banda cittadina (27 mhz) > DX su banda cittadina

SIGNIFICATO DELLE SIGLE E NOMINATIVI IN 11mt

<< < (8/10) > >>

maxvg66:
Anch'io ho iniziato ovviamente dalla cb, ma presto mi sono accorto che era una giungla, ognuno faceva quello che voleva con apparati, antenne e amplificatori da 1000W fregandosene, anzi contenti, di creare disturbo agli altri. Potevo abbandonare la radio, invece la mia passione mi ha fatto prendere la patente giovanissimo, quando c'era ancora l'esame di telegrafia, era il 1985.  Se un giovane ha veramente la passione, e la cb con 5 watt, baracchino omologato e antenna gp, gli va stretta, oggi la patente la può prendere facilmente ed entrare legalmente nel mondo della radio. Comunque le cose ognuno le vede a modo suo; non è mia intenzione fare il moralista, ma ricordo perfettamente di aver letto su questo forum una spropositata reazione generale nei confronti di un presunto operatore della Croce Rossa che chiedeva come inserire le frequenze ad uso civile nel suo apparato vhf, poi in altre pagine del forum non si contano i post dove si consiglia quale lineare comprare  o l'ultima modifica per aumentare la potenza del baracchino. Già ma queste sono cose TOLLERATE...

dattero:

--- Citazione da: maxvg66 - 01 Marzo 2021, 15:06:58 ---Anch'io ho iniziato ovviamente dalla cb, ma presto mi sono accorto che era una giungla, ognuno faceva quello che voleva con apparati, antenne e amplificatori da 1000W fregandosene, anzi contenti, di creare disturbo agli altri.

--- Termina citazione ---
ora quella giungla e il fare quello che si vuole lo ritrovi in 2 metri e 70 cm , dove molti ,ma tanti, se ne fregano degli altri operatori. Vedasi il non rispetto del band plan.
Ovviamente di hanno fatto già notare i salotti dei 40 metri e io aggiungo quelli degli 80.
Il problema non è la banda che usa , ma gli operatori !!!

maxvg66:

--- Citazione da: dattero - 01 Marzo 2021, 18:28:56 ---ora quella giungla e il fare quello che si vuole lo ritrovi in 2 metri e 70 cm , dove molti ,ma tanti, se ne fregano degli altri operatori. Vedasi il non rispetto del band plan.
Ovviamente di hanno fatto già notare i salotti dei 40 metri e io aggiungo quelli degli 80.
Il problema non è la banda che usa , ma gli operatori !!!

--- Termina citazione ---
concordo

HAWK:
Volevo dire la mia…
Sono un ex A.T. di prima categoria, il max dei paesi collegati per ottenere il titolo…e presi tutti gli award disponibili vari.

Poi ne sono uscito, in quanto, non si poteva far pagare 25 mila lire per essere un illegale, quando lo Stato ne chiedeva di meno per essere in regola di normativa.
E per lo status personale acquisito che non era consono ne compatibile con una associazione non propriamente legale NEI FATTI, anche se nelle brochure scrivevano di usi legali e indirizzavano a quello.

Tuttavia, il mio pensiero su codeste strutture è questo; fatti salvi i principi di uso della radio non legale e delle componenti di stazione, la partecipazione a codesti gruppi è una forma di disciplinare un certo numero di soggetti, i quali diversamente fanno, creano, si comportano in modo fin troppo generico e senza ordine.

Quindi un esempio, i militari ed i corpi paramilitari, i primi strutturati a dovere, i secondi voluti far strutturare per motivi di ordine e organizzazione.

I VV.FF. hanno sempre usato una organizzazione piramidale para militare per motivi organizzativi di efficienza, ma sempre civili sono, la P.S. diversamente smilitarizzata, ha mantenuto la struttura piramidale per operare in efficienza e responsabilità…

Ora, è chiaro che l'uso di sigle, non è tutelato, chiunque può usare le sigle di un gruppo, escluso che codesto gruppo si sia registrato come associazione X con dichiarando all' Ufficio del Registro sugli atti costitutivi la sigla usata…e registrarne il marchio.

Solo in questo caso, potrebbero opporsi in Tribunale...ovviamente negli atti costitutivi DEVONO dichiarare gli scopi ma nelle legalità, ovvero uso della radio e sue componenti nella legalità, nero su bianco.

Quindi, le assoradio della 27, fin che rimangono nello statuto e nei fatti nell'uso legale, hanno qualche forma di tutela, diversamente NO.

Poi ovviamente faranno quello che più gli aggrada…

Chiudo, probabilmente meglio dei paramilitari seri, i quali approdando a loro scelta in un corpo legale, hanno una struttura ossea già creata, invece che una marmaglia di guerriglieri sparsi e anarchici ingestibili...e senza basi.

73'+51' ed un bacio alla XYL.

Pieschy:
Carmelo ottimo commento che condivido.
Il mio dire come sempre è stato frainteso e preso a scusa per andare OT. Si parlava di sigle (non chiamiamoli nominativi) non ho mai messo in dubbio la preparazione tecnica e il "rack" che può avere chi opera in 10/11mt ne critico. Anche io col president lincoln variavo da 26 a 30 Mhz ed ero 1ON.... 1PA.... etc limitatamente alla mia "piccola" Sigma VR6 mi son fatto 30 country ed ho mandato e ricevuto 30 qsl. Non è di questo che parlavo.
Ricordo,se ricordo bene, che per gli AT servivano almeno 30 country collegati e verificati ed il pagamento di una quota associativa. Ecco queste per me sono cose assurde e che esulano dallo spirito di chi fa radio in modo serio. Non esiste che per associarsi devo pagare e dimostrare che ham spirit è questo? Ma come sempre sono ancora OT...il discorso banale voleva essere che in DX fuori banda,vietato,ma l'ho fatto anche io e non giudico nessuno dire che sono 1ATXXX o che sono FalcoNero Alfa4 non cambia nulla. La qsl te la mandano e la mandi a prescindere di quanto dichiari come nome. L'appartenenza al gruppo non ti dava vantaggi in nessun senso se non il numerino quindi col senno del poi se si opera da pirati perchè di questo si parla "numerarsi" per appartenere al gruppo d'elitè o meno ha poco senso visto che quella sigla è praticamente inventata.
Quindi non vi infervorate non stavo denigrando l'attività in 10/11mt ma solo che sti finti nominativi non servono a nulla.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa