Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - FabriBCL

Pagine: [1] 2 3
1
Radio Ascolto / Re:Stop trasmissioni Rai onde medie
« il: 02 Luglio 2022, 15:50:30 »

ma la soluzione + economica per una radio amatoriale oggi è quella WEB,

Sono andato anche OT ma volevo proprio dire che il web si può filtrare, e la modalità di fruizione delle web radio divide in nicchie di persone motivate a cercare certi contenuti e capaci di trovarli. Tracciabili.
Le trasmissioni radio al contrario erano largamente fruibili con semplicità ed in modo davvero anonimo; arrestarle comportava di agire fisicamente, cosa che responsabilizza maggiormente chi agisce. E poi potevano rinascere.
Il passaggio dall'etere con analogico al digitale che passa per server e ripetitori, comporta questo cambiamento.
Comunque la si pensi, la democrazia richiede la comunicazione libera da ricatti. Non succede in modo compiuto da decenni, è vero, per vari motivi anche "naturali", però questo abbandono del rapporto distributivo senza intermediari e codifiche è come murare delle porte che erano solo chiuse a chiave.
Vero che non si sarebbero più aperte per un po'.

2

Quando hai un attimo, dai un'occhiata qui per un'introduzione veloce

https://www.antenna-theory.com/antennas/wideband/log-periodic-dipole.php

Grazie molto interessante.
Vista in questo senso si intuisce che c'è un dipolo anche in lei.
La cosa che non riesco a capire è perchè vicino al palo le due culle siano cortocircuitate.
Nell'esempio del linko il circuito è aperto, mentre nell'antenna TV che ho comprato (e in generale nelle antenne log TV vedo...) le due culle sono parallele e unite con metallo in fondo (nell'attacco al palo, mentre l'alimentazione avviene in punta). Per l'elettrone mosso dall'onda radio dovrebbe essere molto più bassa la resistenza di rimettersi in pace grazie alla tensione che si abbatte dalla parte del cortocircuito, rispetto a trovare la strada del cavo. Sto ragionando in ricezione, ma anche in trasmissione mi figuro una dinamica corrispondente.

Aggiornamenti:
- forse dovrò schematizzarmi l'andamento delle tensioni lungo le due culle che, essendo parallele, dovrebbero essere una specie di linea bilanciata.
- allego foto fac-simile di log TV commerciale.

3
qualche aggiornamento sul test dell'antenna ?
Ciao, grazie dell'interessamento.
Vado a prenderla fra poco  [emoji106]
Poi resterà appoggiata in solaio per qualche giorno, periodo pieno!
Tra l'altro voglio studiarmi la log per capire come funziona prima di installarla. Ho visto che non è costruita sul dipolo come la yagi.
Il progetto con la trifilare per HF è stimolante, come mille progetti radiantistici del resto... 
Quello però resterà fermo, adesso. Le HF arrivano di inverno, per me. [emoji1]

4
Radio Ascolto / Re:Stop trasmissioni Rai onde medie
« il: 28 Giugno 2022, 08:54:27 »
La radio è strumento obsoleto per la formazione del cittadino succube, azione che la tv compie in modo più profondo. L'assuefazione all'immagine cancella il potere simbolico delle parole, sostanzialmente i concetti elaborati, e trasmette messaggi emotivi e diretti, smuove l'intestino anche senza passare per la bocca.
Al tempo stesso la radio è (stata) uno degli strumenti più pericolosi per i poteri che operano sulla società, per via del fatto che con pochi soldi chiunque potrebbe far circolare idee "eversive". Vedi Bologna '77.
Chiaramente il discorso potrebbe implicare considerazioni politiche spicce, ma senza approfondirle vorrei fermarmi al fatto tecnico e ai legami che può avere con strategie di controllo sociale.
Man mano che le fonti di informazione che la gente avrà in casa dipenderanno sempre più dal passaggio per un server, o per un ripetitore, o un satellite, o sistemi che sarebbe costoso autogestire, tutto sarà sempre più controllabile.
Se al contrario in una città piena di radioline FM un semi-pirata si metteva a trasmetterci Radio Alice con pochi watt, ce n'era abbastanza perchè la città venisse a conoscenza di punti di vista diversi sulle cose.
Mi ha impressionato il link di Arnaldo alla legge USA che permette di fare radio di quartiere. Un sogno. In Italia ci hanno girato attorno 50 volte, ma alla fine hanno sempre scelto la strada delle concessioni e del controllo. Credo che la volontà di controllare e di conservare sia abbastanza forte in noi.
E' vero che la rivoluzione digitale del mondo del broadcasting, ha sicuramente delle motivazioni commerciali (maggiore qualità, vendita apparati, ecc) ma "incidentalmente" tappa la bocca a chiunque non abbia dei mezzi editoriali di un certo rilievo.
Per tornare al tema RAI, di per sè ci saranno mille motivazioni. "Incidentalmente" quando avranno tutti buttato nella spazzatura le radio AM, si potrà stare sicuri che informazioni incontrollate non potranno più arrivare neanche dall'estero.

5
Scusami non avevo visto che c'era il link e avevo pensato che il carico lineare fossero le bobine.
Sì questo tipo di antenna è quello di cui mi hai parlato qualche giorno fa.
Il cavo trifilare mi spaventa un po' per il vento, che qui (in montagna) tira molto forte. E poi non ho ben capito se trasmettere in 11 mt sia possibile.

Avrei la voglia "intellettuale" di sperimentare una linea bilanciata, con accordatore LC, e forse sarebbe il modo di usare questo tipo di antenna. Senza trasmettere però ha poco senso.
Forse un vero maniaco potrebbe fare questa cosa con un LC fisso tarato sui 27 MHz, risparmiando così sui componenti complessi dell'accordatore variabile. Così, la lancio come speculazione macchinosa del sabato!  [emoji1]

6
beh... hai considerato l'idea di un dipolo a carico lineare [emoji56]  ?
No, non me lo sono mai studiato. Sapresti anticiparmi se usando le bobine potrei tenere simmetrico il dipolo degli 11 mt 1/2 onda, mentre rendere asimmetrico quello lungo che uso solo in ascolto?
Perchè da una parte del palo ho soltanto 7 mt (anche 9), mentre dall'altro lato ne ho 25 o anche di più.

7
per curiosità; dipolo HF per ricezione o... cosa ?
Solo ricezione.
Come al solito, se riesco ad avere la possibilità di trasmetterci sugli 11 mt è un vantaggio ulteriore, però anche quelli li uso pochissimo, mi piace essere organizzato per farlo giusto per tenermi la possibilità.
Attualmente ho su un 3/2 banda (rispetto agli 11) così lo uso per ricevere le HF, ma è montato molto basso.

8
Ho un amico borderline per il quale litigare con un negoziante per un motivo del genere potrebbe essere lo scopo principale di tutta l'operazione.  [emoji1]  [emoji1]  [emoji1]
A parte gli scherzi, appena torno nella capitale (del ducato di Parma) vado a prenderla. Se funzionerà le affibbierò tutte le questioni "civili" (TV e DAB), liberando così la parte alta del palo per il dipolone HF.

9
Ieri in un supermercato ho visto una logaritmica televisiva senza nessuna specifica (anzi genericamente UHF), ma in realtà doveva essere a banda larghissima dalle VHF perchè partiva da semi-bracci di... 45 cm (due spanne per essere più precisi...) fino a corti da UHF vere. Tutto questo a 11 euro  [emoji1]
Potrebbe essere ideale per semplificare tutta la questione, sempre considerando che non ci sono ostacoli tra me e i ripetitori di riferimento:
- guadagni probabilmente mediocri, ma comunque positivi
- direttività, ma senza esagerare
- banda larghissima.
Ho esitato per fedeltà all'autocostruzione, ma forse potrebbe essere soluzione molto pratica.

10
Un'altra osservazione più tecnica che scaturisce da questa esperienza è che tutte le case italiane sono dotate di Yagi a 40 elementi per la tv, con guadagni pazzeschi, su pali da 5 mt, quando gran parte dei tetti vedono fisicamente il ripetitore e basterebbe uno stilo  [emoji12]

 

11
Installata! Ho trovato in casa due connettori coax maschio e femmina di quelli da televisore. Intanto ordino qualche F.
Sono entrato per ora nell'ampli tv in III banda, con risultati mediocri in FM, come prevedibile. In DAB invece i canali sono saliti a 75! Tutto questo per scoprire che con le tasse finanziamo Rai Radio Kid...  [emoji86]
Prossimo esperimento sarà scendere diretto alla sola presa del piano basso, senza più passare dall'ampli. Vediamo, passo per passo.
Grande soddisfazione comunqu, grazie del dialogo e dei consigli.

12
A parte il fatto che è uhf, ha il problema che non funziona. Un corto? Non so ancora, ma proprio zero. Adesso da smontata cercherò di capire. Spero che non sia il cavo.
Comunque la soddisfazione di mettere sul tetto la mia antenna autocostruita non ne la toglie nessuno per un po'! Soltanto il vento potrà farmi cambiare idea  [emoji23]

13
Ok, grazie di nuovo. Provo per gradi a migliorare la situazione.
Ho confrontato a terra all'aperto la telescopica con la nuova, la nuova vince 59-21.
Sono andato sul tetto a smontare un'antenna UHF fuori uso, della quale vorrei sfruttare la discesa. C'è il cavo corto, è tagliato preciso per la yagi, che ha il dipolo vicino al palo, mantre io devo sbracciare di 60 cm per alimentare i dipoli. Cosa faccio? Giunto brutalmente un pezzo di coax? Faccio 60 cm di scaletta bilanciata 75ohm?

14
Scusami, prima non avevo visto la tua risposta.

sembra un gran bel lavoro, hai fatto una comparazione con un ricevitore con antenna in aria?

Grazie! No, però domani cercherò di farlo. Il mio scopo è principalmente sentire la radio dove lo stilo non può ricevere, però hai ragione: mettere l'antenna a confronto diretto è il vero aspetto radioamatoriale. Vi farò sapere.

se vuoi la FM oltre che il DAB la discesa dedicata, preamplificata o no, è una scelta obbligata.
Temo di sì. Comunque riesco senza problemi a dirottare il cavo che c'è già. Tanto in casa mia il segnale tv serve veramente a poco  [emoji6]

l'installazione ideale sarebbe quella di un preamp sintonizzato o con un passabanda subito dopo l'antenna, ma se non si può fare di meglio è meglio fare ciò che si può  [emoji12]
Ho accesso facile a tutta la discesa dall'antenna, a quel punto lo metterò in alto  [emoji106]

15
potresti considerare di piazzare il preamp "giù" invece che in antenna,
Ah sì? Credevo che il preamp servisse solamente a "spingere" sulle linee lunghe o con derivazioni, senza aiutare la ricezione ma solo prevenendo la perdita del cavo.

16
e se ci mettessi un preamp ? Anche un cinesaccio tipo

https://www.amazon.it/TECNOIOT-50-4000MHz-SPF5189-Amplifier-Receiver/dp/B081J1KTCB

potrebbe andar bene

Non male!
Dal tetto avrò due scelte: o scendo tramite preamp centrale tv, che sicuramente ha la III banda (Dab) ma probabilmente filtra l'FM; oppure scendo passivo. A questo punto col preamp banda larga si apre la "Terza via".  [emoji1]
Ho anche la tentazione di aggiungere un terzo dipolo al ventaglio con i rimanenti due baffi della 5/8, che hanno carica centrale e risuonano sugli 11 mt. Certo sarebbe una di quelle idee da maniaco

17
Grazie delle risposte. Condivido il lavoro di oggi, non rifinito, appoggiato nell'orto. Con cavo di fortuna collega bene 59 stazioni DAB. Anche diverse FM.
Ho tarato gli steli con NanoVna, dà ROS 1:1.4 sulle frequenze centrali (non ha molta larghezza).

18
Buongiorno, continuo qua anche se diventa OT rispetto al titolo.
Oggi pomeriggio sarà la volta delle antenne sul tetto.
Farò un dipolo per la DAB, che voglio montare verticale. Se sporgo lateralmente dal palo, devo sbracciare sempre maggiore di mezz'onda come per le orizzontali? Vanno evitati i multipli?

Un'altra idea che mi è venuta è quella di fare due dipoli alimentati in comune, montati a ventaglio come si fa per le HF. Le frequenze sono 100 MHz e 200 MHz, quindi mi pare poco compatibili per un solo dipolo. Si può fare anche in VHF?

Come sempre, il problema è solo di efficienza, e non di bruciare finali, visto che devo solamente ricevere.

Allego due schemi del progetto.
Grazie ancora per l'attenzione e buona giornata a tutti.

19
Sì in effetti...  [emoji1]
La parte coraggiosa era quella di aprire e manomettere un aggeggio appena arrivato, perdendo la garanzia.
Ho fatto, grazie a tutti per l'aiuto. Ho connesso alla presa tv e collega (male) 19 stazioni DAB. Male perché non c'è l'antenna sul tetto, quindi ho fede.
Ho rubato la presa tv a un decoder dismesso. Il filino che sporge sopra la presa è quello dello stilo, voglio metterci un pezzetto di filo da poter collegare al centrale. Per l'FM credo che farò un ripetitore passivo.

Ennesima domanda. Se metto fuori dalla finestra un dipolo collegato a niente (quindi due tubetti da 1/4 onda montati in fila), questi già risuonano e ripetono passivamente il segnale?


20
Ok grazie, l'ho pensata leggermente diversa ma mi stai confermando che va bene. Opero!  [emoji4]

21
All'interno ho trovato che l'antenna esce dalla scheda con i due contatti, poi ci sono circa 16 cm di coassiale, 8 dei quali con calza e 8 no, che poi proseguono nello stilo. Cambia qualcosa ai sensi del ns discorso? Riesco a mantenere sia una uscita coax che lo stilo?
Allego foto.

Aggiornamento: sto pensando di tagliare il coax dove finisce la calza; metterci attacco esterno; mantenere e portare all'esterno lo spezzone del centrale coax, da collegare alla presa all'occorrenza.

22
Io per l’impedenza a 75ohm, mi sono sempre basato sul fatto che molti ricevitori fm, erano e alcuni ancora adesso dotati di connettore “tv” a 75ohm.
Poi ovvio, uno stilo non é ben definiti…
Io comunque ho cambiato come dalla notte al giorno in ricezione!
Ok grazie, ci provo.

23
Ok grazie mille a entrambi.

24
Dentro collegare uno spezzoncino di filo e saldarlo dove prima arrivava il filo dello stilo.
La calza verso un punto di massa qualsiasi..

Ti ringrazio della risposta. Francamente se avessi pensato possibile fare questo non avrei nemmeno chiesto...
Ma sei sicuro che l'impedenza dell'attacco dell'antenna stilo sia compatibile con antenna e linea a 75 ohm?

25
Ma se vai fuori in esterno casa al piano terra, a che livello ricevi i vari canali DAB  con lo stilo incorporato ?
Fuori casa la radio ha fatto la scansione e trovati diversi canali. Dentro invece fa la scansione a vuoto. Non mi pare che ci sia uno strumento per vedere i livelli in questa radio.
Mi diceva invece il nome del ripetitore che, in effetti, è a portata ottica a una 50ina di Km.
Però ho i muri di casa di 80 cm ed in più sono dalla parte opposta rispetto al ripetitore.

26
ma non credo, a che servirebbero?
Da balun e per evitare che il cavo tra le due antenne faccia un lavoro non suo.

27
Mi è venuta in mente un'idea folle, ma potrebbe anche funzionare; apri questo link
http://techlib.com/electronics/antennas.html

Ti ringrazio, è sicuramente molto bella ma, per le mie competenze, anche solo reperire il materiale elettronico mi porterebbe avanti di diversi mesi!!
In realtà sto solo cercando di sentire la radio giù in cucina intanto che impasto la pizza  [emoji23]  [emoji23]

28
Spero di non andare ot. Da giovane i miei avevano una casetta in campagna che pero' per colpa di una collinetta a 200 metri copriva il ripetitore tv, quindi niente tv. Un amico pratico di queste cose piazzo' in cima alla collinetta (nostra) un paletto con due antenne tv, una verso il ripetitore e una verso casa nostra. Funziono'.
Antenna dedicata fuori, cavetto e la stessa dove hai il ricevitore. Potrebbe funzionare.
73
P.S.
Se dall'esterno riesci ad arrivare via cavo all'antenna del ricevitore penso basti spellare il cavo di 20 cm e avvorgerlo all'antenna del medesimo...

Grazie, è proprio il concetto di ripetitore passivo suggerito da Kz, che a questo punto mi sta intrigando molto.
Adesso mi sto già costruendo un dipolo ripiegato per i 200 MHz, che poi potrei anche mettere sul tetto e collegare alla banda III del preamplificatore TV. In quel caso sarebbe minimamente attivo, se ho capito bene.
Poi proverò a mettere un dipoletto verticale per i 100 MHz, questo davvero passivo. Ho due baffi di una vecchia 5/8 CB che dovrebbero andare benissimo allo scopo.
Sul fatto del cavo a contatto, secondo me che funzioni è questione di fortuna. Nel senso che si rischia che la parte ricevente rimanga quella della antennina incorporata, magari insieme al primo pezzo di filo, escludendo dai giochi l'antenna in alto. Nel senso che vanno a random tutti i bilanciamenti di antenne e linee. Magari in qualche situazione fortunata può funzionare, ma magari no. Così, lo dico a istinto, magari mi sbaglio. Vi farò sapere!

si, confermo, anni fa avevo fatto una cosa del genere per un segnale WiFi, nonostante le perdite il "ripetitore passivo" funziona ed a volte permette di saltare un ostacolo altrimenti insormontabile; nel mio caso le due antenne erano due "cantenna" fatte con i barattoli delle pringles [emoji1]

Ottimo! Non ho capito se ci debba essere un particolare rapporto di impedenza fra antenna ricevente, cavo e antenna ripetente.

29
con il solo dipolo collegato all'impianto TV in verità si perde la passività perché ci sta una minima preaplificazione sul centralino TV)

Domanda teorica: ma la perdita di passività (se la canalizzazione/filtratura consente le frequenze) non sarebbe un vantaggio a questo punto?

Ho fatto un primo tentativo con dipolo nella stanza collegato a presa murale, sperando che l'antenna TV (fuori frequenza: 500MHz) che ho sul tetto portasse qualche beneficio rispetto alla "grotta" dove è installato il ricevitore. Non ho ottenuto niente, ma senza antenna era una prova senza senso.

La faccenda dei ripetitori passivi intanto mi ha aperto un mondo, grazie della parola chiave! Adesso provo a mettere in pratica: faccio il dipolo sopra, gli dedico la linea di discesa che arriva nella stanza, e lì un altro dipolo.
I choke li devo mettere secondo te?
Mi pare che siano necessari per far funzionare i due dipoli, ma al tempo stesso mi chiedo se possano dare smorzamento delle pico-potenze in gioco.

30
potresti tentare un accoppiamento capacitivo, forse potrebbe bastare avvicinare l'antenna della radio al coassiale; però gran parte delle frequenze TV sono lontanissime da FM e DAB e, solitamente, sono ben filtrate da antenna, mixer, centralini, etc

Grazie Maurizio, stavo pensando a qualcosa del genere infatti (induttivo in realtà...), come si fa per le MW, ma avevo paura di dire un'eresia!  [emoji4] 
Il problema delle frequenze TV penso di bypassarlo facilmente perchè ho il controllo totale sull'impianto, compresa antenna e centralini e cavo che scende in quella stanza. Le frequenze DAB sarebbero tra i canali televisivi amplificabili dalla centralina, mentre l'FM ne è filtrata.
Pensavo quindi di mettere un dipoletto a V invertita per entrambe le frequenze, bypassare il preamp e scendere in quella stanza, dove non c'è la TV. Ci saranno 10/15 mt di coax.

Avresti qualche suggerimento per fare un induttore da maestro?

31
Buongiorno a tutti. Ho messo uno stereo compatto con radio 88-108 e DAB (180-220 MHz circa) in un locale dove non prende niente. E' vicino alla presa dell'antenna televisiva, ma non ha attacco per antenna esterna, ha solamente l'antennina incorporata.
Esiste un metodo per collegare una antenna esterna? Non credo che sia possibile trovare schemi elettrici del ricevitore, è un super compatto cinese.

32
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 14 Aprile 2022, 19:31:11 »
una forma di grana, uno speck e qualche salame e sarai a posto [emoji1]
Ci vuole anche la moglie cardiologa con quella dieta...

33
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 14 Aprile 2022, 18:03:40 »
OT, ma... Questo AB8F36 cone può essere che dica 36.000 piedi quando in realtà sopra Parma sembrava molto più basso? Complittismo a manetta  [emoji6] , lo so, ma fa scia enorme e secondo me è più basso...

https://globe.adsbexchange.com/?icao=ab8f36

34
So che gli elettricisti e gli idraulici hanno dei piccoli cercametalli

Grazie! Avevo chiesto in ferramenta e mi avevano parlato di prodotti >700€.
QUesti sono molto abbordabili. Vedo che danno un limite di 120 mm di profondità, e a me ne servono 170, però però... io devo vedere attraverso legno e aria, probabilmente la resa sarà superiore.

Edit qualche minuto dopo: Guardando meglio, no, la profondità del metallo rilevato è indicata sul display da vari modelli. C'è anche un  Bosch da 200mm di scansione, ma in effetti costa 650€ come diceva il ferramenta.
Comunque l'idea del DiY con il nanoVNA continua a solleticarmi. Lo farò, spero di avere un momento da metterci.

35
Grazie a tutti per le idee.
Sì, probabilmente la soluzione del foro guida finirà per essere molto più rapida e infallibile. In effetti un buco passante dovrò farlo e cercherò un posto intelligente perchè mi serva da riferimento.
La questione del metaldetector è molto simile a quello che stavo pensando di fare.
Vedendo il metaldetector, sto pensando se fare due bobine tonde con diversa induttanza e collegarle al NanoVNA, così da avere su una l' oscillazione e sull'altra il feedback. Quindi entrambe collegate al VNA via cavi, attraverso l'abbaino.
Temo che il limite sia nella direttività delle bobine... a meno che lo strumento non sia tanto sensibile... L'unica è provare. Provo.  [emoji4]

36
Ciao a tutti, questo è un super-OT, ma credo che qui sia rivolto alle persone giuste.
Dopo le esperienze con una antenna a telaio, mi viene oggi da chiedermi se l'accoppiamento induttivo fra due avvolgimenti possa essere usato per rilevare un punto attraverso materiali (nel mio caso legno e aria).
Nella pratica, devo forare un tetto di legno e centrare con fori, eseguiti dal di sopra, dei travetti che sono sotto. E' tutto fuori squadro e sarebbe meglio evitare buchi inutili. Quindi sarebbe ideale poter mettere un "qualcosa" sotto e poterlo rilevare precisamente da sopra con "qualcos'altro", per fissare così dei punti di riferimento.
Lo spessore da superare è di circa 200 mm: legno-aria-legno-aria-onduline.
Intuisco che due bobine opportunamente pensate potrebbero indursi corrente misurabile a questa distanza, forse con una buona focalizzazione del centro, ma mi manca la base teorica e di esperienza per instradarmi a fare un lavoro sensato. Qualcuno sarebbe disponibile a migliorare il progetto?
Sempre se non è una sciocchezza e basta...  [emoji1]

37
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 11 Marzo 2022, 21:30:05 »
Alcuni media riferiscono che è cascato un drone Ucraino a Zagabria, e chela difesa aerea croata dice di non averlo visto perchè aveva il transponder spento. Sta a vedere che sono su flightradar24 anche loro!  [emoji23]

38
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 11 Marzo 2022, 10:33:45 »
Io leggo con interesse questi scenari, ben sapendo che sono ipotesi. Letture verosimili di cui nessuno può dirsi certo. Secondo me fare questi discorsi non è inutile.
Da parte mia invito a proseguire la conversazione e la proseguirò anch'io quando avrò qualcosa da aggiungere che riterrò possa servire a qualcun altro.

39
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 07 Marzo 2022, 17:37:29 »
I due B52 si sono fatti tutta la Pianura Padana e adesso passano su Torino.
https://globe.adsbexchange.com/?icao=ae58b2

40
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 04 Marzo 2022, 17:43:23 »
un bel bestione ora in volo
https://globe.adsbexchange.com/?icao=ae5889
Sono due, uno sopra l'altro! Dal giro che han fatto credo che ci tengano ad essere visti bene.

41
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 04 Marzo 2022, 12:36:43 »
https://www.flightradar24.com/NOBLE41/2b04ebec

Perchè avranno fatto il giro della Danimarca??

posto la traduzione con google, per un'interpretazione più alla portata di tutti (me compreso  [emoji4] )

Questo è uno che, come tutti, può solo osservare dall'esterno e, diversamente da altri, presume di sapere tutto. E trae conclusioni drastiche, questo come molti.
Sapendo che la disinformazione usa tecniche sempre più evolute, dagli stessi fatti sui quali questo signore sceglie una verità, si potrebbe scegliere di vedere l'esatto opposto. Non sto parteggiando, mi è bene chiaro che parliamo di dittatori, ma sul fatto che la stampa in Occidente possa essere controllata ANCHE STRETTAMENTE trovo giusto porsi dubbi importanti. Mentre del controllo della stampa filorussa, chiaramente possiamo stare certi da subito.
Questo per dire che, in mezzo ad analisi tecniche di materiale radio/radar di cui qui disponiamo sui siti, in mezzo alle vostre analisi tattiche militari che se ne possono ricavare, molto interessanti... dicevo, in mezzo a questo tipo di argomenti, i messaggi fiume pieni di conclusioni affrettate di politica internazionale sono, qui, fuori luogo. Secondo me...
Il tipo che scrive l'articolo è una vittima della propaganda che crede di essere intelligente. C'è pieno. A mettere in dubbio quel che si crede di sapere c'è Socrate, poi Platone, poi qualsiasi persona saggia che abbia pensato sulla terra e che sia stata considerata così saggia da conservarne una traccia.
Non voglio neanch'io usare un sito di radioamatori per parlare di filosofia o di finanza o di economia (che poi non ne so tanto in realtà). Però, anche voi, per favore, non uscite troppo dal tema del sito.

42
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 25 Febbraio 2022, 15:09:24 »
velivoli da superiorità aerea o da attacco mantenuti in volo in modo da poter rispondere rapidamente
Grazie della risposta. Gli invisibili: o bevono molto, o devono essercene un bel po'.

43
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 25 Febbraio 2022, 14:26:31 »
Ci sono fin dall'inizio dai 3 ai 6 cisternoni per volta, stratotanker o extender, che girano in tondo sulla Polonia o sulla Romania.
Se sull'Ukraina c'è la nofly dei russi, dove sta svolazzando la Nato? Non riesco a capire cosa facciano. Tutto pattugliamento? Per consumare tutto quel carburante devono essercene molti in volo.

P.s. adesso 4 Antonov ukraini sono sbucati in polonia.

44
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 24 Febbraio 2022, 09:04:34 »
A Rimini suppongo....

In che senso si fa seria, in merito ai fatti addotti ?

Era un commento semiserio, ma ieri sul territorio di guerra c'erano un paio di piccoli jet sanmarinesi, uno da Dubai, uno che andava via. E altri piccoli jet vari. Ho immaginato servizi finanziari urgenti per chi sa le cose con anticipo di 24 ore. Sbagliavo, erano in anticipo solo di 12 ore.

Interessante il discorso sui ruoli ONU/NATO. Ieri ho letto una intervista all'ex comandante interforze che parlava del diverso coinvolgimento delle basi sul territorio italiano , a seconda di quell'aspetto (art. 5 ecc).

45
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 23 Febbraio 2022, 17:20:36 »
Traffico di jet privati di San Marino... La cosa si fa seria.

46
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 17 Febbraio 2022, 08:37:47 »
Poco fa è transitato un elicottero Black Hawk, abbondantemente "accessoriato".
Abiti qua sotto?
https://www.flightradar24.com/R20791/2ad8f0d5


Questo Homer americano svolazza a 60 Km dalla costa della Crimea.
https://www.flightradar24.com/HOMER49/2ad8c1c5

47
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 16 Febbraio 2022, 15:43:14 »
E' interessante anche questo volo di compagnia Ukraina https://www.flightradar24.com/SQP442/2ad6ac5f con un "aereo privato tedesco" che ha preso la stessa rotta 1 Km sopra di lui da quando è entrato nel mar nero. Sembra una scorta o qualcosa del genere.

48
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 16 Febbraio 2022, 12:37:03 »
Comunque, a quanto sembra, c'è un'altro drone partito da Sigonella

https://www.flightradar24.com/FORTE11/2ad444ba


56000 piedi! Praticamente è nella stratosfera.

49
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 16 Febbraio 2022, 10:04:56 »
L'aereo in transito non è tracciato.

Ci sono due variabili in gioco:
1) i dati usati da questi database online provengono da dati rx messi spontaneamente a disposizione da volontari sul territorio. Quindi possono esserci buchi territoriali, o limiti di ricezione dei singoli;
2) i dati ascoltati sono quelli trasmessi dai transponder degli apparecchi, quindi quelli militari potrebbero essere spenti.

Entrambe le variabili però vanno solo a ridurre il numero di voli visibili, rispetto ai reali. Quindi se dici che a volte sono tracciati voli che non esistono nella realtà, su questo aspetto non ho argomenti per capire il perchè.
Chiaro comunque che non è un radar.
Io da quando conosco questi siti mi diverto a monitorare gli aerei che mi passano sulla testa e sono sempre molto precisi. Però appunto possono esserci falle, soprattutto in teatri di azioni militari o dove magari la gente ha un po' più paura a fornire dati.

Stamattina intanto che davo un'occhiata al Mar Nero ho visto in un'altra zona due Eurofighter inglesi che sono scomparsi all'improvviso. Chiaramente avranno spento il transponder.

50
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 16 Febbraio 2022, 08:45:03 »
Il Rivet Joint è sul Mar Nero:

https://globe.adsbexchange.com/?icao=ae01ca

51
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 15 Febbraio 2022, 16:07:12 »
Segnalo anche questo, che sarebbe un aggregatore che si occupa solo di voli militari e pubblica dei report su osservazioni ad hoc, tipo un drone che ieri avrebbe sorvolato l'Ukraina sotto il controllo di Sigonella.

https://www.itamilradar.com/2022/02/14/a-new-interesting-mission/

Nella pagina about-us ci sono anche link ad altri siti dai quali prendono i dati a loro volta.


52
discussione libera / Re:Ucraina ed SDR
« il: 14 Febbraio 2022, 17:11:55 »
Interessante, grazie della condivisione!
A me interesserebbe sentire se ci siano broadcast stranieri in italiano o in inglese, l'ideale sarebbe la Voce della Russia, che ho scoperto che non c'è più. Chiaro che era tutta propaganda, ma mi piaceva capire le diverse visioni.

53
Buongiorno, grazie a tutti.

a) Illuminatore è direzionale e punta verso il fuoco della parabola
Ottimo! Pensavo che fosse un dipolino, o comunque un omni.
Sono andato a vedere su internet e in effetti l'elemento radiatore è inserito in una tromba metallica che lo rende direzionale.

Sul fatto che il wifi usato in download usi poco la trasmissione, non sono molto convinto. Tutti i protocolli di rete, mi risulta che mandino bit di conferma di ogni pacchetto dati ricevuto, non è un vero e proprio streaming come ad esempio la TV digitale. Per cui la portante dovrebbe essere continua o perlomeno molto frequente (l'ho spiegato in modo molto spannometrico perchè non ho mai avuto interesse ad approfondire l'architettura della rete dati oltre quel poco che mi serve per usarla, però mi pare che concettualmente sia così).

Auguri per il corso di Radioamatore!
Yeah! Grazie.  [emoji2]

per esempio se da un’antenna telefonica la distanza minima fosse 5m, già al 10mo metro [...]
Il campo vicino (near field), nei pressi dell'antenna decresce col cubo della distanza, ossia decresce come 1/r^3.
La mia postazione di lavoro è circa a 5 mt, per questo mi preoccupavo, ignorando la potenza usata in trasmissione, e in generale le soglie di attenzione per gli effetti delle microonde. Una volta ho visto bruciarsi la mozzarella su una pizzetta e mi sono impressionato  [emoji1]

Grazie a tutti delle risposte, delle formule e degli esempi.

54
funziona poco e nulla, ripassati alla TIM...linea cavo.
Qua la connessione via cavo è pessima, è una frazione isolata.
Io lavoro benissimo con il 4G, ping rapidi, anche se un po' meno stabile nei download. Immagino che tutti guardino continuamente porno 4K in streaming, se no non mi spiego perchè tanto sforzo per connettersi.  [emoji23]

55
Se non corrispondenti al capitolato e fuori norma, viene sanzionato EOLO, pagando le spese di rilevazione e multa del MiSE, se in regola nelle emissioni, paghi TU tutto.
Arpa Emilia-Romagna mi ha detto che sarebbe stato tutto gratuito.
Grazie comunque della risposta.
Rimane il fatto che non ho voglia di essere ostile con il vicinato, anche se il destinatario di eventuali sanzioni sarebbe alla fine il fornitore. Sono cose che è giusto fare per step: a) valutare se c'è effettivo rischio; b) pregare il vicino di rimuovere il rischio; c) collegare la 220v al cavo di discesa; d) tappargli il camino mentre dorme...  [emoji23]  [emoji23]

In primavera dovrei fare il corso dell'ARI, se incontrerò qualcuno disponibile a fare le misure, o se capirò che misure fare con che strumenti, cercherò comunque di avere un dato numerico per fare le valutazioni.
Le vostre risposte comunque mi hanno tranquillizzato. Temevo che i valori in gioco fossero alti, invece pare di no.

56
Grazie a tutti delle risposte.
Non sapendo le potenze in gioco (e non avendo cultura specifica, soprattutto), non so fare un confronto tra la pericolosità di un wifi acceso in casa e quella della stazione fissa di Eolo a poca distanza.
Se dite così, ok, è già molto rassicurante.
Stamattina ho contattato Arpa dove un tecnico mi ha dato disponibilità a misurare, ma a partire da un esposto in comune ecc. Quindi il servizio Arpa funziona, ma è cosa eccessiva in questa fase, dove mi bastano le vostre rassicurazioni.
Se anche aveste acuito i miei timori, prima di chiamare l'Arpa avrei preferito parlare amichevolmente col vicino, chiedergli di spostare l'antenna ecc, prima di fare un esposto. Per questo ho domandato qua.
Salute a tutti, buone feste  [emoji4]

57
Qui sono tutte parabole, il ripetitore è a 15/20 km in linea d'aria. La parabola non punta su di me, sono laterale di circa 75°.
Mi preoccupo perché vedo comunque tutto l'illuminatore, che immagino di per sé sia omnidirezionale e non sapendo che potenza usino,sai com'è... Passo un sacco di tempo a pochi metri di distanza.

58
discussione libera / Radiofrequenza e salute, usi civili (28GHz?)
« il: 21 Dicembre 2021, 10:29:37 »
Ciao a tutti.
Il mio vicino ha installato Eolo ed ho la parabola a 3 mt dalla finestra della stanza dove lavoro e passo 6-10 ore al giorno. All'altezza della finestra, precisa.
Ho letto che usano anche i 28GHz (lo scrivono sul sito), e comunque anche se non usassero qui quelle frequenze, mi pare che siano comunque oltre i 5 GHz. Non ho idea di che potenze installino presso gli utenti.
La parabola non punta sulla mia testa, ma ne vedo il fronte e completamente l'illuminatore.
Sono un po' preoccupato.
Qualcuno saprebbe darmi informazioni? Come posso verificare l'esposizione della mia famiglia e la eventuale pericolosità?
Grazie
Fabrizio

59
discussione libera / Re:Prima radio CB
« il: 13 Dicembre 2021, 10:28:24 »
Allora, ho acquistato ieri sera una radio cb portatile lafayette 2000 pro del 1981 se non erro (il classico mattone), leggendo in giro si tratta di una buona radio ma con l'antennina in gomma prendo al massimo dal cortile di casa mia.

Ciao, ne ho una anch'io. Connessa all'antenna esterna, parlo con le stesse persone con cui parlo usando un altro cb da 4 watt. Purtroppo non ha un ingresso per un microfono esterno. Il suo lavoro comunque lo fa.

60
discussione libera / Re:Nuove regole per CB/PMR
« il: 28 Novembre 2021, 17:17:34 »
Sì, mi riferivo al fatto di possedere il pc con la possibilità di vedere in streaming, che pare non essere motivo di pagare il canone. Da alcuni anni le faq dell'Ag. Entrate specificano ricezione+decodifica+visione come presupposti per l'obbligo.
Adesso è così, è scritto chiaramente. Forse prima ci sarà stata ambiguità interpretativa, come in molti testi di legge. Non so.

Pagine: [1] 2 3