Tutto sul radioascolto > Radio Ascolto

problemi legali

(1/5) > >>

IZ1KVQ:
piu' volte abbiamo parlato di questo ma i dubbi persistono
poiche' e' a mio giudizio opportuno sapere la legge ... e poi ognuno agisce come crede sapendo le conseguenze ... allora sul sito ufficiale dell'ARI - sez radioascolto c'e' un interessante articolo di un socio che dice


--- Citazione ---
Oggi, l'Art. 160 del Codice Postale 2003 cita testualmente: "Per le stazioni riceventi del servizio di radiodiffusione il titolo di abbonamento tiene luogo della licenza" .
Essendo stato abolito dal 1998 l'abbonamento al servizio di radioaudizione, la Legge ci consente la libera detenzione di apparecchi radioriceventi e la vigente legislazione riconosce dunque all'appassionato di radioascolto il diritto all'ascolto .
Lo si evince anche leggendo il DPR n. 64 del 27 gennaio 2000 contenente il "Regolamento recante norme per il recepimento di decisioni CEPT in materia di libera circolazione di apparecchiature radio".
Ma le vigenti disposizioni in materia prevedono che il ricevitore, anche se portatile, abbia il "bollino di omologazione" contrassegnato dalla scritta "CE" secondo i Decreti Ministeriali 25 giugno 1985 e 27 agosto 1987 contenenti "Disposizioni per la prevenzione e la eliminazione dei radiodisturbi provocati dai ricevitori di radiodiffusione sonora e televisiva".
Tra l'altro, i Decreti citati contemplano all'allegato n. 3 le cosiddette "prescrizioni relative alle frequenze utilizzabili in Italia dai ricevitori di radiodiffusione sonora e televisiva". E' pero' doveroso ricordare che la Legge non consente in alcun caso un uso illegittimo della ricezione e divulgazione, da parte dell'ascoltatore, dei contenuti degli ascolti di frequenze di servizi militari o comunque privati.

Alfredo Gallerati, IK7JGI
Manager ARI Radioascolto
email: ik7jgi@ari.it

--- Termina citazione ---

non avevo mai sentito dire dell'obbligo della scritta CE
comunque se compri una radiolina da 3 euro dai cinesi sei sanzionabile!!!! mi fa piacere!

secondo me in questo campo c'e' un po' di confusione

mi spiegose io ho un ricevitore ed uno scanner
mi capita "casualmente" di sentire una pattuglia della polizia carbinieri finanza forestale esercito marina digos gladio cia e chi piu' ne ha piu' ne metta che devo fare :
1) posso sentire ma non posso divulgare
2) devo immediatamente cambiare frequenza
3) posso ascoltare ma poi devo fare un elettrosciok per dimenticare quanto appreso (in HI)

che mestiere difficile il radiamatore se uno deve essere ligio meglio che la mattina non si alzi neppure dal letto

@ MA AL POSTO DI TUTTO STO CASINO NON SAREBBE MEGLIO UNA LEGGE CHIARA E BASTA @

SkynyrdQuadro GENERAL LEE 01:

--- Citazione da: "1ca340" ---piu' volte abbiamo parlato di questo ma i dubbi persistono
poiche' e' a mio giudizio opportuno sapere la legge ... e poi ognuno agisce come crede sapendo le conseguenze ... allora sul sito ufficiale dell'ARI - sez radioascolto c'e' un interessante articolo di un socio che dice


--- Citazione ---
Oggi, l'Art. 160 del Codice Postale 2003 cita testualmente: "Per le stazioni riceventi del servizio di radiodiffusione il titolo di abbonamento tiene luogo della licenza" .
Essendo stato abolito dal 1998 l'abbonamento al servizio di radioaudizione, la Legge ci consente la libera detenzione di apparecchi radioriceventi e la vigente legislazione riconosce dunque all'appassionato di radioascolto il diritto all'ascolto .
Lo si evince anche leggendo il DPR n. 64 del 27 gennaio 2000 contenente il "Regolamento recante norme per il recepimento di decisioni CEPT in materia di libera circolazione di apparecchiature radio".
Ma le vigenti disposizioni in materia prevedono che il ricevitore, anche se portatile, abbia il "bollino di omologazione" contrassegnato dalla scritta "CE" secondo i Decreti Ministeriali 25 giugno 1985 e 27 agosto 1987 contenenti "Disposizioni per la prevenzione e la eliminazione dei radiodisturbi provocati dai ricevitori di radiodiffusione sonora e televisiva".
Tra l'altro, i Decreti citati contemplano all'allegato n. 3 le cosiddette "prescrizioni relative alle frequenze utilizzabili in Italia dai ricevitori di radiodiffusione sonora e televisiva". E' pero' doveroso ricordare che la Legge non consente in alcun caso un uso illegittimo della ricezione e divulgazione, da parte dell'ascoltatore, dei contenuti degli ascolti di frequenze di servizi militari o comunque privati.

Alfredo Gallerati, IK7JGI
Manager ARI Radioascolto
email: ik7jgi@ari.it

--- Termina citazione ---

non avevo mai sentito dire dell'obbligo della scritta CE
comunque se compri una radiolina da 3 euro dai cinesi sei sanzionabile!!!! mi fa piacere!

secondo me in questo campo c'e' un po' di confusione

mi spiegose io ho un ricevitore ed uno scanner
mi capita "casualmente" di sentire una pattuglia della polizia carbinieri finanza forestale esercito marina digos gladio cia e chi piu' ne ha piu' ne metta che devo fare :
1) posso sentire ma non posso divulgare
2) devo immediatamente cambiare frequenza
3) posso ascoltare ma poi devo fare un elettrosciok per dimenticare quanto appreso (in HI)

che mestiere difficile il radiamatore se uno deve essere ligio meglio che la mattina non si alzi neppure dal letto

@ MA AL POSTO DI TUTTO STO CASINO NON SAREBBE MEGLIO UNA LEGGE CHIARA E BASTA @
--- Termina citazione ---


Ebbene si..ci vorrebbe veramente una bella legge nuova...però dubito che alle alte sfere del ministero interessi qualcosa...

SkynyrdQuadro GENERAL LEE 01:

--- Citazione da: "1ca340" ---piu' volte abbiamo parlato di questo ma i dubbi persistono
poiche' e' a mio giudizio opportuno sapere la legge ... e poi ognuno agisce come crede sapendo le conseguenze ... allora sul sito ufficiale dell'ARI - sez radioascolto c'e' un interessante articolo di un socio che dice


--- Citazione ---
Oggi, l'Art. 160 del Codice Postale 2003 cita testualmente: "Per le stazioni riceventi del servizio di radiodiffusione il titolo di abbonamento tiene luogo della licenza" .
Essendo stato abolito dal 1998 l'abbonamento al servizio di radioaudizione, la Legge ci consente la libera detenzione di apparecchi radioriceventi e la vigente legislazione riconosce dunque all'appassionato di radioascolto il diritto all'ascolto .
Lo si evince anche leggendo il DPR n. 64 del 27 gennaio 2000 contenente il "Regolamento recante norme per il recepimento di decisioni CEPT in materia di libera circolazione di apparecchiature radio".
Ma le vigenti disposizioni in materia prevedono che il ricevitore, anche se portatile, abbia il "bollino di omologazione" contrassegnato dalla scritta "CE" secondo i Decreti Ministeriali 25 giugno 1985 e 27 agosto 1987 contenenti "Disposizioni per la prevenzione e la eliminazione dei radiodisturbi provocati dai ricevitori di radiodiffusione sonora e televisiva".
Tra l'altro, i Decreti citati contemplano all'allegato n. 3 le cosiddette "prescrizioni relative alle frequenze utilizzabili in Italia dai ricevitori di radiodiffusione sonora e televisiva". E' pero' doveroso ricordare che la Legge non consente in alcun caso un uso illegittimo della ricezione e divulgazione, da parte dell'ascoltatore, dei contenuti degli ascolti di frequenze di servizi militari o comunque privati.

Alfredo Gallerati, IK7JGI
Manager ARI Radioascolto
email: ik7jgi@ari.it

--- Termina citazione ---

non avevo mai sentito dire dell'obbligo della scritta CE
comunque se compri una radiolina da 3 euro dai cinesi sei sanzionabile!!!! mi fa piacere!

secondo me in questo campo c'e' un po' di confusione

mi spiegose io ho un ricevitore ed uno scanner
mi capita "casualmente" di sentire una pattuglia della polizia carbinieri finanza forestale esercito marina digos gladio cia e chi piu' ne ha piu' ne metta che devo fare :
1) posso sentire ma non posso divulgare
2) devo immediatamente cambiare frequenza
3) posso ascoltare ma poi devo fare un elettrosciok per dimenticare quanto appreso (in HI)
che mestiere difficile il radiamatore se uno deve essere ligio meglio che la mattina non si alzi neppure dal letto

@ MA AL POSTO DI TUTTO STO CASINO NON SAREBBE MEGLIO UNA LEGGE CHIARA E BASTA @
--- Termina citazione ---


Eh si..ogni volta che fai girar elo scanner, dopo aver ascoltato, devi chiamare i Men in Black, che ti sparaflesciano!!!!

IZ1KVQ:

--- Citazione da: "SkynyrdQuadro" ---
@ MA AL POSTO DI TUTTO STO CASINO NON SAREBBE MEGLIO UNA LEGGE CHIARA E BASTA @
Eh si..ogni volta che fai girar elo scanner, dopo aver ascoltato, devi chiamare i Men in Black, che ti sparaflesciano!!!!
--- Termina citazione ---


 :mrgreen:  :mrgreen:  :mrgreen:  :mrgreen:  :mrgreen:  :mrgreen:  :mrgreen:  :mrgreen:  :mrgreen:  :mrgreen:

tornado:
Se ascolti da solo quello che senti te lo tieni per tè e non vai a dire a nessuno che hai intercettato comunicazioni.....ehm....strane.Per il marchio CE,è una norma estesa  anche ad altre apparecchiature e comunque dovrebbe tutelarci(vedi sicurezza contro infortuni).Per carità,non lamentiamoci di una legge nuova di zecca,la precedente risaliva al 1973 :mrgreen:

73 by Tornado

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa