Autore Topic: Il Giorno della GainMaster  (Letto 3359 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline pat0691

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1667
  • Applausi 64
  • Sesso: Maschio
  • QTH Latina
    • Mostra profilo
    • Sezione ARI di Latina
  • Nominativo: IK0EHZ
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #25 il: 05 Aprile 2021, 17:43:40 »
Arnaldo....ho detto chiaramente che le antenne furono anche state invertite (questo nel brevissimo filmato non si vede ovviamente), ma anche invertendole, e quindi cambiando tutto cio' che sta prima, l'effetto era identico.
Io le prove le faccio sempre con le orecchie, che e' la cosa migliore. Alla fine quello che dobbiamo ottenere e' sentire meglio no?
Non posso piu' replicare quella prova perche' fatta un bel po' di tempo fa, ora posso solo commutare la GM con la Wega27...ma sempre gli stessi risultati trovo.


Offline ri-"ottone"

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 311
  • Applausi 25
  • Sesso: Maschio
  • CortoCircuito ergo sum! 73 - Max, Roma.
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: iz0yza
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #26 il: 06 Aprile 2021, 15:41:12 »
Ciao Pat,
quello che sta succedendo è che il fenomeno Gain Master, all'inizio idolatrata da molti, sta pian piano ritornando al suo posto: un'antenna troppo cara per come è fatta, che ha un noise floor mediamente più basso rispetto alle 5/8 alimentate con autotrasformatore (probabile che malgrado tutti i giustissimi appunti di Arnaldo abbia effettivamente un rapporto S/N migliore ad esempio della Wega che tu menzioni, come io stesso ho verificato), ma che sulla lunga perde qualcosa sulle vecchie 5/8 GP con autostrasformatore (sempre che anche esse siano realizzate elettricamente come si deve). E guarda che con tutta probabilità quella differenza di mezzo punto (non mezzo dB), probabilmente aumenta.

Io sono d'accordo con te che forse è meglio perdere quel qualcosa (puoi sempre recuperarlo con la potenza) pur di ascoltare una voce più comprensibile, ma allora perchè sul sito di Gain Master si grida al miracolo e si chiedono cifre folli per due pezzi di plastica, quando uno dei figli che si è staccato conferma che si doveva trattare, quando ne hanno pensato il progetto, di un'antenna plug & play per tutti ma non dalle estreme performance? Io credo che il problema dell'avversione (per chi la ha) a questa antenna, sia tutto nel prezzo ingiustificato per i materiali. Per quella che in fondo pare una T2LT allungata e non 5/8 (sennò mancherebbe un pezzo di antenna), ma questo poco cambia, conta il risultato finale.

Infine se vuoi un migliore rapporto S/N come nella Gain Master rispetto alle antenne ad autostrasformatore, puoi sempre alimentarle come fa la Imax 2000 con un trasformatore con due avvolgimenti galvanicamente separati: otterrai lo stesso risultato senza gridare al miracolo (il sito, non tu... ;) )

73 - Max
« Ultima modifica: 06 Aprile 2021, 15:43:32 da sassa "ottone" »
La minaccia alcolica!

Offline pat0691

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1667
  • Applausi 64
  • Sesso: Maschio
  • QTH Latina
    • Mostra profilo
    • Sezione ARI di Latina
  • Nominativo: IK0EHZ
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #27 il: 06 Aprile 2021, 18:41:38 »
Ciao Max e ben riletto,
sono d'accordo con te sul fatto che la Gain Master costi troppo, ma anzi e' anche un po' diminuita da quando e' uscita. Secondo me costano troppo un po' tutte le 5/8 top per la 27. In fondo se vai a vedere e' qualche pezzo di tubo in alluminio e poco altro.
Comunque per me la GM e' stata risolutiva proprio per il noise minore e per merito suo sono tornato a farmi 4 chiacchiere in 27. Ciao


Offline YF23 blackwidow

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 279
  • Applausi 12
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #28 il: 07 Aprile 2021, 06:50:47 »
Quello che non capisco è perchè abbiano fatto una seconda gain master più corta (hw), se fosse per ovviare ai fantomatici problemi con forte vento di cui qualcuno si è lamentano, avrebbero potuto chiedere una consulenza ad un ingegnere strutturale e uno aerospaziale, riprogettarla e poi proporre la nuova versione sul mercato. 

Se invece fosse per un semplice motivo di dimensioni ne comprenderei di più le ragioni, anche se parliamo sempre di 5 metri e fischia di antenna.

Qualcuno ha provato la versione accorciata? Magari per confrontarla con quella "full length"?
« Ultima modifica: 07 Aprile 2021, 06:54:47 da YF23 blackwidow »

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 203
  • Applausi 44
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #29 il: 07 Aprile 2021, 10:14:40 »
Quello che non capisco è perchè abbiano fatto una seconda gain master più corta (hw), se fosse per ovviare ai fantomatici problemi con forte vento di cui qualcuno si è lamentano, avrebbero potuto chiedere una consulenza ad un ingegnere strutturale e uno aerospaziale, riprogettarla e poi proporre la nuova versione sul mercato. 

Se invece fosse per un semplice motivo di dimensioni ne comprenderei di più le ragioni, anche se parliamo sempre di 5 metri e fischia di antenna.

Qualcuno ha provato la versione accorciata? Magari per confrontarla con quella "full length"?
La versione "corta" ha un suo perché, non essendo a larga banda (è da tarare in fase d'installazione) forse rende qualcosa in più rispetto alla sorella più lunga.
Rimane di fondo una T2LT coi suoi pregi e difetti venduta non proprio ad un prezzo regalo e non c'è nemmeno dietro qualcosa di innovativo che la rende interessante come l'altra.


Offline rebQQtz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 113
  • Applausi 15
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #30 il: 07 Aprile 2021, 11:22:28 »
Infine se vuoi un migliore rapporto S/N come nella Gain Master rispetto alle antenne ad autostrasformatore, puoi sempre alimentarle come fa la Imax 2000 con un trasformatore con due avvolgimenti galvanicamente separati: otterrai lo stesso risultato senza gridare al miracolo ...

Ti ringrazio per la considerazione tecnica (e per l'avatar che mi ricorda tempi migliori ;-) ...)

Infatti la mia speranza era tanto di riuscire a ragionare sulla "tecnica" della GM (che a me tanto ricorda una JPole ...) e sugli altri aspetti che ne determinano le caratteristiche, piuttosto che altro ...
Avevo abbandonato il progetto di costruirla, in favore, per l'appunto, di una mezza onda, perche' la differenza di quei due metri buoni di "sezione di adattamento" mi facevano piu' comodo per issarla sul tetto ad una altezza decente.

Ho gia testato la mezza onda col trasformatore in ferrite (e OK!)  a giorni provero' col trasformatore in aria ... ti prego cortesemente, se hai qualche suggerimento o esperienza in proposito di volerlo condividere ...

@M74:
Come promesso a suo tempo eccoci qua, ognuno con la "sua" GM ;-) ... io ho seguito alla lettera il "verbo" di Darek ma, salve le caratteristiche ormai arcinote (banda e qrm) rilevo un bel ritorno rf sul cavo, cosa che mi aspettavo si, ma in minor misura ... hai, per caso, fatto un test simile sulla tua versione "W2DU" ? mi piacerebbe saperlo, grazie ;-) ...


« Ultima modifica: 07 Aprile 2021, 11:55:54 da rebQQtz »
73 de IK4UPY (Paolo)

Offline rebQQtz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 113
  • Applausi 15
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #31 il: 07 Aprile 2021, 12:33:21 »
sono d'accordo con te sul fatto che la Gain Master costi troppo ...

*TUTTI* siamo d'accordo su questo punto ;-) ;-) ;-) ;-) pero' ...

10 metri di cavo cosi' cosi' = 10 euro
tubo in vetroresina = 5 euro (compra una canna la paghi 25 ...)
Altre cianfrusaglie elettromeccaniche  5 euro
Assemblaggio = 5 euro (ok, sara' fatta in Cina, ma 5 euro ce vonno ... no ?)
Confezione. scatola, sacchetti  1 euro
E fin qui siamo a 26 facciamo 25, ma facciamo pure 20 euro di costi vivi ...

A questo punto la Sirio, che non e' una organizzazione di Dame della Carita' ma un'azienda che sta in piedi vendendo antenne,
deve ammortizzare i sui costi di struttura e i sui costi di sviluppo ... facciamo 5 euro

Finalmente aggiungiamo il guadagno della Sirio (espresso in euro, non in Db ;-) ...) che vorra' almeno tenersi una cifra pari alle spese al netto delle tasse (irpef, ici, irap ... ) quindi stabilira' un prezzo di vendita che, considerato una imposizione totale del 30% (e' almeno il 62 ...) porta in nostri 25 a 25*1.3*2 -> 65 Euro

Adesso ci deve guadagnare il rivenditore, qualcuno deve portare le antenne a casa sua, ma facciamo finta che non ... tuttavia il venditore vive per vendere ... se niente niente investe 100, vorra' vedere un po' di  ritorno e avra' le stesse tasse di tutti, facciamo che la Sirio gli faccia lo sconto e paghi 60 di antenna ... quindi 60*1.3*1.3 -> 101 ... e adesso arriva l' IVA! che porta il tutto a 124

Ipotizzando una imposizione del 30% e un ricarico del 30% ad ogni passaggio, partendo da un costo vivo di 20 euro siamo arrivati a 124 :-( :-( :-( :-( :-( ... di cui 25 di costi, 20 per la Sirio, 20 per il venditore e fa 65 ... dove sono finiti quelli che mancano a 124 ?

E *certo* che io non spenderei neanche 80 euro in una antenna (ma ne spenderei 100 facendomela da solo ;-) ...)

pero', facendo guadagnare meno di venti euro a testa alla Sirio e al rivenditore dai 20 di costo vivo siamo arrivati a 120 di vendita ... meditiamo gente ;-) ... e se c'e' in giro qualche commercialista lo prego di verificare i miei conteggi !!!


 
« Ultima modifica: 07 Aprile 2021, 12:41:56 da rebQQtz »
73 de IK4UPY (Paolo)


Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 203
  • Applausi 44
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #32 il: 07 Aprile 2021, 13:16:56 »

@M74:
Come promesso a suo tempo eccoci qua, ognuno con la "sua" GM ;-) ... io ho seguito alla lettera il "verbo" di Darek ma, salve le caratteristiche ormai arcinote (banda e qrm) rilevo un bel ritorno rf sul cavo, cosa che mi aspettavo si, ma in minor misura ... hai, per caso, fatto un test simile sulla tua versione "W2DU" ? mi piacerebbe saperlo, grazie ;-) ...

Si, mi sono attrezzato (anche se in modo molto rudimentale) ed ho postato i risultati nella discussione in merito alla mia versione:
https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=77112.msg811510#msg811510
Un po' di ritorno c'è ma lo considero trascurabile, almeno per le potenze che uso io (i watt della radio).
Quando sistemo il lineare vedrò di rifare la verifica e li probabilmente il ritorno rf potrebbe essere significativo e richiedere qualche altro accorgimento.
Niente di incredibile, a titolo informativo già che mi avanzava coassiale dalla linea l'ho avvolto a mo' di choke ed i valori si sono azzerati o quasi.

Offline pat0691

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1667
  • Applausi 64
  • Sesso: Maschio
  • QTH Latina
    • Mostra profilo
    • Sezione ARI di Latina
  • Nominativo: IK0EHZ
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #33 il: 07 Aprile 2021, 13:39:19 »
*TUTTI* siamo d'accordo su questo punto ;-) ;-) ;-) ;-) pero' ...

10 metri di cavo cosi' cosi' = 10 euro
tubo in vetroresina = 5 euro (compra una canna la paghi 25 ...)
Altre cianfrusaglie elettromeccaniche  5 euro
Assemblaggio = 5 euro (ok, sara' fatta in Cina, ma 5 euro ce vonno ... no ?)
Confezione. scatola, sacchetti  1 euro
E fin qui siamo a 26 facciamo 25, ma facciamo pure 20 euro di costi vivi ...

A questo punto la Sirio, che non e' una organizzazione di Dame della Carita' ma un'azienda che sta in piedi vendendo antenne,
deve ammortizzare i sui costi di struttura e i sui costi di sviluppo ... facciamo 5 euro

Finalmente aggiungiamo il guadagno della Sirio (espresso in euro, non in Db ;-) ...) che vorra' almeno tenersi una cifra pari alle spese al netto delle tasse (irpef, ici, irap ... ) quindi stabilira' un prezzo di vendita che, considerato una imposizione totale del 30% (e' almeno il 62 ...) porta in nostri 25 a 25*1.3*2 -> 65 Euro

Adesso ci deve guadagnare il rivenditore, qualcuno deve portare le antenne a casa sua, ma facciamo finta che non ... tuttavia il venditore vive per vendere ... se niente niente investe 100, vorra' vedere un po' di  ritorno e avra' le stesse tasse di tutti, facciamo che la Sirio gli faccia lo sconto e paghi 60 di antenna ... quindi 60*1.3*1.3 -> 101 ... e adesso arriva l' IVA! che porta il tutto a 124

Ipotizzando una imposizione del 30% e un ricarico del 30% ad ogni passaggio, partendo da un costo vivo di 20 euro siamo arrivati a 124 :-( :-( :-( :-( :-( ... di cui 25 di costi, 20 per la Sirio, 20 per il venditore e fa 65 ... dove sono finiti quelli che mancano a 124 ?

E *certo* che io non spenderei neanche 80 euro in una antenna (ma ne spenderei 100 facendomela da solo ;-) ...)

pero', facendo guadagnare meno di venti euro a testa alla Sirio e al rivenditore dai 20 di costo vivo siamo arrivati a 120 di vendita ... meditiamo gente ;-) ... e se c'e' in giro qualche commercialista lo prego di verificare i miei conteggi !!!


 
Queste considerazioni valgono per tutto Paolo, per qualsiasi tipo di antenna e molte altre cose.
Occhio pero' che la Gain Master e' costruita completamente in Italia e non in Cina e la progettazione e' avvenuta in Italia, con i costi che puoi prevedere.
I costi anche dei materiali sono ben altri. Le canne non sono normali tubi di VTR ma sono molto piu' spessi. Secondo me credi che tutto costi 5 euro, ma io non credo proprio. 1 euro la confezione?....Dubito...
« Ultima modifica: 07 Aprile 2021, 13:41:18 da pat0691 »


Offline YF23 blackwidow

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 279
  • Applausi 12
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #34 il: 07 Aprile 2021, 14:46:08 »
Ragionamenti che potrebbero andare bene per me o per te ma non per una azienda che fa ordini in grosse quantità, magari due volte all'anno e che stipula contratti con i fornitori. 

Quello che stona di più (secondo me) è il costo della ricerca e sviluppo, mi sembrano davvero troppi 5 euro a pezzo per vetroresina, cavi, calcoli matematici e prove empiriche/di laboratorio. Capisco se fosse uscita la nuova Gain Master reingegnerizzata e migliorata meccanicamente e se per farla avessero affittato una galleria del vento, pagato consulenze ad ingegneri specializzati e altro. Ma la nuova 1/2 mi sembra meccanicamente idendica alla precedente, e le strumentazioni le usano per tutti i loro prodotti non solo per la Gain Master.

Cmq stiamo facendo un discorso spannometrico, i dati reali li conosce solo Sirio :)

Offline pat0691

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1667
  • Applausi 64
  • Sesso: Maschio
  • QTH Latina
    • Mostra profilo
    • Sezione ARI di Latina
  • Nominativo: IK0EHZ
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #35 il: 07 Aprile 2021, 15:09:15 »
Fare i calcoli dei costi non e' cosi' facile. Oggi una ditta che non tiene conto dei giusti costi e ricavi e' destinata a chiudere in brevissimo tempo. Forse voi siate rimesti ai costi pre-euro. Guardate che ora le cose sono molto differenti. I costi piu' bassi riescono ad ottenerli i grossi gruppi industriali, mentre qui stiamo parlando di ditte a conduzione familiare, non dimentichiamolo.


Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3890
  • Applausi 145
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #36 il: 07 Aprile 2021, 15:16:05 »
Infatti la mia speranza era tanto di riuscire a ragionare sulla "tecnica" della GM (che a me tanto ricorda una JPole ...)

questo è interessante, potresti esporre questa tua intuizione?

facendo guadagnare meno di venti euro a testa alla Sirio e al rivenditore dai 20 di costo vivo siamo arrivati a 120 di vendita ... meditiamo gente ;-)

possiamo pure meditare, ma i costi della produzione industriale sono piuttosto diversi dai costi dell'autocostruzione e il "trucco" che aiuta a mantenere in piedi le manifatture, da 30 anni, è cercare di scaricare gran parte dei costi su fornitori e subfornitori.

ps: "meditate gente", "sveglia" e altre amenità da social network sviliscono l'esposizione.

Offline YF23 blackwidow

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 279
  • Applausi 12
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #37 il: 07 Aprile 2021, 15:43:35 »
Sono abbastanza aggiornato sulla questione costi di ricerca e sviluppo in altri ambiti a dire il vero ma per come la vedo io, e potrei anche sbagliarmi, un prodotto che non viene modificato da anni ha già ammortizzato i costi di sviluppo e ingegnerizzazione. Come detto precedentemente sono solo speculazioni, i dati reali li conosce solo la ditta in questione. Stiamo facendo un po' di Bar :D

A me interessa il discorso GM perchè ho già una sirio5000 ed è fatta davvero bene, ora però avrei bisogno di una antenna da mettere sul tetto che regga raffiche improvvise come non se ne vedevano da anni qui in Lombardia e leggendo in giro e vedendo immagini di antenne spezzate mi sono un po' "raffreddato" . Mi attira il fatto che produca poco rumore rispetto alla concorrenza, la pianura padana è il paradiso del qrm.
« Ultima modifica: 07 Aprile 2021, 16:04:23 da YF23 blackwidow »


Offline rebQQtz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 113
  • Applausi 15
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #38 il: 07 Aprile 2021, 16:17:00 »
Oddio ... vediamo se ce la faccio a rispondere a tutti senza scrivere un romanzo e senza generare equivoci ;-) ...

@KZ:
Messaggio ricevuto, ... purtroppo la scrittura non lascia trasparire il tono ironico con cui la frase sarebbe stata pronunciata al bar ;-)

Il prezzo:
Sull'etica e sull'economia del "giusto prezzo" c'e' una letteratura sterminata che comprende pure Sant'Agostino fra i gli autori ;-) ...
Il mio intento era quello di portare l'attenzione sul fatto che il prezzo di vendita di un' oggetto e' il risultato di una serie di parametri che vanno oltre la valutazione spiccia del costo materiali ...

@M74:
Scusami, ho seguito il tuo post ma mi era sfuggita la parte delle misurazioni ...
I tuoi risultati mi confortano sia perche' il ritorno c'e', e questo ce lo aspettavamo, sia perche' il choke W2DU mi pare piu' efficace dell' "ugly" ...
non ho calibrato l'amperometro RF lo faro' nei prossimi giorni e postero' i risultati nel tuo thread ...

GM = JP ?
segue messaggio apposito perche' discutere di questo era veramente lo scopo del mio post

Grazie a tutti quanti !!!
73 de IK4UPY (Paolo)

Offline ri-"ottone"

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 311
  • Applausi 25
  • Sesso: Maschio
  • CortoCircuito ergo sum! 73 - Max, Roma.
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: iz0yza
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #39 il: 07 Aprile 2021, 16:24:22 »
Interessante, molto interessante le considerazioni che state facendo sulla GM (Gain Master).
Parto con un post breve partendo dall'ultimo punto, la resistenza al vento della GM, e poi lo modifico pian piano sperando di non farlo diventare il mio solito noiosissimo sermone.

Non sono convinto che la GM sia la scelta più adatta sotto forti venti, in rete ci sono parecchie immagini di antenne "in fibra" anche non molto vecchie, spaccate dal vento. Dalla GM alla Imax, come ci sono anche quelle di alluminio piegate. Forse in caso di vento antenna corta con tubi in lega di alluminio di buona fattura è l'unica soluzione con qualche probabilità di sopravvivenza in più. Oppure dipoli filari.


Ti ringrazio per la considerazione tecnica (e per l'avatar che mi ricorda tempi migliori ;-) ...)
Il mitico Superciuk [emoji23]




Infatti la mia speranza era tanto di riuscire a ragionare sulla "tecnica" della GM (che a me tanto ricorda una JPole ...) e sugli altri aspetti che ne determinano le caratteristiche, piuttosto che altro ...
A me la GM è sembrata più una T2LT allungata e compensata da una linea di rifasamento laterale.

Devo dire che caddi nell'equivoco della J-pole quando aprii il topic anni orsono sulla Vector4000 alias Saliut LW-150, etc etc con i varii nomi, che mi sembrava tanto una J-pole, ma non lo è.



Ho gia testato la mezza onda col trasformatore in ferrite (e OK!)  a giorni provero' col trasformatore in aria ... ti prego cortesemente, se hai qualche suggerimento o esperienza in proposito di volerlo condividere ...
Sulla mezz'onda ne ho realizzate più di una e un amico in CB quì nel circondario di Roma (Fabrizio di Bravetta/Cerverteri che saluto e menziono volentieri) sta ragionando alla stessa mezz'onda alimentata con trasformatore simil Imax-2000 (quindi con secondario e primario galvanicamente separati) che riduce molto il noise floor e le correnti statiche captate dal ricevitore.

Le mezz'onda su canna con circuito LC alla base (bada bene, non toroide e trasformatore adattatore di impedenza "a tutta perdita alla base") vanno molto bene quanto di più tanto sono strette di banda ed hanno quel vantagio di avere una sorta di filtro stretto alla base che funge da mezzo preselettore e filtro antiarmoniche. Da provare. Consiglio spire di rame argentato spaziate, o anche smaltato + variabile di recupero da BV-131 o pezzo di cavo coassiale tipo RG58 di cui si sa che 10 cm = 10 pf. Prove fatte mezza LC end fed con autostrafsormatore su canna da pesca vs. Mantova Turbo = 1 -1 e palla al centro.

*TUTTI* siamo d'accordo su questo punto ;-) ;-) ;-) ;-) pero' ...

10 metri di cavo cosi' cosi' = 10 euro
tubo in vetroresina = 5 euro (compra una canna la paghi 25 ...)

***cut***

... e se c'e' in giro qualche commercialista lo prego di verificare i miei conteggi !!!
Io ho sempre trascurato il costo di sviluppo e testing della GM (sbagliando di grosso) e non valutando che tutte le altre antenne sono configurazioni stra realizzate e stra testate già da altri, inclusa la Vector 4000 (Avanti AV-174 Sigma IV per prima, poi la CTE con la Saliut).
Però il sospetto che alla Sirio ci abbiano fatto tanto marketing sopra, a partire dal dominio dedicato alla GM, c'è.

Spezzo per non rendere chilometrico.
« Ultima modifica: 07 Aprile 2021, 16:46:32 da sassa "ottone" »
La minaccia alcolica!


Offline ri-"ottone"

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 311
  • Applausi 25
  • Sesso: Maschio
  • CortoCircuito ergo sum! 73 - Max, Roma.
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: iz0yza
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #40 il: 07 Aprile 2021, 17:00:05 »
GM = JP ?
segue messaggio apposito perche' discutere di questo era veramente lo scopo del mio post

Non ne sarei convinto, ma se ti piacciono i dubbi scettici di origine Kantiana, leggiti pure il topic della Vector 4000:

https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=18701.0


Ad ogni modo più prove facciamo noi del gruppo romano di vecchie conoscenze con le verticali per CB e più ci rendiamo conto che siamo sempre a discutere del filo di lana caprina nelle prestazioni. Poi alle volte le differenze si vedono, ma non sono sempre univoche (nel senso che non sempre l'antenna che sembra andare meglio è tale in tutte le situazione e direzioni rispetto a quella in paragone che sembrava inferiore) e forse l'unica differenza degna di nota è la qualità dei materiali e della realizzazione.

Succede persino che una x50 collineare in 2 metri dove dovrebbe esibire un certo guadagno, arrivi a 30 km di distanza con la stesa intensità di segnale di una J-pole per i 2 metri autocostruita che sulla carta ha 0 dBd di guadagno.

Forse da prender in considerazione sono gli angoli di takeoff alle quali lavorano le antenne, ma chi ha realmente modo e maniera di verificarli?

In questo momento non vi nascondo che sto pensando di autocostruire qualcosa che sia alimentato via trasformatore e non con autotrasformatore e prese intermedie, nell'intento di mitigare il friggi-friggi continuo che ho (inverter a parte, quelli ovviamente entrano con tutte le antenne compresa la loop magnetica).
Perdono di più dell'autostrasformatore, si nota dalla dissipazione: un filo da 1,5 mmq gestisce senza problemi 300 watt key down ad esempio sulla mezz'onda end fed, ma non avviene lo stesso se al posto della presa intermedia sulla bobina la stessa antenna la alimenti con un avvogimento separato e vicino a quello di accordo dello stilo.
Il VNA dice che l'antenna va, ma le perdite devono essere per forza di più perchè nel primo caso il filo della bobina non scaldava, nel secondo sì.
La minaccia alcolica!

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 203
  • Applausi 44
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #41 il: 07 Aprile 2021, 23:44:21 »
@M74:
Scusami, ho seguito il tuo post ma mi era sfuggita la parte delle misurazioni ...
I tuoi risultati mi confortano sia perche' il ritorno c'e', e questo ce lo aspettavamo, sia perche' il choke W2DU mi pare piu' efficace dell' "ugly" ...
non ho calibrato l'amperometro RF lo faro' nei prossimi giorni e postero' i risultati nel tuo thread ...


Eh capita di perdere pezzi su varie discussioni.

Anche a me sembra che non vada male il W2DU, però nemmeno io ho calibrato lo strumento in qualche modo e fornisce una lettura diretta di quello che butta fuori l'avvolgimento sulla clip di ferrite.
In più ho fatto un sacco di spire con filo molto sottile, 0.15 mi pare, per avere misure confrontabili sarebbe almeno da avere strumenti compatibili.
Ho fatto qualche altra prova, aggiorno di la così è tutto assieme.

Se hai sottomano un grosso toroide o un nucleo di un trasformatore at delle vecchie tv potresti provare ad inserirlo nella bobina, non è come avvolgerci il cavo alla solita maniera ma potrebbe fare una gran differenza.
Da quello che ho capito i choke in coassiale avvolti in aria possono essere molto efficaci ma difficilmente su una banda molto estesa.
La gm appunto ha questa peculiarità ed azzeccare il choke giusto senza avere strumentazione può essere difficile, magari va bene su frequenze più basse e male su più alte o viceversa.


Offline rebQQtz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 113
  • Applausi 15
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #42 il: 09 Aprile 2021, 00:05:05 »
... se ti piacciono i dubbi scettici di origine Kantiana, leggiti pure il topic della Vector 4000:
https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=18701.0

Ma grazie tante ;-) ... questa e' vera classe !!! mi hai passato con elegante nonchalance il Santo Graal che andavo cercando, mi inchino ;-)

A parte gli scherzi, con quel post, kantiani o no, hai risolto tutti i miei interrogativi, grazie davvero ...

Riassumo, a questo punto solo per motivi "storici", l'evoluzione del mio ragionamento:

Tutto e' nato dal fatto che quei 7 metri e passa mi andavano un po' storti e volevo orientarmi verso la mezza onda, quindi ho cominciato a documentarmi, anche grazie ad altri amici qui su rk, ma la lampadina mi si e' accesa quando ho sbattuto il naso il questo sito:
http://mosers-on-tour.net/hb9lcd/antennen/halbwellen-antenne/
(al quale ho pure saccheggiato l'immagine "epifanica" ;-) ...) nel quale si adattava una mezza onda con una linea a l/4 alimentata in un qualche punto "magico" ...

Ridisegnando la GM,  di solito rappresentata come in figura A, in modo da apparire come in figura B diventa evidente una analogia con la JPole:
adattamento "sotto" e parte radiante "sopra".

I conti pero' non mi tornavano perche',  se ci avevo capito qualcosa, nel punto interruzione della calza del cavo dovevano saltare fuori correnti lungo l'esterno della calza stessa.

La tua considerazione sul fatto che e' piu una T2LT che una JPole mi ha aperto gli occhi ... alla fine penso che vengano utilizzati entrambi i principi, con il condensatore che mette un po' d'accordo le varie correnti ...

Ho riassunto il mio ragionamento nel disegno allegato, unitamente a un dubbio finale:
In funzione della frequenza di utilizzo, la bella "panza" delle correnti nel punto ottimale di accordo (vedi diagrammi Sirio ...) non presentera' "deformazioni" tipo quella rappresentata in arancio ?

Grazie ancora a te, a chi e' intervenuto e a chi abbia voglia di aggiungere qualcos'altro ...


73 de IK4UPY (Paolo)

Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3890
  • Applausi 145
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #43 il: 09 Aprile 2021, 12:12:34 »
c'è qualcosa che mi sfugge nei disegni di IK4UPY, però al momento non riesco ad andare al di là del sospetto.


Offline rebQQtz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 113
  • Applausi 15
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #44 il: 09 Aprile 2021, 16:19:59 »
... al momento non riesco ad andare al di là del sospetto.
Sono io il primo a sospettare di quei diagrammi ;-) ... ho solo cercato di darmi una spiegazione, del tutto empirica, sul meccanismo della GM alla luce delle (poche) conoscenze che ho ... e poi, per una idea che mi e' presa cosi',  ho cercato, ad un primo approccio, di fare le cose alla vecchia: metro, forbici, rosmetro e un po' di fortuna.

Arriveranno anche gli strumenti per verificare il risultato del processo di cui sopra, ma per usare uno strumento e' preferibile sapere prima cosa stai cercando di misurare ...

Come si dice ? ... "tre sospetti fanno una prova" se salta fuori un terzo uomo potrebbero venir fuori delle conclusioni interessanti ;-) ...
73 de IK4UPY (Paolo)

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 203
  • Applausi 44
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #45 il: 10 Aprile 2021, 00:51:21 »
Per me ti stai complicando le cose quando sono (quasi) semplici.
La gm è un dipolo "allungato", la somma dei due bracci è 0,625λ ed è alimentato al centro.
Lo stub ed il condensatore servono per adattare l'impedenza e metterlo in fase con la linea dove si collega.
Il choke serve a definire in qualche modo il braccio inferiore che altrimenti sarebbe tutto il coassiale fino alla radio, per me non ha altre funzioni, altrimenti quella che ho fatto col W2DU non potrebbe funzionare.
Non vedo altri misteri nel meccanismo di funzionamento, se non eventualmente come calcolare stub e condensatore dovendo ad esempio adattarla ad altre frequenze o con altri tipi di cavo (il metodo empirico già noto non spiega molto pur essendo funzionale).

Offline rebQQtz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 113
  • Applausi 15
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #46 il: 10 Aprile 2021, 02:02:33 »
... lo stub ed il condensatore servono per adattare l'impedenza e metterlo in fase con la linea dove si collega ...

questo e' proprio quanto cercavo di "raccontarmi" con i miei geroglifici ;-) ...

Ho postato nel thread della tua GM i risultati delle misure sulle correnti di ritorno e mi sembrano poco carini :-( ...

« Ultima modifica: 10 Aprile 2021, 02:04:39 da rebQQtz »
73 de IK4UPY (Paolo)

Offline Abusivo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4724
  • Applausi 178
  • Sesso: Maschio
  • qth l'Aquila
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #47 il: 10 Aprile 2021, 10:03:49 »


Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3890
  • Applausi 145
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #48 il: 10 Aprile 2021, 11:32:10 »
ecco il sospetto: per fungere da elemento "passivo" di adattamento d'impedenza il braccio della jpole deve essere a una determinata distanza dal braccio radiante, calcolata in base alla lunghezza d'onda, nel caso della T2LT o della GM tale distanza non è applicata e l'adattamento si ottiene con le dimensioni o con lo stub*;  quindi torniamo ai casi esposti da Sassa sull'antenna che "sembra" una Jpole, come la Vetor (ci aggiungo la famigerata vertical bazooka).
concordo con Maurizio, sembra che tu ti voglia complicare la vita, o forse non abbiamo capito nulla.

*diversi progetti di T2LT prevedono il condensatore, mi pare ci fosse anche nel progetto originale.

Offline ri-"ottone"

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 311
  • Applausi 25
  • Sesso: Maschio
  • CortoCircuito ergo sum! 73 - Max, Roma.
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: iz0yza
Re:Il Giorno della GainMaster
« Risposta #49 il: 10 Aprile 2021, 23:19:10 »
Ciao,
boh, io la GM tanto dipolo non ce la vedo. O almeno, forse dipolo alimentato ad un lato, non di certo al centro (ma cosa è di fatto la T2LT se non un dipolo alimentato ad un lato?).

Anche io, come kz, non la vedo tanto j-pole questa GM: la J-pole prevede che la linea di adattamento sia alimentata ad una certa altezza, la GM è alimentata ad un estremo.
Con tutta probabilità non capisco io bene come funziona la T2LT, cmq più la guardo la GM e più mi sembra un T2LT allungata e di conseguenza "stubbata" per riportare l'impedenza a qualcosa di prossimo ai 50 ohm.

Mi pare indubbio che ci stiamo facendo domande cui sia difficile trovare una risposta certa...

73 a tutti.

P.S. @abusivo @kz fatevi sentire in radio (ammesso che già non lo facciate) ci stiamo facendo belle chiacchierate in 11 su questi argomenti. CH 16, CH 7, alle volte CH 15 tutti in USB e qualche volta anche CH 30 FM.
« Ultima modifica: 10 Aprile 2021, 23:24:28 da sassa "ottone" »
La minaccia alcolica!