggere un condensatore e la sua linea
« Risposta #25 il: 02 Maggio 2020, 10:58:09 »
Ciao kz, 2.0TD.
Ho cercato informazioni sull’alternatore nel libretto della macchina, ma non sono riuscito a trovare niente.  Dove potrei cercare?
In ogni caso l’impianto elettrico della macchina non mi preoccupa, è sopravvissuta la mia Fiat Uno all’amplificatore audio da 1000W negli anni 90  [emoji7] (tranne il portellone: quando mettevo veramente a chiodo si sganciava e si apriva) figuriamoci se ha problemi questa. La batteria non ci penso proprio a cambiarla scusa ha un anno di vita inoltre trasmettendo a motore acceso la batteria non fa proprio niente.
Devo dissentire sulla tua affermazione: il condensatore verrebbe proprio in aiuto alla batteria, livellando i valori di corrente. Uso il condizionale perché per l’appunto trasmettendo a motore acceso la batteria non lavora.  I camper sono un altro discorso, devono fornire elettricità alle utenze durante i periodi di sosta. 


Offline Abusivo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4845
  • Applausi 183
  • Sesso: Maschio
  • qth l'Aquila
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Proteggere un condensatore e la sua linea
« Risposta #26 il: 02 Maggio 2020, 11:32:26 »
...Dove potrei cercare?...
Potrei chiedere in un famoso forum italiano in cui sono iscritto!
Modello e anno?
...all’amplificatore audio da 1000W negli anni 90...
E vai, "la varecchina"!!!
Che bei ricordi ...

Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4359
  • Applausi 179
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Proteggere un condensatore e la sua linea
« Risposta #27 il: 02 Maggio 2020, 12:10:45 »
non troverai nulla sul libretto, purtroppo, per via di norme sulla riparazione dei veicoli e basse motivazioni economiche le specifiche interessanti non vengono più esposte al pubblico, non sia mai che si possa capire qualcosa in più su quello che si usa; devi cercare su un catalogo ricambi o usare i meandri della rete, il numero di telaio dell'auto e il codice motore ti saranno d'aiuto.
l'impianto elettrico della fiat uno era più elementare e "flessibile": l'alloggiamento della batteria permetteva di ospitarne una più grande senza modifiche e far passare dei cavi con la superficie adeguata ad alimentare un grosso amplificatore non era difficile né invasivo; inoltre la batteria della uno alimentava solo i servizi indispensabili dell'auto, non 10000 gadget come ora, purtroppo il paragone non regge, gli impianti delle auto attuali sono estremamente complicati ma con materiali ridotti al minimo per contenere i costi (due cose che non vanno troppo d'accordo).
la batteria lavora sempre, anche a motore acceso e non si fa di certo spaventare dall'assorbimento di un amplificatore, il sistema alternatore-batteria-condensatore-amplificatore va considerato come se fossero vasi comunicanti: il condensatore aiuta l'amplificatore, non la batteria.
poi non voglio convertire nessuno, per carità: personalmente mi sono sempre trovato meglio e più sicuro con una batteria più "capiente" piuttosto che con altri sistemi, spero che il condensatore soddisfi completamente le tue aspettative e necessità.
in bocca al lupo.


Offline qrm assoluto

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 163
  • Applausi 23
    • Mostra profilo
Re:Proteggere un condensatore e la sua linea
« Risposta #28 il: 02 Maggio 2020, 14:21:33 »
Osti con rogerKapp mobile è impossibile quotare ma è l’unico che mi permette di mettere foto senza troppe complicazioni.

@abusivo:
Si dai prova, grazie! È una Discovery 5 HSE Luxury 2.0 Diesel 2019

La Fiat Uno è stata la mia prima macchina. Che ricordi indelebili. A distanza di decenni mi capita di sognarla di notte pensando di averla ancora nel garage, insieme ai miei 18 anni.

@kz:
Peccato che non rilascino più questo genere di informazioni, nemmeno in una riga scritta in piccolo del manuale. Ho trovato un alternatore di ricambio 180A ma non è originale quindi non saprei.
Quello della Fiat Uno sicuramente era più semplice ma dubito fortemente che un impianto elettrico per avviare un 1.3 benzina senza nient’altro oltre fari e tergicristallo sia più grosso di questo. È passato sicuramente del tempo, ma ricordo bene, visto che anche io ci ho giocato un po’, che i cavi della batteria erano tutt’altro che grossi come il mio pollice.
Neanche io voglio convincere nessuno chiaramente, ma finché la tensione dell’impianto elettrico è più alta della tensione di batteria, questa non lavora ma si carica.



Questo è l’andamento della tensione ai capi della batteria: prima a motore accesso, con un paio di “ooola”, poi dove c’è il gradino a metà ho spento il motore e ho ripetuto un paio di ola. Purtroppo mi sono dimenticato di prendere bene tutti i valori, rifarò tutte le prove quando arriva il condensatore.

Scusa ma condensatore aiuta l’impianto elettrico, come si può vedere dai primi screenshot.


Inviato dal mio iPhone utilizzando rogerKapp mobile

Offline Abusivo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4845
  • Applausi 183
  • Sesso: Maschio
  • qth l'Aquila
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Proteggere un condensatore e la sua linea
« Risposta #29 il: 02 Maggio 2020, 14:28:48 »
...Si dai prova, grazie!...
Fatto!
Ora aspettiamo che qualcuno risponda...


Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16522
  • Applausi 424
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Proteggere un condensatore e la sua linea
« Risposta #30 il: 02 Maggio 2020, 16:45:43 »
73 a tutti, per il discorso usura della batteria dipende, con i vecchi impianti e gli alternatori e sopratutto i cavi di allora era "normale" cambiar la batteria perchè la macchina non partiva più ma c'è anche da dire che l'amplificatore audio è acceso e consuma corrente per molto più tempo rispetto al lineare hf, si fà qualche passaggio ma c'è anche il tempo di ricezione e invece con l'amplificatore audio se andava bene ci ascoltavi una cassetta  o il cd nuovissimo per tutta sera o quasi... bei tempi... per vedere la carica e scarica della batteria e quindi capire se lavora serve lo shunt fatto dallo stesso cavo usato per collegare la batteria all'impianto, o aggiungere un'amperometro da 500 A ma la precisione sarà modesta se vuoi vedere correnti di qualche decina di Ampere, lo shunt con l'oscilloscopio è la via migliore per avere maggiore precisione a basse portate ma  resta sempre il valore della resistenza di shunt che è di valore molto basso (ovviamente il cavo è corto e di grossa sezione) e qui è fondamentale avere una sensibilità d'ingresso elevata e amplificare l'ingresso dell'oscilloscopio...

Offline Abusivo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4845
  • Applausi 183
  • Sesso: Maschio
  • qth l'Aquila
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Proteggere un condensatore e la sua linea
« Risposta #31 il: 02 Maggio 2020, 17:04:17 »
...È una Discovery 5 HSE Luxury 2.0 Diesel 2019...
Mi dicono che ha un alternatore da 120 A.
Basta chiedere ... e ti risponderà tutto il mondo!


Offline qrm assoluto

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 163
  • Applausi 23
    • Mostra profilo
Re:Proteggere un condensatore e la sua linea
« Risposta #32 il: 02 Maggio 2020, 18:11:39 »
73 a tutti, per il discorso usura della batteria dipende, con i vecchi impianti e gli alternatori e sopratutto i cavi di allora era "normale" cambiar la batteria perchè la macchina non partiva più ma c'è anche da dire che l'amplificatore audio è acceso e consuma corrente per molto più tempo rispetto al lineare hf, si fà qualche passaggio ma c'è anche il tempo di ricezione e invece con l'amplificatore audio se andava bene ci ascoltavi una cassetta  o il cd nuovissimo per tutta sera o quasi... bei tempi... per vedere la carica e scarica della batteria e quindi capire se lavora serve lo shunt fatto dallo stesso cavo usato per collegare la batteria all'impianto, o aggiungere un'amperometro da 500 A ma la precisione sarà modesta se vuoi vedere correnti di qualche decina di Ampere, lo shunt con l'oscilloscopio è la via migliore per avere maggiore precisione a basse portate ma  resta sempre il valore della resistenza di shunt che è di valore molto basso (ovviamente il cavo è corto e di grossa sezione) e qui è fondamentale avere una sensibilità d'ingresso elevata e amplificare l'ingresso dell'oscilloscopio...

Ma scusa, non serve andare a vedere la corrente per capirne il verso. Se vuoi faccio sta prova ma la risposta si sa già: se l’impianto fornisce una tensione maggiore della tensione a vuoto della batteria, con o senza il lineare, come da schermata dell’oscilloscopio, la corrente fluisce dal primo alla seconda. Quanto meno in questo universo.

Grande abusivo! Cavolo che forum è che mi iscrivo anche io? Dimmelo in privato se vuoi. Ma c’è qualche tecnico che lavora nella casa madre o in qualche concessionario? Perché mi sta arrivando anche una manciata di ferriti voglio vedere se riesco ad attenuare un po’ il rumore che ho nelle bande mediobasse. Se qualcuno riuscisse a dirmi in maniera mirata dove sono le centraline mi farebbero già un grande favore, invece di brancolare nel buio partendo da zero.

Offline Abusivo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4845
  • Applausi 183
  • Sesso: Maschio
  • qth l'Aquila
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Proteggere un condensatore e la sua linea
« Risposta #33 il: 02 Maggio 2020, 18:25:29 »
...Cavolo che forum è che mi iscrivo anche io?...
Io posso anche linkare qui sopra che oltre ad andare OT non so se rischio il bannamento!
Intanto ti scrivo un MP!


Offline qrm assoluto

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 163
  • Applausi 23
    • Mostra profilo
Re:Proteggere un condensatore e la sua linea
« Risposta #34 il: 03 Maggio 2020, 09:00:39 »
Io posso anche linkare qui sopra che oltre ad andare OT non so se rischio il bannamento!
Intanto ti scrivo un MP!

Ti ho risposto ma hai la casella piena!

Offline Abusivo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4845
  • Applausi 183
  • Sesso: Maschio
  • qth l'Aquila
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Proteggere un condensatore e la sua linea
« Risposta #35 il: 03 Maggio 2020, 09:57:40 »
Ti ho risposto ma hai la casella piena!
La svuoto subito!


Offline qrm assoluto

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 163
  • Applausi 23
    • Mostra profilo
Re:Proteggere un condensatore e la sua linea
« Risposta #36 il: 06 Maggio 2020, 11:51:14 »
È arrivato il pezzo. Quando riesco faccio qualche prova.




Inviato dal mio iPhone utilizzando rogerKapp mobile

Offline Abusivo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4845
  • Applausi 183
  • Sesso: Maschio
  • qth l'Aquila
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Proteggere un condensatore e la sua linea
« Risposta #37 il: 06 Maggio 2020, 12:11:31 »
Ma che bel condensatore "botte"!
A proposito, ti sei più iscritto di là?