Autore Topic: Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"  (Letto 2337 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline IZ2UUF (davj2500)

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3024
  • Applausi 433
  • Sesso: Maschio
  • Op. Davide
    • Mostra profilo
    • IZ2UUF Web Site
  • Nominativo: IZ2UUF
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #50 il: 23 Agosto 2013, 11:08:30 »
Giusto. .io darei a tutti la possibilità di certificarsi.il callsign è solo uno dei modi. .il numero di cellulare , ad esempio un altro.
Poi come fs notare il buon Davj2500 la sicurezza su internet è utopia. ..ma ripeto questo è un mondo imperfetto.

Ho parlato di "utopia" perché tante volte si vedono costosi ed inutili tentavi di remare contro corrente seguendo un principio che, per quanto possa essere giusto, è stato superato dalla tecnica.
Faccio qualche esempio. Una volta se volevi un disco, andavi al negozio e lo compravi. Se no lo registravi su audiocassetta, avendo un risultato scadente. Poi sono arrivati gli MP3 e internet e tutti potevano avere la loro copia perfetta gratis: le vendite di dischi sono crollate. Per un po' le compagnie hanno tentato di remare contro corrente, tentando vie legali, inserendo protezioni software e via dicendo, ma non sono servite a niente: il fenomeno era troppo forte, gradito dalle masse e diffuso da non poter essere contrastato.
Quindi è arrivata Apple che con I-tunes, vendendo le canzioni a pochi cent con un click, ha fatto un fatturato strabiliante insieme alle case discografiche: hanno seguito la corrente invece di opporvisi. Apple ha sfruttato la pigrizia degli utenti, che cliccando sul loro I-qualcosa potevano avere subito la canzone desiderata "quasi gratis", cioè a pochi cent, senza doversi districare tra muli e torrents.

Oppure quelle aziende che proponevano motori di ricerca a pagamento: hanno chiuso, perché la gente vuole roba gratis. Lo so che volere la roba gratis è contro il normale principio del commercio, ma internet ha ormai abituato tutti così. Google l'ha capito e con piccoli spot poco invadenti accanto a servizi di qualità strepitosa tutti gratuiti, nel 2012 ha fatturato 50,17 miliardi di dollari.

Non si può remare contro corrente se questa è forte, si perde sempre. Essere contrari per principio a fenomeni che ormai sono globali ed ineluttabili è lecito, ma è utopico. E' come essere contrari alla pioggia o agli attacchi di diarrea: quando arrivano, arrivano.
Internet è contemporaneamente la culla dell'anonimato e dell'anti-privacy. Se vogliamo sopravvivere dobbiamo imparare a convivere e sfruttare queste caratteristiche, non cercare di remarci contro. I forum possono funzionare benissimo anche con troll, anonimi, polemici, arroganti e stupidi vari, basta saperli dribblare e non cadere nelle loro trappole, volontarie o involontarie che siano.
Non dimentichiamoci che tutti possono scrivere ma solo i più autorevoli si guadagnano la stima della community: gli altri se mezze calzette sono, mezze calzette restano.

Ciaoo
Davide
IZ2UUF - Davide - http://www.iz2uuf.net/

Offline ministero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 78
  • Applausi 2
    • Mostra profilo
    • QRP Club
  • Nominativo: IZ5ZCO
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #51 il: 23 Agosto 2013, 11:13:28 »
Utenti certificati un pò difficile ma si potrebbe anche fare...

Ma faccio una domanda alla discussione:
Perché presentarsi per forza?

Su rogerk si può essere tutti anonimi fino a scelta contraria... Perché costringere tutti ad essere certificati ed autenticati e invece non lasciare la libertà di presentarsi ufficialmente a chi vuole farlo?

Tutti siamo nick di fantasia fino a quando non decidiamo di presentarci...

Perché chi mette un nominativo e si ufficializza deve costringere gli altri a fare lo stesso?

Inviato da RogerK Mobile


Non vedo dove sia la costrizione, io almeno non ho mai parlato di obbligare nessuno a identificarsi per forza, ma di dare la possibilità a chi preferisce parlare con soggetti che si assumono la responsabilità di quello che scrivono di poterlo fare.

L'essere tutti anonimi è una restrizione nei confronti di chi ci tiene a far conoscere il proprio nominativo (anche per ritrovarsi tra radioamatori): se dici che io posso essere anonimo non stai venendo incontro al mio problema, mi stai dicendo di rinunciare a qualcosa. E poi sicuramente al primo confronto ti dicono "facile parlare come anonimo" (è un classico).

Perché chi mette un nominativo e si ufficializza deve costringere gli altri a fare lo stesso?

Ma dove sta la costrizione? Se uno vuole restare anonimo, ci resta, non gli cambia nulla. E può continuare tranquillamente a parlare con chi vuole parlare con lui (anonimi e non anonimi). Ma se io, non anonimo, voglio parlare con un non anonimo non vedo perché non devo avere questa possibilità.


Offline Giovy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 978
  • Applausi 120
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Giovy's Blog
  • Nominativo: ALFA 1 (RRM)
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #52 il: 23 Agosto 2013, 11:18:43 »
Ma perché considere un'enclave una sezioncina di un forum in cui può accedere chiunque (perché chiunque può essere un SWL o comunque chiunque può assumersi la responsabilità di quel che dice con una conferma sul cellulare, per esempio)?
Perchè di fatto una sezione "riservata" ad un gruppo di utenti e non ad altri E' un enclave. Che poi sia dorata o meno è da vedere... :)
Non tutti hanno voglia di autenticarsi in qualche modo, sempre che un'autenticazione in qualche modo possa dare un valore aggiunto (una ricaricabile usa e getta costa niente e non da' nessuna sicurezza).

Citazione
E perché considerarla dorata? Non ci sono intenti aristocratici o "classisti" nella proposta, ma semmai l'intento di mettere tutti sullo stesso piano, perché se io parlo con TrollerinoJo non sono sul suo stesso piano.
E' chiaro che non fossero intenti classisti nella tua proposta, Ministero... non a caso ho messo quel termine fra virgolette e l'ho giudicato io stesso "forte".
Però, come diceva giustamente Marcello, nessuno ha imposto a TE di dichiarare il tuo call-sign, è stata una tua libera scelta. Perchè allora imporre agli altri di fare altrettanto?
Vuoi parlare con Trollerino? Togli il tuo call-sign e resta solo Ministero. Le cose non cambieranno, nè per te nè per Trollerino. :)

Citazione
Ed è per questo motivo che, per esempio, persone chiamate in causa su questo forum e non registrate a questo forum non ci entrano: perché parlare con chi non si assume la responsabilità di quello che scrive è un dialogo impari.
Normalmente sarebbe buona cosa NON parlare di persone assenti, così come non tirarle in causa, perchè 1) potrebbero non leggere, non essendo registrate, e quindi non verrebbero mai a sapere che qualcuno sta parlando/sparlano di loro 2) potrebbero non voler rispondere, per mille buoni motivi. E quindi? Non credo che non entrano sul forum o non si registrano per paura di essere identificate. Senza contare che magari quelle stesse persone hanno uno o più profili su questo forum, e magari rispondono comunque... :)

Questo è il mio pensiero... poi, come sempre succede in democrazia, è la maggioranza che decide (fermo restando poi che gli admin decidano o meno di implementarlo, perchè ripeto, dovrebbero impegnarsi anche a livello giuridico per il trattamento dei dati personali).
Giovanni
Referente Regionale Piemonte e Valle d'Aosta
progetto nazionale "Rete Radio Montana"

ID RRM: ALFA 1

Offline ministero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 78
  • Applausi 2
    • Mostra profilo
    • QRP Club
  • Nominativo: IZ5ZCO
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #53 il: 23 Agosto 2013, 11:19:28 »
Non si può remare contro corrente se questa è forte, si perde sempre.

E vorrà dire che uno apre sta sezioncina e constata che nessuno la frequenta o che comunque la "marea" la spazza via. Che problema c'è?


Offline antony

  • 1RGK003
  • Administratore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1196
  • Applausi 37
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • http://www.rogerk.net
  • Nominativo: IT9VAL
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #54 il: 23 Agosto 2013, 11:25:11 »
73' a Tutti,
premetto che, come anche sottolineato da Marcello, apprezzo personalmente l'intervento di Ministero, il quale ha deciso di presentare una proposta, secondo lui a miglioramento del forum, e quindi dimostrando comunque un certo interesse all'attività della comunità stessa.

Continuando a leggere negli interventi leggo quello di Ringhio, il quale scrive una sacrosanta verità... ci sono tanti Om idioti, come tanti altri non patentati nei quali scorre l'ham spirit nel sangue, a prescindere dal possesso di un titolo autorizzativo o meno.

Per evitare il dilagare di troll è attiva una moderazione, su base GRATUITA e VOLONTARIA da parte dello Staff che, dedicando tempo al forum, cerca di mantenere tutto in ordine e tutelare Tutti, sia lettori che "utenti effettivi" (passatemi il termine, considero effettivi chi apporta del buono all'interno della comunità).

Per quanto riguarda il nominativo, anche Tu Ministero, hai provveduto a inserirlo nelle Tue informazioni personali, percui chiunque inserendolo su un motore di ricerca ha la possibilità di vedere chi sei, la Tua attività e tutte le info (ovviamente ad esclusione dei dati sensibili, anche se su questo internet vacilla un po', sapendo incrociare dei semplici dati pubblici).

Come ricordava, in ordine, Alinghi, già da tempo furono eliminate stellete, feedback e quant'altro, per poter rendere il forum libero da ogni "aspirante graduato" che forte del suo numero di post o di apprezzamenti potesse trasformare la comunità virtuale in una sorta di salotto personale, snobbando magari chi si affaccia ora a questo mondo o, ancora peggio, facendo odiare ai neofiti il Nostro hobby ancora prima di iniziare, disseminando a tal fine veleni, ostilità e ostentando puzza sotto il naso che, come detto prima, dovrebbe proprio esser ciò che nella logica dell'ham spirit dovrebbe mancare.
Non pensiamo nemmeno di poter risolvere il problema come Mirka (IZ1UQM) proponeva, sia per motivi amministrativi (immaginate cosa vorrebbe dire ricevere documenti ogni giorno, procedere all'archiviazione, attivare le utenze), sia per gli ovvi motivi legali connessi alla normativa in materia di trattamento dei dati personali, sia per il fatto che da Sempre, fin dagli arborei, RogerK ha intrapreso una politica di apertura verso chiunque, sia verso chi vuole esporsi inserendo i propri dati (nome, nominativo, ecc.), sia verso chi comunque vuole mantenere un minimo di riservatezza, fermorestando che entrambi devono rispettare le Regole e l'Educazione, che deve essere condizione e non facoltà.

Tra l'altro, per esperienze personali in questi anni, ho visto moltissimi Cb diventare Om (senza che questa differenza "legale" li abbia cambiati), continuando non solo a frequentare il forum, ma portando su esso un bagaglio di conoscenze talmente vasto da stupire anche altri amici che hanno visto partire un'utente "da zero" e arrivare ad acquisire (anche grazie al Forum) una cultura radiantistica non indifferente.

Tornando all'argomento oggetto del thred, caro Ministero, vaglieremo la Tua proposta in Staff, fermorestando che comunque già a priori la Tua partecipazione è segno di tenere al buon andamento della comunità, e per questo Ti ringrazio.

Vorrei concludere solo facendo un richiamo al famoso regolamento che tanto spesso si dimentica, e al Disclaimer inserito nel Forum.
Il regolamento è stato stilato in visione della pace e della serenità del forum, e volto alla convinvenza civile di TUTTI gli utenti, i quali devono, rispettandosi reciprocamente, utilizzare la piattaforma esclusivamente nel rispetto di Tutti, senza distinzioni alcune.

Se qualche volta ciò non è avvenuto me ne prendo per primo le responsabilità, non essendo H24 presente sul Forum, così come nessuno dello Staff può essere (siamo persone che come tutti hanno una Famiglia, un Lavoro, una vita fuori, etc.).

Per questo motivo infatti si richiede a Tutti gli Utenti il rispetto delle regole, anche perchè quando si entra in una comunità o ci si rispecchia nelle regole della stessa, sennò non ha neanche senso entrarci. E per questo motivo quando le regole non vengono rispettate si procede ai richiami, alle espulsioni e tutti i restanti provvedimenti, compresi le eventuali segnalazioni alle autorità competenti in caso di determinati episodi e/o informazioni rese pubbliche, da segnalare comunque eventualmente alle autorità.

Di certo, la cosa che ci è interessata fin dalla nascita del sito, e stavolta concludo davvero, è stato creare un contenitore in cui chiunque, appassionato di Radio (e quando dico Radio con la R maiuscola intendo chiunque ami questa passione, a prescindere dai titoli o dalle conoscenze tecniche acquisite), potesse mettere all'interno il proprio pezzetto di contributo... tralasciando all'esterno magari le beghe personali o le "lotte di classe" o di bandiera.
Contiamo nel buon senso dei Nostri utenti, che non deve mai mancare, ma che di certo non si dimostra solamente esibendo un'Autorizzazione Generale rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico, si dovrebbe piuttosto sventolare la patente di "brava persona", ma non avendo ancora capito chi dovrebbe rilasciarla lasciamo questo giudizio all'intera comunità, sulla base dei comportamenti e non di altro...


Scusate per il post chilometrico.
73' a Tutti.
Antonio "Antony" Valastro



P.s.  Ringrazio davvero Ministero per la proposta che, seppur da me non condivisa in toto, può essere uno spunto interessante. Continuo a seguire la discussione e mi riservo di affrontare, come detto sopra, in Staff l'argomento, anche in considerazione delle idee e degli ulteriori contributi che verranno su questo post portati.   73'

IT9VAL

1 R.G.K. 003  ~  antony CHIOCCIOLA rogerk.net

''Un intero popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità ''

"Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perchè in cio' sta l'essenza della dignita' umana." Giovanni Falcone


host image

Offline IZ2UUF (davj2500)

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3024
  • Applausi 433
  • Sesso: Maschio
  • Op. Davide
    • Mostra profilo
    • IZ2UUF Web Site
  • Nominativo: IZ2UUF
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #55 il: 23 Agosto 2013, 11:29:20 »
Non si può remare contro corrente se questa è forte, si perde sempre.

E vorrà dire che uno apre sta sezioncina e constata che nessuno la frequenta o che comunque la "marea" la spazza via. Che problema c'è?

Per me nessun problema, si può benissimo tentare.
Sostengo solo che secondo me è un approccio sbagliato ai problemi che abbiamo avuto e ho cercato di argomentare questa opinione.
Però sarei contento di sbagliarmi e se bastasse solo questo per risolvere o anche solo attenuare tali problemi, sarei contentissimo. Tra l'altro sono gia "predisposto" a partecipare a quest'area dato che sono registrato con il mio callsign vero, ho nome, cognome, indirizzo e foto su QRZ.COM, sono su LOTW, sono socio ARI, sono su ESQL e anche Echolink e non saprei come essere più identificabile di così. :-)

Il problema penso sia di cosa parlare. Si fa un unica sezione in cui si parla di tutto, dalle antenne alla filosofia radiantistica? Oppure una specie di miniforum "certificato" con delle sotto-aree?

Ciaoo
Davide
IZ2UUF - Davide - http://www.iz2uuf.net/


Offline ministero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 78
  • Applausi 2
    • Mostra profilo
    • QRP Club
  • Nominativo: IZ5ZCO
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #56 il: 23 Agosto 2013, 11:40:11 »
nessuno ha imposto a TE di dichiarare il tuo call-sign, è stata una tua libera scelta.

I radioamatori hanno un vantaggio a dare il proprio nominativo, perché si ritrovano. Se io potessi riconoscere e farmi riconoscere senza nominativo, non lo metterei. Inoltre, imposizione, dal mio punto di vista, è la seguente: perché se io voglio parlare con persone che si assumono la responsabilità di quello che scrivono devo subire GiovanninoIlCondorino fresco fresco di iscrizione?

Se tu ti metti nei miei panni, noti che ho un problema e percepisco un'imposizione.


Non credo che non entrano sul forum o non si registrano per paura di essere identificate.

Infatti, non è per questo motivo. Non entrano perché non intendono mettersi a discutere con chi non si assume la responsabilità di quello che scrive.



poi, come sempre succede in democrazia, è la maggioranza che decide (fermo restando poi che gli admin decidano o meno di implementarlo, perchè ripeto, dovrebbero impegnarsi anche a livello giuridico per il trattamento dei dati personali).

A livello giuridico sono già impegnati perché la diffamazione a mezzo internet non è uno scherzo e se arriva un anonimo e diffama (e la diffamazione non è come l'ingiuria, è qualcosa che a un amministratore può anche sfuggire) non è detto che ai gestori del forum non siano attribuite delle responsabilità. Quindi un forum non è un gioco, è uno spazio utilissimo e un'opzione in più di questo tipo, secondo me, è una garanzia in più anche per gli amministratori.

Per quanto riguarda il discorso maggioranza che decide, potrei dire che nella storia se avesse sempre deciso la maggioranza le minoranze non sarebbero mai state tutelate.  :-)  Credo che se si facessero delle votazioni vere e proprie vincerebbe il no per il semplice fatto che gli anonimi sono la maggioranza. Però sarebbe già interessante poterci arrivare alle votazioni.  :-)
« Ultima modifica: 23 Agosto 2013, 11:57:25 da ministero »

Offline ministero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 78
  • Applausi 2
    • Mostra profilo
    • QRP Club
  • Nominativo: IZ5ZCO
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #57 il: 23 Agosto 2013, 11:56:34 »
Il problema penso sia di cosa parlare. Si fa un unica sezione in cui si parla di tutto, dalle antenne alla filosofia radiantistica? Oppure una specie di miniforum "certificato" con delle sotto-aree?

Il mini-forum nel forum mi sembra eccessivo, anche perché esiste già l'arera radioamatoriale in cui tutti parlano con tutti e, in teoria, quella dovrebbe rimanere l'area radioamatoriale più frequentata.
Si potrebbe iniziare con una sezioncina unica, un salotto generico per vedere se intanto viene frequentato.
Poi, se la cosa ha successo e si gonfia, possono essere inserite delle "aree sensibili". Già la sezione "Vita associativa", secondo me, ha le caratteristiche dell'"area sensibile" perché se si parla di associazioni radioamatoriali e di scandali che le riguardano si parla per lo più di associazioni frequentate da radioamatori ed SWL. E non è un caso che nella descrizione sia stato scritto "ognuno si assume la responsabilità di quello che scrive": è un'"area delicata". Con questo non voglio dire di eliminare la sezione "Vita associativa" dall'area radioamatoriale liberamente accessibile.


Offline Marcello

  • IW9HLI
  • Administratore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4002
  • Applausi 150
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW9HLI - 1RGK001
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #58 il: 23 Agosto 2013, 17:45:11 »
Ministero, per quanto riguarda le votazioni, non credo che ci arriveremo mai, rogerk è nato da una idea, mia di Antony e di Santo, rogerk ha dietro una filosofia che abbiamo cercato di infondere ai moderatori prima e agli utenti poi.

In passato abbiamo commesso degli errori, abbiamo tentato a far scegliere gli utenti con delle votazioni  una funzionalità o su una filosofia, ed è finita che il forum era diventato irriconoscibile, non era più il rogerk che avevamo fondato.

Non ripeteremo più questo errore, rogerk ha una anima perché noi ne definiamo costantemente le linee guida e i principise lasciassimo tutto alla maggioranza non sarebbe più il rogerk che conosci adesso.

E' probabile che ci siano persone che non si registrano qui perchè trovano altri utenti anonimi che non si ASSUMONO QUELLO CHE POTREBBERO DIRE(parliamo sempre ipoteticamente).

Se questa affermazione è vera io sono ben contento di non averli qui su ROGERK, perché con questa premessa significa  che questi utenti sono prevenuti.

Perché invece di pensare positivamente agli scambi culturali, intellettuali e sociali che potrebbero avere registrandosi su ROGERK(quelli che a noi tutti  ci hanno fatto registrare qui), pensano già ai litigi e battibecchi che potrebbero nascere cercando una tutela preventiva.

Poi sono perfettamente d'accordo con Davj, è una cosa ANACRONISTICA, che porta alla morte del forum, non solo per i contenuti, ma per la problematica nella gestione della cosa, per degli squilibri che si verrebbero a creare fra gli utenti e per la ricorsività della richiesta che poi potrebbe avvenire dai  CB, per il PMR.

Consideriamo facebook il più famoso social network, esso non richiede la verifica ufficiale, è facoltativa qualora noi vogliamo associare il nostro telefono cellulare, ma nulla ci vieta di fare una denuncia alle autorità competenti, che tramite ip, host, orario ed altri metodi risalgono all'autore.

Anche su rogerk dopo una denuncia si può risalire agli autori e la magistratura sa benissimo come fare.

Ultimamente il governo LETTA ha veramente liberalizzato il WIFI, cioè i locali pubblici possono tenere aperta la loro connessione WIFI, senza tenere traccia di documenti o accessi da parte dei clienti, lasciando agli ISP questa responsabilità  chiunque può dunque connettersi e navigare e noi qui su rogerk invece dovremmo chiedere i documenti?

Mi sembra molto anacronistica come cosa.
« Ultima modifica: 23 Agosto 2013, 18:05:49 da Marcello »

Offline ministero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 78
  • Applausi 2
    • Mostra profilo
    • QRP Club
  • Nominativo: IZ5ZCO
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #59 il: 23 Agosto 2013, 18:54:55 »
E' probabile che ci siano persone che non si registrano qui perchè trovano altri utenti anonimi che non si ASSUMONO QUELLO CHE POTREBBERO DIRE (parliamo sempre ipoteticamente).

Se questa affermazione è vera io sono ben contento di non averli qui su ROGERK, perché con questa premessa significa  che questi utenti sono prevenuti.

Prevenuti in che senso? Preferiscono semplicemente non trovarsi in situazioni impari. Tutti noi siamo prevenuti rispetto a situazioni spiacevoli e cerchiamo di evitarle, mi sembra normale.

Perché invece di pensare positivamente agli scambi culturali, intellettuali e sociali che potrebbero avere registrandosi su ROGERK (quelli che a noi tutti  ci hanno fatto registrare qui), pensano già ai litigi e battibecchi che potrebbero nascere cercando una tutela preventiva.

Non credo che non pensino positivamente, penso che semplicemente gli farebbe piacere avere una certa tutela in più per trattare certi argomenti più delicati.

Poi sono perfettamente d'accordo con Davj, è una cosa ANACRONISTICA, che porta alla morte del forum, non solo per i contenuti, ma per la problematica nella gestione della cosa, per degli squilibri che si verrebbero a creare fra gli utenti e per la ricorsività della richiesta che poi potrebbe avvenire dai  CB, per il PMR.

Mah, Davj mi sembra possibilista, non mi sembra certo del fatto che una sezioncina certificata di un forum porti alla morte dello stesso. Mi pare, anzi, che non abbia nulla in contrario col tentare la cosa proprio perché tentar non nuoce. Però magari ho interpretato male le sue parole.

Consideriamo facebook il più famoso social network, esso non richiede la verifica ufficiale, è facoltativa qualora noi vogliamo associare il nostro telefono cellulare, ma nulla ci vieta di fare una denuncia alle autorità competenti, che tramite ip, host, orario ed altri metodi risalgono all'autore.

Anche su rogerk dopo una denuncia si può risalire agli autori e la magistratura sa benissimo come fare.

Ma il punto non è perseguire l'eventuale troll. Chi è che si mette a fare una denuncia per trolling?  :rool:
Il punto è semmai prevenire quelle provocazioni che non avrebbero luogo se uno non potesse farle anonimamente. Il fatto che due utenti non anonimi possano avere una discussione anche accesa (senza scannarsi, per carità) non significa che non siano contenti di poterla fare "a volto scoperto".

Ultimamente il governo LETTA ha veramente liberalizzato il WIFI, cioè i locali pubblici possono tenere aperta la loro connessione WIFI, senza tenere traccia di documenti o accessi da parte dei clienti, lasciando agli ISP questa responsabilità  chiunque può dunque connettersi e navigare e noi qui su rogerk invece dovremmo chiedere i documenti?

Mi sembra molto anacronistica come cosa.

Non ho mai proposto la richiesta di documenti.

Offline iw9gyy

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3093
  • Applausi 117
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #60 il: 23 Agosto 2013, 19:05:05 »
Ministero se  si fa come dici tu ,non chiedi i documenti e un utente che vuol fare danni  si registra con il nominativo di un'altro radioamatore oppure con un nominativo di un "silent key" o peggio ancora con un nominativo non assegnato , visto che non ci sono dati  ufficiali  da parte  del ministero dello sviluppo economico , come si fa?

Inviato da RogerK Mobile

amo la radio da sempre.......

Offline ministero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 78
  • Applausi 2
    • Mostra profilo
    • QRP Club
  • Nominativo: IZ5ZCO
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #61 il: 23 Agosto 2013, 19:20:29 »
Ministero se  si fa come dici tu ,non chiedi i documenti e un utente che vuol fare danni  si registra con il nominativo di un'altro radioamatore oppure con un nominativo di un "silent key" o peggio ancora con un nominativo non assegnato , visto che non ci sono dati  ufficiali  da parte  del ministero dello sviluppo economico , come si fa?

Inviato da RogerK Mobile

Ecco, quello su cui scommetto io (ma certamente mi posso anche sbagliare) è che il fatto di commettere un reato (perché utilizzare un nominativo falso o altrui significa commettere un reato) sia sufficiente per evitare quella falsificazione. Proprio perché non siamo in radio (dove i disturbatori, bene o male, fanno come gli pare), ma su Internet e tutti sanno che una tracciabilità non è mai da escludersi, non credo che un troll sia disposto a rischiare tanto pur di trollare (è più il pericolo in cui si mette che il piacere che prova nel dar fastidio). Il gioco a quel punto non vale più la candela. Io, nel panni del troll, non utilizzerei mai un nominativo falso o altrui su un forum, non dormirei tranquillo, anche perché stiamo parlando di nominativi radioamatoriali e tra i radioamatori ci sono molti militari, agenti di polizia ecc. (non è una categoria con cui poter scherzare molto). Di qui la deterrenza. Poi magari mi sbaglio e un troll è talmente stupido che se ne frega, ma deve essere proprio molto molto stupido secondo me.  :-)


Offline Marcello

  • IW9HLI
  • Administratore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4002
  • Applausi 150
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW9HLI - 1RGK001
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #62 il: 23 Agosto 2013, 19:31:31 »

Prevenuti in che senso? Preferiscono semplicemente non trovarsi in situazioni impari. Tutti noi siamo prevenuti rispetto a situazioni spiacevoli e cerchiamo di evitarle, mi sembra normale.

Prevenuti nel senso che ho spiegato prima:
Perché invece di pensare positivamente agli scambi culturali, intellettuali e sociali che potrebbero avere registrandosi su ROGERK (quelli che a noi tutti  ci hanno fatto registrare qui), pensano già ai litigi e battibecchi che potrebbero nascere cercando una tutela preventiva.

Citazione

Mah, Davj mi sembra possibilista, non mi sembra certo del fatto che una sezioncina certificata di un forum porti alla morte dello stesso. Mi pare, anzi, che non abbia nulla in contrario col tentare la cosa proprio perché tentar non nuoce. Però magari ho interpretato male le sue parole.

Davide nell'ultimo messaggio è stato possibilista ma io la vedo come lui nel precedente post quando diceva che non si può andare controcorrente, per questo
quando il governo liberalizza la connettività ROGERK chiede una autenticazione è un
tornare indietro e un snaturare la libertà e l'anonimato che la rete Internet da sempre e sempre meno riesce a garantire ai cittadini.

ROGERK è una comunità INTERNET prima che una comunità RADIANTISTICA, si basa sulle regole della RETE.

Citazione
Ma il punto non è perseguire l'eventuale troll. Chi è che si mette a fare una denuncia per trolling?  :rool:
Il punto è semmai prevenire quelle provocazioni che non avrebbero luogo se uno non potesse farle anonimamente. Il fatto che due utenti non anonimi possano avere una discussione anche accesa (senza scannarsi, per carità) non significa che non siano contenti di poterla fare "a volto scoperto".

Non ho mai proposto la richiesta di documenti.

Ad una provocazione anonima si dovrebbe dare il peso che merita, se è una diffamazione si può benissimo intervenire con la magistratura.

Ministero io esperimenti, prove con ROGERK non mi piace farne, bisogna avere le idee chiare e procedere, fare un esperimento per vedere se ha successo quando io stesso non ne sono convinto è sicuro un INSUCCESSO, è un forzatura e benefici non ne vedo assolutamente a parte qualcuno che si registra e vorrebbe non ricevere polemiche da anonimi, ma se ti registri ti metti in gioco altrimenti ti stai a leggere o vai su arifidenza.



« Ultima modifica: 23 Agosto 2013, 19:36:28 da Marcello »

Offline iw9gyy

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3093
  • Applausi 117
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #63 il: 23 Agosto 2013, 19:31:59 »
Credimi ministero, se bastasse questo per far rigare dritte le persone allora non servirebbe il servizio offerto dalle forze dell'ordine....credimi....

Inviato da RogerK Mobile

amo la radio da sempre.......


Offline ministero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 78
  • Applausi 2
    • Mostra profilo
    • QRP Club
  • Nominativo: IZ5ZCO
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #64 il: 23 Agosto 2013, 19:55:17 »
Ministero io esperimenti, prove con ROGERK non mi piace farne, bisogna avere le idee chiare e procedere, fare un esperimento per vedere se ha successo quando io stesso non ne sono convinto è sicuro un INSUCCESSO

Ah ok, se me lo dicevi subito facevamo prima. :-) A posto così. Grazie comunque a tutti gli intervenuti.

Offline Marcello

  • IW9HLI
  • Administratore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4002
  • Applausi 150
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW9HLI - 1RGK001
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #65 il: 23 Agosto 2013, 20:09:27 »
Non escludo che in futuro si possa pensare qualcosa del genere, per questo ho partecipato anche io e seguito con interesse questa proposta, ma non si può pensare che si faccia una prova cosi senza convinzione queste sono modifiche molto lente nel divenire, se ne parla oggi e poi con il tempo si matura l'idea e se ci sono i presupposti si procede...



Offline IZ2UUF (davj2500)

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3024
  • Applausi 433
  • Sesso: Maschio
  • Op. Davide
    • Mostra profilo
    • IZ2UUF Web Site
  • Nominativo: IZ2UUF
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #66 il: 23 Agosto 2013, 20:12:19 »
Ciao a tutti.

Volevo precisare il mio punto di vista visto che sembrano esserci due miei post discordanti.
Ritengo un approccio di questo genere incapace di risolvere i problemi per i quali è stato proposto. Se dovessi decidere io, non lo farei.
Poi mi è stato chiesto cosa sarebbe costato, secondo me, fare ugualmente un tentativo.  Così ho risposto che non credevo sarebbe morto nessuno a provare.
Ma rimango dell'opinione che sia una mossa inutile.

Ciaoo
IZ2UUF - Davide - http://www.iz2uuf.net/

Offline r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 15804
  • Applausi 380
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #67 il: 24 Agosto 2013, 00:26:53 »
73 a tutti, concordo nel vederlo come un'esperimento ad altro rischio di fallimento e di certo ne possiamo fare benissimo a meno, se si vuole discutere sul mondo della radio o dei radioamatori già si può fare e stà al buon senso mantenere la discussione a livelli civili e non serve sapere se chi scrive è veramente chi dice di essere o è un troll, da quello che scrive si capisce e si agisce di conseguenza ( non si risponde o non si replica oltre quando si capisce che la discussione è inutile e o fatta in modo ambiguo e quindi si può cadere in errore...), se poi per noi è difficile verificare se chi scrive è realmente chi dice di essere figuriamoci se parte prevenuto e viene quì solo a far polemiche e disinformazione, l'unica è prendere sempre con le pinze eventuali affermazioni che ledono qualcuno perchè chiunque può scrivere falsità o interpretare male e rispondere peggio e alla fine non serve a nulla sapere chi c'è dietro al nick name, un detto popolare dice che bisogna sempre sentire tutte le campane e non cose riportate da altri e quindi se un utente dice  ho visto quello a rubare ecc... non possiamo fare processi con accusa e difesa, anche perchè sarebbe come dividere gli utenti in fazioni rivali e tifoserie ed è assolutamente dannoso allo spirito del forum, quì tutti possono intervenire e se l'argomento è da tribunale non ha ragione d'essere nel forum dove la prima regola è il rispetto mentre fino a prova contraria quando c'è di mezzo un tribunale la prima regola è il sospetto e l'indagine per vedere se c'è stato o meno il reato e quindi niente a che vedere con lo spirito di Rogerk...


CyberPingU

  • Visitatore
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #68 il: 24 Agosto 2013, 01:49:39 »
Scusate se dico una ripetizione: mi sono letto le prime pagine del topic, poi ho visto una serie di OT che non finiva più e ho scorso alla fine, quindi potrei essermi perso qualche discorso pertinente nella masnada.
Ministro: ma se temi tanto gli impostori, perché anziché forzare una sezione ad hoc non ti limiti ad interloquire unicamente con chi riporta in firma, calce o username la propria sigla? Tanto nessuno manderà mai una foto autenticata e legalizzata e tutto il resto (scansioni, foto o chechessia) è falsificabile ( altrimenti non avrebbero inventato PEC e firma digitale). Da un punto di vista giuridico gli amministratori possono sempre risalire alle persone dagli indirizzi IP (in caso di frode non c'è proxy che tenga e dubito che Kevin Mitnick si interessi di radiantismo).
Oh, la butto lì eh...

Offline ministero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 78
  • Applausi 2
    • Mostra profilo
    • QRP Club
  • Nominativo: IZ5ZCO
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #69 il: 24 Agosto 2013, 01:54:42 »
Scusate se dico una ripetizione: mi sono letto le prime pagine del topic, poi ho visto una serie di OT che non finiva più e ho scorso alla fine, quindi potrei essermi perso qualche discorso pertinente nella masnada.
Ministro: ma se temi tanto gli impostori, perché anziché forzare una sezione ad hoc non ti limiti ad interloquire unicamente con chi riporta in firma, calce o username la propria sigla? Tanto nessuno manderà mai una foto autenticata e legalizzata e tutto il resto (scansioni, foto o chechessia) è falsificabile (altrimenti non avrebbero inventato PEC e firma digitale). Da un punto di vista giuridico gli amministratori possono sempre risalire alle persone dagli indirizzi IP (in caso di frode non c'è proxy che tenga e dubito che Kevin Mitnick si interessi di radiantismo).
Oh, la butto lì eh...

Non ho mai detto di mandare documenti. La discussione, comunque, per quanto mi riguarda si è conclusa, se altri vogliono continuarla, come si dice in radio, li ascolto ma non riprendo più.  :-D


Offline TITANO

  • 1RGK326
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 9465
  • Applausi 113
  • Sesso: Maschio
  • Nominativo - TITANO - 1Rgk326 ( Cb - Swl )
    • Mostra profilo
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #70 il: 24 Agosto 2013, 05:27:36 »
Salve a tutti.
Da parte mia dico dopo aver letto tutte e 8 pagine di sto topic ,di non essere a favore proprio perche come dice marcello e l'ottimo intervento di anthony ,che rgk e' un forum libero a tutti om e cb ,neofiti e non di rgk. Credo che indipendentemente uno sia OM o CB ,condivida la stessa passione di tutti noi e cioe di fare radio,di condividere qui sopra esperienze personali,di raccontare anche cose futili come l'aggiornamento della sua stazione,o altro. Limitare o bloccare li' in una determinata sezione solo una fascia di utenza secondo me sarebbe un po come sminuire,discriminare un'altra parte o fascia di utenza. Detto cio' c'e' solo una cosa che mi ha NON POCO INFASTIDITO,ed e' l'intervento nelle prime pagine di un utente ,cui adesso non mi sento di chiamare in causa per non fare polemica,ma onestamente i suoi toni,il suo credere  SO TUTTO IO, onestamente mi ha non poco disgustato. Al momento non mi accingo ad aggiungere altro,ma sto topic lo tengo d'occhio anche perche ' e' di molto interesse.  TITANO. ....ANTONIO....1RGK326 !
Antonio...Titano...1RGK326....Citta'  Prov. Napoli....!

Offline cimabue

  • 1RGK024
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 6993
  • Applausi 77
  • Sesso: Maschio
  • UTENTE NEONATO
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 1RGK024 Alessandria (provincia) SWL-4813/TO
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #71 il: 25 Agosto 2013, 15:29:40 »
Sulla richiesta di Ministero è gia stato detto tutto e di più.
Spero solo che se verrà fatto l'esperimento, non nascano delle diatribe.
In passato ci sono state discussioni simili, sia per l'area download, sia per il vecchio sito, dove esisteva la sezione "canale 36..(solo per zona ionica), dove gli utenti del resto dell'Italia si sentiva esclusa.
La mia paura è che succeda la stessa cosa per quegli utenti che non sono, non hanno la voglia, la capacità, o la possibilità di diventare OM con nominativo ufficiale.


Offline Marcello

  • IW9HLI
  • Administratore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4002
  • Applausi 150
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW9HLI - 1RGK001
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #72 il: 25 Agosto 2013, 16:22:57 »
Però per la zona ionica canale 36,  era un discorso diverso.... Perché quella board era nata con il forum perché RogerK aveva una connotazione strettamente locale poi con la crescita del forum come dice Cimabue si é pensato di eliminarla.
Però  non é stato detto tutto sicuramente qualche idea verrà fuori.

Inviato da RogerK Mobile


Offline IZ5VVA

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 177
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #73 il: 26 Agosto 2013, 14:34:19 »
Questo è il forum in cui neofiti e veterani, con pari dignità ma diversa preparazione si incontrano. Ci sono altri due grandi forum che io stesso frequento, dove chi inizia ha meno possibilità di chiedere o di cogliere ciò che viene condiviso, probabilmente perchè la media del livello tecnico è un po' lontana dalle prime e semplici domande del principiante, e anche perchè l'accesso è filtrato proprio da un nominativo ministeriale.
Inoltre ho visto molta passione e ham-spirit in attività extra-radioamatoriali (provate a cercare con google "fucimin").
Aggiungo che il radiantismo non è solo un hobby. Passare dal radiantismo al volontariato o viceversa è tutt'altro che infrequente. Vedo quindi come buona cosa coinvolgere nuovi appassionati.
Per questo non mi interesserebbe una sezione riservata ai soli titolari di nominativo ministeriali.
Il poco che so lo metto a disposizione e non ho interesse a chiudermi in una stanza per escludere chi non ha il nominativo. Trovate una sezione ARI, ERA o altre capaci di negare l'ingresso in sezione a un aspirante OM. Farei fatica a credere ce ne fosse una.
Per tutto il resto, è come nella vita reale. C'è il buono e c'è il cattivo, ma non cerco di isolarmi. Provo a

"...lasciare questo mondo un po' migliore di quanto non l'ho trovato."
(Robert Baden-Powell)



Io non sono radioamatore è sono iscritto proprio per imparare dai più esperti , è questo mi ha spinto ad iscrivermi anche se ho visto che nel sito ci sono molti poliziotti mancati e molti iscritti che ancora si credono all' asilo infantile , però il mondo è questo e non potete chiudervi in una elitè si perderebbe il senso onorifico di questo simpatico sito di radio.
saluti sinceri
IZ5VVA - SWL220FI - RRM: India 1

Offline IZ2UUF (davj2500)

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3024
  • Applausi 433
  • Sesso: Maschio
  • Op. Davide
    • Mostra profilo
    • IZ2UUF Web Site
  • Nominativo: IZ2UUF
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #74 il: 26 Agosto 2013, 16:32:13 »
Ciao a tutti.

Riguardo a questa proposta, mi sembra che l'obiettivo sia un po' confuso.

Se si tratta di fare un'area ad accesso limitato a chi presenta un nominativo, direi che è inutile oltre che dannosamente discriminatoria: infatti, senza controlli, chiunque potrebbe iscriversi con un nominativo inventato. Quindi non solo non ci sarebbe comunque certezza sulla identità dell'interlocutore, ma i non OM onesti che non volessero usare un call falso, sarebbero tagliati fuori. O peggio, un'area del genere potrebbe instillare la falsa sicurezza di aver a che fare con identità certe.

Se invece l'obiettivo è avere interlocutori identificati, l'amministrazione dovrebbe farsi carico di raccogliere i documenti. Se così fosse, perché mai dovrebbero essere tutti OM? Chiunque potrebbe rendersi identificabile con la propria carta d'identità senza dover essere OM.

In entrambi i casi il requisito di essere OM sarebbe del tutto inutile.

Ciaoo
Davide
IZ2UUF - Davide - http://www.iz2uuf.net/

Offline Marcello

  • IW9HLI
  • Administratore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4002
  • Applausi 150
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW9HLI - 1RGK001
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #75 il: 26 Agosto 2013, 16:42:47 »
Ottima sintesi perfetta


Inviato da RogerK Mobile


Offline cimabue

  • 1RGK024
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 6993
  • Applausi 77
  • Sesso: Maschio
  • UTENTE NEONATO
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 1RGK024 Alessandria (provincia) SWL-4813/TO
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #76 il: 26 Agosto 2013, 18:48:27 »
Ciao a tutti.

Riguardo a questa proposta, mi sembra che l'obiettivo sia un po' confuso.

Se si tratta di fare un'area ad accesso limitato a chi presenta un nominativo, direi che è inutile oltre che dannosamente discriminatoria: infatti, senza controlli, chiunque potrebbe iscriversi con un nominativo inventato. Quindi non solo non ci sarebbe comunque certezza sulla identità dell'interlocutore, ma i non OM onesti che non volessero usare un call falso, sarebbero tagliati fuori. O peggio, un'area del genere potrebbe instillare la falsa sicurezza di aver a che fare con identità certe.

Se invece l'obiettivo è avere interlocutori identificati, l'amministrazione dovrebbe farsi carico di raccogliere i documenti. Se così fosse, perché mai dovrebbero essere tutti OM? Chiunque potrebbe rendersi identificabile con la propria carta d'identità senza dover essere OM.

In entrambi i casi il requisito di essere OM sarebbe del tutto inutile.

Ciaoo
Davide

ricordiamoci anche che l'amministrazione è fatta di persone che durante il giorno sono impegnate con il lavoro ed altre cose personali, e non sempre hanno tempo per farsi carico di questo impegno.

Offline Barbabianca

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 44
  • Applausi 2
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Eduardo
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #77 il: 26 Agosto 2013, 19:22:06 »
Scusate da uno dagli ultimi arrivati, io leggo in queso sito per imparare dai Vecchi saggi specialmente quelli certificati dal ministero con la sigla.
Ora porgo una domanda semplice , ma in questa areea protetta di cosa si dovrebbe parlare? Di Radio? Elettronica? Cucina :-).
Una proposta da un novello, se volete farla questa isola per i possessori di nominativo ministeriali che almeno sia leggibile dal neofita anche senza poter scrivere , se fattibile???

Offline IZØYES (Calindro)

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2314
  • Applausi 180
  • Sesso: Maschio
  • QTH - JN61FV alt. 100 mt s.l.m.
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IZØYES
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #78 il: 26 Agosto 2013, 19:23:07 »
Ciao a tutti.

Riguardo a questa proposta, mi sembra che l'obiettivo sia un po' confuso.

Se si tratta di fare un'area ad accesso limitato a chi presenta un nominativo, direi che è inutile oltre che dannosamente discriminatoria: infatti, senza controlli, chiunque potrebbe iscriversi con un nominativo inventato. Quindi non solo non ci sarebbe comunque certezza sulla identità dell'interlocutore, ma i non OM onesti che non volessero usare un call falso, sarebbero tagliati fuori. O peggio, un'area del genere potrebbe instillare la falsa sicurezza di aver a che fare con identità certe.

Se invece l'obiettivo è avere interlocutori identificati, l'amministrazione dovrebbe farsi carico di raccogliere i documenti. Se così fosse, perché mai dovrebbero essere tutti OM? Chiunque potrebbe rendersi identificabile con la propria carta d'identità senza dover essere OM.

In entrambi i casi il requisito di essere OM sarebbe del tutto inutile.

Ciaoo
Davide

INFATTI !!!!!!!!

Tanti post fa avevo detto era possibile identificarsi con il call "vero !!" O alternativamente con un numero cellulare.

Il risultato sarebbe stato un area certificata che alla peggio non sarebbe servita a nulla ma di certo danni non ne avrebbe fatti.

Discrinare OM dagli altri sarebbe sbagliato. ..anche se l ARI di cui sono socio è aperta ai soli radioamatori patentati... ( ma del resto di chiama associazione radioamatori. ..per cui...si tratta di una condizione essenziale. ..)

In realtà l anonimato predilige di sicuro la quantità di utenti mentre la certificazione predilige la "qualità" nel senso che gli elementi disturbatori  non potendosi nascondere dietro l anonimato non dovrebbero arrivare .
Del resto in Dstar non ci sono portanteri ..mi sembra.

La situazione attuale potrebbe essere paragonabile a delle chiacchiere ds bar dove alcuni interlocutori parlano s viso scoperto mentre altri intetlocuiscono s volto coperto..riflettendoci..è antipatico.

In realtà , tenendo conto che il forum è gratuito,  mantenuto solo dalla pubblicità,   un miglioramento della qualità a scapito dells quantità potrebbe causare un calo di affluenza tale da portarlo a chiusura per insufficienza di introiti.

Sicuramente tutta la situazione è un delicato equilibrio che può sbilanciarsi con una mossa sbagliata.


73 de IZ0YES

La differenza tra un uomo ed un bambino...sta solo nel prezzo dei loro giocattoli.

Legge di Dunn.
Nessuna attenta pianificazione potrà mai sostituire una bella botta di CUL0 !!!

Io non perdo mai !!! O vinco o IMPARO !!!


Offline Barbabianca

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 44
  • Applausi 2
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Eduardo
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #79 il: 26 Agosto 2013, 19:32:40 »
Non sono pienamente d'accordo questo sito Roger K é semplicemente da premiare e va bene così come è fatto , perchè avvicina in modo semplice e senza troppi formalismi allo strano mondo delle trasmissioni ,facendo nascere molti radioamatori o CB o utilizzatori di radio.
Poi tutto si può migliorare ma restiamo una famiglia , senza troppe distinzioni poi è normale che ci siano i rompiscatole ma quelli sono ovunque nel lavoro sul bus ovunque.


Offline IZØYES (Calindro)

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2314
  • Applausi 180
  • Sesso: Maschio
  • QTH - JN61FV alt. 100 mt s.l.m.
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IZØYES
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #80 il: 26 Agosto 2013, 19:43:07 »
Non sono pienamente d'accordo questo sito Roger K é semplicemente da premiare e va bene così come è fatto , perchè avvicina in modo semplice e senza troppi formalismi allo strano mondo delle trasmissioni ,facendo nascere molti radioamatori o CB o utilizzatori di radio.
Poi tutto si può migliorare ma restiamo una famiglia , senza troppe distinzioni poi è normale che ci siano i rompiscatole ma quelli sono ovunque nel lavoro sul bus ovunque.
Hai ragione ma renditi conto di una cosa..se per pura ipotesi io e te litigassimo per in qualsiasi motivo ( dico per dire. ..) tu potresti venire sotto casa mia magari tramite Google trovi pure la mia faccia. ..io non saprei neppure come sei fatto.

Per riprendere il tuo discorso che siamo una famiglia (ed io me lo auguro tanto.. )
Come in una famiglia. ..non ci dovremmo nascondere.
Ms ripeto. .non é così facile. ..la situazione ha vari risvolti da considerare.
Ciao.

73 de IZ0YES

La differenza tra un uomo ed un bambino...sta solo nel prezzo dei loro giocattoli.

Legge di Dunn.
Nessuna attenta pianificazione potrà mai sostituire una bella botta di CUL0 !!!

Io non perdo mai !!! O vinco o IMPARO !!!


Offline Marcello

  • IW9HLI
  • Administratore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4002
  • Applausi 150
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW9HLI - 1RGK001
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #81 il: 27 Agosto 2013, 10:01:55 »
Siamo in una famiglia ma non siamo in un posto chiuso, presentarsi su rogerk e farci leggere da tutti(come su arifidenza) ci espone a tutto il mondo...

E' come girare per strada con il proprio nome e cognome stampato nella maglietta, non so se è utile, rogerk è un luogo pubblico anche in lettura a  chiunque.

E ricordiamoci ci possono anche essere lettori a cui facciamo antipatia o pazzi mentali che ci odiano senza parlare con noi solamente leggendoci....quindi presentarsi pubblicamente è sempre rischioso sia su rogerk sia su arifidenza.

In teororia se un forum ha utenti certificati le discussioni tra questi dovrebbero essere solo fra loro senza possibilità di lettura da gente esterna..altrimenti non ha senso se uno si vuole proteggere da atti vandalici come scritto sopra.
« Ultima modifica: 27 Agosto 2013, 10:27:51 da Marcello »

Offline IZØYES (Calindro)

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2314
  • Applausi 180
  • Sesso: Maschio
  • QTH - JN61FV alt. 100 mt s.l.m.
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IZØYES
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #82 il: 27 Agosto 2013, 10:53:55 »
Siamo in una famiglia ma non siamo in un posto chiuso, presentarsi su rogerk e farci leggere da tutti(come su arifidenza) ci espone a tutto il mondo...

E' come girare per strada con il proprio nome e cognome stampato nella maglietta, non so se è utile, rogerk è un luogo pubblico anche in lettura a  chiunque.

E ricordiamoci ci possono anche essere lettori a cui facciamo antipatia o pazzi mentali che ci odiano senza parlare con noi solamente leggendoci....quindi presentarsi pubblicamente è sempre rischioso sia su rogerk sia su arifidenza.

In teororia se un forum ha utenti certificati le discussioni tra questi dovrebbero essere solo fra loro senza possibilità di lettura da gente esterna..altrimenti non ha senso se uno si vuole proteggere da atti vandalici come scritto sopra.
Vero...come dico sempre. ..Questo è un mondo imperfetto.

73 de IZ0YES

La differenza tra un uomo ed un bambino...sta solo nel prezzo dei loro giocattoli.

Legge di Dunn.
Nessuna attenta pianificazione potrà mai sostituire una bella botta di CUL0 !!!

Io non perdo mai !!! O vinco o IMPARO !!!


Offline ministero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 78
  • Applausi 2
    • Mostra profilo
    • QRP Club
  • Nominativo: IZ5ZCO
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #83 il: 27 Agosto 2013, 23:26:39 »
Se si tratta di fare un'area ad accesso limitato a chi presenta un nominativo, direi che è inutile oltre che dannosamente discriminatoria: infatti, senza controlli, chiunque potrebbe iscriversi con un nominativo inventato. Quindi non solo non ci sarebbe comunque certezza sulla identità dell'interlocutore, ma i non OM onesti che non volessero usare un call falso, sarebbero tagliati fuori. O peggio, un'area del genere potrebbe instillare la falsa sicurezza di aver a che fare con identità certe.

Ma i siti come QRZ che sicurezza hanno? E i cluster online? Non mi risulta che siano pieni di ladri di identità e di falsi informatori.  :rool:
« Ultima modifica: 27 Agosto 2013, 23:36:37 da ministero »

Offline ministero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 78
  • Applausi 2
    • Mostra profilo
    • QRP Club
  • Nominativo: IZ5ZCO
Re:Proposta per Rogerk: area radioamatoriale "certificata"
« Risposta #84 il: 14 Novembre 2017, 14:39:23 »
Manco da un po' e magari mi sbaglio... ma mi pare di vedere un'area PATENTATI.

Qualcuno mi puó aggiornare? Grazie.

Inviato dal mio ASUS_Z00LD utilizzando rogerKapp mobile